PPRuNe Forums

Go Back   PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Forgotten your Username/Password?


Reply
 
Thread Tools
Old 9th Feb 2012, 19:31   #161 (permalink)
 
Join Date: Mar 2009
Location: In the thoughts of who loves me
Age: 22
Posts: 939
Ma pilotando un SEP o un MEP ed essendo pagati permette di vivere volando, ed alla fine ciò è che un pilota dovrebbe volere veramente.
Jerry Lee is offline   Reply
Old 9th Feb 2012, 20:22   #162 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
Sbagliato, solo in linea o GA ti pagano quel minimo che puo' bastare per portare avanti una vita. Una vita che prevede in futuro una casa, una famiglia, dei figli e quant'altro.
Tanto per dare un'idea in qualunque compagnia charter italiana a scelta, un FO appena entrato a 2 botte guadagna (generalizzando) sui 1000 euro piu' diarie e se e' fortunato ore credito.
Tutte le altre attivita' vengono retribuite, quando vengono retribuite, noccioline......noccioline che possono bastare a 20 anni per il piacere di stare per aria........ma quando il tempo passa non bastano piu'.
Quindi, lodevole il post precedente che in maniera brutale espone la lampante verita' del settore..........spendi un botto di soldi per poi trovarti, a meno di una botta di ****, senza lavoro.
Adesso e' cosi' e dubito che si tornera' mai hai fasti di un tempo..........quindi maturita' ragazzi nel fare le proprie scelte, nel come vi indebitate, nello scegliere di lasciare un lavoro per fare le licenze........maturita' perche' la' fuori ci sono solo squali.
In bocca al lupo.....
pippobaudo is offline   Reply
Old 9th Feb 2012, 20:29   #163 (permalink)
 
Join Date: Aug 2010
Location: Worldwide
Posts: 996
Fatico un po' a capire come facciano alcuni a prevedere con tale sicurezza cosa sarà il mercato in un paio di anni.
Io sono poco più di 20 nel settore e non mi azzardo a fare una previsione a sei mesi, ma neppure a due.
Per esempio, fino a luglio 2008 avrei detto a chiunque che di lavoro ce n'era a bizzeffe(almeno nel settore AG), un mese dopo il crollo(almeno in parte)
20 anni fa lavoro abbastanza abbondante, un paio di anni dopo crollo, per qualche anno si poteva parlare di disperazione e poi tutto è ripartito.
Dire ad uno che inizia di non farlo perchè tra 3 anni non avrà lavoro, mi sembra un po' da mago Otelma.
flydive1 is offline   Reply
Old 9th Feb 2012, 20:58   #164 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
Non sono mago Otelma, semplicemente analizzo la "progressione" di questo settore lavorativo da almeno 10 anni a questa parte (nell'ambiente ci sono anche io da 20).
Nell'ultimo decennio vuoi alcuni nomi a caso tra fallimenti, chiusure, ridimensionamenti: Malev (fallita), Spanair (fallita), MyAir (fallita), Singapore airlines (300 piloti expat licenziati), Qantas (piloti riciclati presso compagnie arabiche), SAS (vedi Qantas), Varig (fallita), Cargo Italia (fallita), Ocean Airlines (fallita), Volare (fallita), Air Europe (fallita), Alitalia (fallita con X centinaia di piloti pluri-titolati a spasso), Flyglobespan (fallita), SilverJet (fallita), Air Madrid (fallita), Azzurra (????), Italy First (fallita)......solo per fare alcuni nomi.
Ora: considerando il trend appena esposto, considerando la crisi mondiale che affligge i portafogli di tutti, considerando le centinaia anzi migliaia di piloti a spasso provenienti da tutte le latitudini, considerando i 100k per la licenza piu' dai 30k ai 60k per il TR.............pensi/pensate che sia pessimistico cercare di aprire un attimo gli occhi a chi magari non ha neanche memoria storica degli anni passati? Come ho piu' volte puntualizzato, seguire un sogno e' lodevole..........ma va' fatto con matutita'.
Altrimenti spendi 100k e poi vieni su PPRuNe ha lamentarti......
Le solite mie 2 nuts, come sempre un in bocca al lupo
pippobaudo is offline   Reply
Old 9th Apr 2012, 20:21   #165 (permalink)
 
