Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Ryanair piange miseria ?

Ryanair piange miseria ?

Old 9th Oct 2019, 08:59
  #181 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
É piantatela di parlare di gente che dal lordo non pagava le tasse perché é una pratica che puô avere adoperato qualche delinquente anni fa, ma che con i self employed irlandesi é da 10 anni impossibile, perché i commercialisti devono essere approvati dalla compagnia stessa.
One thousand is offline  
Old 9th Oct 2019, 09:02
  #182 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by DEVILFISH
Scusami, leggendo il tuo post e riassumendo, Cisl avrebbe mandato di fatto la finanza negli uffici Ryan perché invidiosi delle condizioni contrattuali?
non è certo il senso di quanto ho scritto furbacchione 🤣
One thousand is offline  
Old 9th Oct 2019, 09:10
  #183 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 73
Posts: 1,447
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand
É piantatela di parlare di gente che dal lordo non pagava le tasse perché é una pratica che puô avere adoperato qualche delinquente anni fa, ma che con i self employed irlandesi é da 10 anni impossibile, perché i commercialisti devono essere approvati dalla compagnia stessa.
Ti chiedo scusa, ma c'è un pochino di confusione. Il Sindacato (nessuno)* ha mai agito contro i lavoratori.*

Per quanto riguarda il discorso tasse, premesso che c'è una differenza tra "