Join Date: Sep 2010
Location: Rome
Posts: 5
Ciao Jerry Lee,

Quando dici che vorresti andare in Australia hai qualche idea precisa su dove provare (nomi di scuole o compagnie business)..
Comunque io ho provato a guardare e laggiù anche le compagnie più piccole richiedono almeno 1500 ore e soprattutto la cittadinanza o il permesso permanente.
Mizar is offline   Reply
Old 9th Apr 2012, 21:14   #166 (permalink)
 
Join Date: Mar 2009
Location: In the thoughts of who loves me
Age: 22
Posts: 939
Moorabbin Flying Services a Melbourne era la mia scelta, ma è abbastanza costosa e con il cambio attuale non conviene. Un'altra valida scelta è la Johnston Aviation Services a Port Macquarie che sembra essere ottima e meno costosa.
Jerry Lee is offline   Reply
Old 10th Apr 2012, 20:10   #167 (permalink)
 
Join Date: Sep 2010
Location: Rome
Posts: 5
Ok

e per la questione della cittadinanza cosa penseresti di fare?
Mizar is offline   Reply
Old 30th May 2012, 13:26   #168 (permalink)
 
Join Date: Jun 2006
Location: Europe
Posts: 89
Domanda a Pippobaudo

Ciao Pippobaudo ho una domanda per te:

ho letto alcuni dei tuoi posts, e devo dire che li trovo cosi tanto scoraggianti, noto anche che sembri essere esperto, e da quello che dici sembri qualcuno che analizza il settore da un po di tempo. Non so se posso farti una domanda: ma tu hai gia le licenze? Un lavoro (CAI, Ryan, Jets..)? Su quali informazioni veramente oggettive ti basi?

Qui siamo tanti a leggere e leggerti, di tutte le età, cerchiamo di capire quali sono le possibilità future e non i fallimenti del passato. Non so se hai capito cosa voglia dire, tutti sappiamo che questo mondo é fatto di squali e trovare un lavoro non é facile.

Un po di tatto con i piu giovani (non me) non guasterebbe!

PS: Per i new joiners: mettiamoci a studiare invece di perdere troppo tempo qui!

Last edited by federico100mt; 30th May 2012 at 13:27.
federico100mt is offline   Reply
Old 19th Jun 2012, 15:55   #169 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
Ciao Federico, scusa il ritardo ma non guardo PPRuNe da un po'.......
La mia storia e' simile a quella di molti nel settore da un po': Aeronautica Militare, varie compagnie "minori" in Italia, Emirati da qualche anno.......
Ti posso assicurare che qua' al caldo, di storie di tutti i tipi se ne sentono all'ordine del giorno.........qua' ci sono TUTTI, provenienti da TUTTE le latitudini (ultimamente ho volato con gente di Curacao, Figi, Samoa, Congo....tanto per nominare posti esotici), gente che dopo 20 anni in Singapore si e' trovata con il buonservito dall'oggi al domani.........etc etc
I miei post non sono volutamente negativi, sono solo le mie due noccioline da dare a chi ancora non ha intrapreso la professione..........spero che queste noccioline possano aiutare chi, magari complice la giovane eta', vede solo 2 ali ed un motore (o 2 o 3.....) e perde di vista la big picture........la montagna di soldi da spendere per poi NON AVERE i requisiti neanche per fare una selezione, la cronica mancanza di lavoro.........
E mi dispiace vedere che c'e' chi viene su questo forum solo per avere le risposte che vuole, quelle che gli piacciono, quelle che lo motivano.......questo lo reputo infantile (errore che anche il sottoscritto in giovane eta', come tutti, ha qualche volta commesso ovviamente.....).
Io non dico di non intraprendere questa carriera, e riconosco che la vita e' ingiusta (se non ti assumono, non fai le ore.......se non fai le ore, non ti assumono), pero' ragazzi OCCHIO sempre a quello che fate............

Un saluto

PIPPO
pippobaudo is offline   Reply
Old 19th Jun 2012, 16:00   #170 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
P.S. io ci posso mettere tutto il tatto che vuoi, la sostanza non cambia.......
Ti posso postare i requisiti richiesti dalla varie compagnie, con tatto.....ma sempre 4000 ore ci vogliono
Ti posso fare la lista delle decine di compagnie fallite negli ultimi 10 anni con tatto, ma quelle sono comunque fallite (chi si ricorda i colleghi lasciati a piedi a Cancun a cercare passaggi per tornare a casa, quelli di Flyglobespan abbandonati ad Ascension Island e Falkland con la compagnia fallita......)
Ti posso usare tutto il tatto che vuoi, ma drammaticamente la sostanza non cambia..........
pippobaudo is offline   Reply
Old 29th Jun 2012, 10:34   #171 (permalink)
 
Join Date: Mar 2008
Location: Latina - Italy
Age: 48
Posts: 13
Il vero volare te lo danno lavori come bush pilot o FI o le compagnie di aerotaxi.

mi sentirei di condividere questa affermazione di Klutch Cargo, non so se avete visto su Sky la serie dedicata alla Era Aviation in Alaska...

Possibile che si riesca a portare avanti una compagnia aerea in Alaska con quel tipo di aerei e non si riesca a fare una cosa analoga in Italia?

Che ne pensate?

E' possibile una via italiana al bush pilot o alle compagnie di aerotaxi?
Vincy66 is offline   Reply
Old 1st Jul 2012, 15:18   #172 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
Non ho visto sinceramente quella puntata che tu dici.......ma considero una cosa: il bush pilot nasce e prospera in paesi dove le grandi distanze sommate alla penuria di vie di comunicazione (o la sicurezza delle stesse) fanno si che il trasporto di piccole quantita' di merce (medicinali, provviste, etc etc) o di esigue quantita' di pax (medici, cacciatori per i safari, personale tecnico in giacimenti etc etc) sia piu' economico, sicuro e veloce per via aerea.
Le suddette premesse che giocano a favore del bush sono praticamente inesistenti in Italia e considerato l'ammontare delle varie tasse che graverebbero sull'eventuale "compagnia bush" (immatricolazioni, atterraggio, parcheggio, carburante etc etc......), la vedo come una realta' estremamente anti-economica.
Vuoi mandare un pacchetto in 12 ore a Napoli.......DHL, vuoi mandare una persona ad un meeting a Roma.......90 euro di treno e passa la paura.....

Un saluto

PIPPO
pippobaudo is offline   Reply
Old 1st Jul 2012, 19:58   #173 (permalink)
 
Join Date: Aug 2010
Location: south america
Posts: 14
Salve ...

Scrivo in vista che molti via privato mi chiedono sul sud-america.

Dunque innanzi tutto nel paese in qui lavoro i neo assunti con 200 ore non pagano il type, lo paga la compagnia.

L´ etá non é problema e non é un requisito, ho visto gente con 200 ore e 45 anni entrare come copiloti.

Non esiste il line training pagato dall assunto.

Ho sentito dire da alcuni che si sono pagati it type del Dc-9, ma parliamo di almeno 6 o 7 anni fa, oggi non piú.

Quando si firma il contratto di lavoro il type non lo scontano dallo stipendio ma esigono almeno 2 anni di lavoro con loro, se vai via prima lo scontano da ció che dovrebbero darti per legge locale quando decidi di andare via oppure nel caso di essere licenziato, questo é ció che si firma, ma per legge locale non potrebbero farlo (si é assurdo, ma é cosí, meglio per noi).

Non esistono sindacati di piloti da píu di 10 anni.

Le opportunitá si aprono ciclicamente QUASI ogni anno, su 4 o 5 compagnie di linea che ci sono.

Io sono da 3 anni e mezzo qui e in 2 opportunitá ho visto entrata di 2 gruppi di neo assunti 200 ore con 15 in ogni gruppo soltanto in questa compagnia che é la piú grande.

I type sono vecchi, parliamo de MD 80-83 ... 737-200 ... i Dc-9 sono in uscita.

Le autoritá locali studiano e progettano il rinnovo di flotta con le private, ma personalmente la vedo lontana.

Chi capita nella statale potrebbe andare sul CRJ, nuovo.

Nel giro di alcuni anni si fanno 1500 2000 ore da co-piloti su aerei di piú di 12 tonnellate.

Nel giro di 3.5 - 5 anni si passa a sinistra.

La mancanza di piloti locali si appesantisce ogni anno sempre di piú.

Il motivo é semplice, ... i piloti col tempo vanno via e cercano altrove non appena hanno o 1500 sia co-piloti che PIC di linea.

In genere vanno in Africa con stipendi di quasi 5000$ a 10000 $ volando i loro vecchi type nella Libia, nel Congo in Egitto o anche nella lontana Tailandia oppure sbarcano qui vicino nel Panama dove il type lo paga Copa airlines (assetata di comandanti minimo 1500 pic) vanno sui 37 NG nuovi di zecca, per poi puntare con le 500 type verso le dune o la cina con stipendi da stratosfera paragonati sempre a quelli locali.

Senza specificare il paese, in genere piú o meno il sud america ha le stesse caratteristiche, mi azzarderei a lasciar fuori come caso speciale il Cile che non conosco ma di cui me ne parlano molto bene, con uno sviluppo costante ed un settore aeronautico ottimo.

I stipendi sono bassi paragonati con quelli altrove (nonostante i piloti abbiano i migliori), insicurezza sociale (le zone piú sicure sono le piú costose), belle donne, belle spiaggie, bel clima, gente molto socievole e simpatica, tanti colori.

Non lo consiglio a chi giá ha una famiglia.

Non é l´Africa ... non é la colta Europa.

Si vola senza gps (si ...sulla linea non nella generale), ad eccezione di alcune, i piú attuali MD e 37 hanno gnss e fms a metá , alcuni pms. Quasi tutti sono a strumentazione analogica o ibridi.

Il bus praticamente non esiste tra noi.

Si "radio-naviga" tanto, le comunicazzioni sono difficili, gli aeroporti sono poco attrezzati e mal mantenuti, si volano aerei con non pochi problemi la cui soluzione quasi sempre va a conto dei piloti (problemi di auto pilot, pressurizzazioni, anti ice, air conditioning, idraulici, radar meteo, motori, traffic resolutions...).

Ogni 6 mesi si va negli States al simulatore per 4 giorni e si cambia aria.

Questo é quello che vedo dal cockpit, e fuori.

In bocca al lupo.


Nota:

Interessati ... requisiti indispensbili.

1- conoscenza della lingua locale.

2- Cittadinanza locale o doppia cittadinanza.

Ho appena rivisto la legge, e dice che a meno che ci sia una mancanza di piloti locali estrema si puo provvedere all impiego di stranieri pero solo 6 mesi con rinnovo in situazioni particolari.

Di stranieri nella comagnia dove sono, non ne ho visti, solo quelli che come me hanno doppia cittadinanza.

Scusate se per motivi di privacy non specifico il paese.

Saluti.

Last edited by PilotNG; 1st Jul 2012 at 20:28.
PilotNG is offline   Reply
Old 1st Sep 2012, 09:22   #174 (permalink)


Probationary PPRuNer
 
Join Date: Sep 2012
Location: Sydney
Posts: 1
buongiorno a tutti,
Sono nuovo nel forum e vorrei intraprendere la carriera da pilota (essendo sempre stato il mio sogno).
Cercando informazioni a destra e sinistra o trovato molte cose utili e spiegazioni chiare da gente che conosce l'aviazione (molto piu di me) e ha molta esperienza.
Sicuramente saro' ripetitivo e molte delle domande che faro' saranno state fatte centinaia di volte,ma non avendo esperienza e partendo da zero avrei bisogno di capire bene come e' la situazione.
Premetto dicendo che voglio fare il pilota ha qualsiasi livello non necessariamente di linea, mi "accontenterei" come secondo ufficiale in un aereo commerciale. Non sparo alto per il momento perche' la strada e' sicuramente lunga,tortuosa e dispendiosa. Insomma qualsiasi lavoro che mi dia da vivere e che mi faccia volare. Inoltre, altra premessa, non penso di tornare in Italia a cercare lavoro (I posti dimenticati da Dio mi piacciono molto).
Da poco piu di 3 anni passati alla scoperta dell'Asia e Australia ora vivo (Non Permanent resident) a Sydney e tra vari lavori e corsi di studio (non aviazione) ho deciso che voglio fare il pilota.
All'aeroporto di Bankstown ci sono diverse scuole di volo e vorrei chiedere informazioni se qualcuno conosce una scuola valida qui a Syd. Leggendo su altri forum (Australia) ho trovati molti pareri contrastanti per quanto riguarda Basair,Sydney Aviation college and Aerospace Aviation quindi se qualcuno ha informazioni in merito sarebbe di grande aiuto, anche perche',essendo italiano, vorrei conoscere pareri da parte di italiani che hanno intrapreso la carriera da pilota e hanno fatto esperienza nel mondo (ovviamente e' solo una mia impressione ma penso ci sia una diffenza di fondo ad essere Italiano o Americano o Australiano quando fai una domanda di lavoro per una compagnia aerea,o sbaglio?).
Qui a Syd le scuole di volo sono parecchio costose (si parla di 80K AUD per CPL e Multi Engine Command Instrument Rating e il mio portafoglio non e' molto gonfio quindi sono anche disposto a spostarmi in US (dove se non sbaglio costa meno) e principalmente in Texas dove ho visto molti commenti favorevoli per la scuola "Skymates". Commenti a riguardo?? Alte scole valide in US?
Inoltre,quanlcuno potrebbe spiegarmi la differenza dell'abilitazione CASA e JAA e dove (tra AUS e US) si puo' o non si puo prendere?
Un'altra cosa,leggendo in varie parti ho capito che le compagnie li linea (se mai un giorno decidero' di arrivare la) non tengono neanche in considerazione che non e' in possesso di una qualsiasi tipo di laurea, per quanto riguarda aerei commerciali o piccole compagnie?
Come italiano, e' possibile trovare lavoro in US, AUS, Sud America, Asia?non avendo rispettiva Green card, Permanent residency,doppie cittadinanze ecc?....o bisogna per forza tornare in Europa? Lasciando perdere botte di fortuna, raccomandazioni ecc ecc, che possibilta reali ci sono per un pilota con 200h di volo? remunerazione?....non inporta dove,basta volare...
Scusate la mia ignoranza in materia ma e' da poco che ho preso questa decisione e ho un certo bisogno di capire dove investire bene i due soldi che ho da parte. Se qualcuno mi da un'idea sul percorso (realistico e realizzabile) da fare, da una parte o un'altra nel mondo sarebbe di grande aiuto.
Vi ringrazio in anticipo.
dreaming87 is offline   Reply
Old 21st Nov 2012, 23:09   #175 (permalink)
 
Join Date: Nov 2012
Location: Milan
Age: 27
Posts: 20
@pippobaudo:

Giusto per peggiorare la lista della compagnie in crisi: Air dolomiti (non arrivano gli emb195 nuovi. Lufthansa sta pensando di scaricare le compagnie low cost e quindi anche German wings). Informazione avuta sabato scorso da comandante di 777 alitalia e da un comandante air dolomiti con cui ho parlato.
pk487 is offline   Reply
Old 23rd Nov 2012, 13:00   #176 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
@pk487

Come volevasi dimostrare..........
Non allarghiamo poi il discorso fuori confini europei, senno' troviamo veramente la devastazione.......un nome? Kingfisher per esempio......
Oppure peggio ancora, notizia fresca e credo attendibile.........Airfrance prevede un ridimensionamento dei piloti, dei 4200 circa in forza, 400 probabilmente a spasso a breve; circa 200 in prepensionamento, 100 a contratto temporaneo in Asia, 100 boh......
Airfrance, dalla sua creazione nel 1937 (credo) non aveva MAI tagliato i piloti.......MAI......e qui stiamo parlando del 10%.
Ai posteri.......

Pippo
pippobaudo is offline   Reply
Old 23rd Nov 2012, 13:27   #177 (permalink)
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,403
La voce è confermata anche da un mio amico cpt in Airfrance. Ogni anno fanno buchi da milioni di euro, non possono continuare cosi.
mau mau is offline   Reply
Old 23rd Nov 2012, 17:11   #178 (permalink)
 
Join Date: Feb 2006
Location: roma
Age: 44
Posts: 92
Tanto per rimanere in tema, la Qatarairways qualche giorno fa' si e' ritirata dalle trattative con Cargolux.
35% di capitale azionario ovvero circa 120 milioni di euro che se ne vanno da una delle tante compagnie che accusa la crisi finanziaria del momento........
Questo e' il mondo aviazione oggi....
pippobaudo is offline   Reply
Old 7th Dec 2012, 03:50   #179 (permalink)


Probationary PPRuNer
 
Join Date: Dec 2011
Location: Rome
Age: 23
Posts: 6
Riassunto della situazione:
ragazzi se non avete una montagna di soldì il pilota non lo potete fare, le chiacchiere stanno a zero.
Le compagnie sono in crisi ed è un investimento rischiosissimo anche per chi ce li ha da buttare 80.000 euro.
visnobbi is offline   Reply
Old 17th Dec 2012, 14:41   #180 (permalink)
 
Join Date: Dec 2012
Location: Italy
Posts: 14
credo che al titolo del forum, oltre che al come e dove, manchi soprattutto il PERCHE' ?!?!
blacktip is offline   Reply
Reply
 
 
 


Thread Tools


Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are Off
Pingbacks are Off
Refbacks are Off



All times are GMT. The time now is 03:42.


vBulletin® v3.8.7, Copyright ©2000-2014, vBulletin Solutions, Inc.
SEO by vBSEO 3.6.1
© 1996-2012 The Professional Pilots Rumour Network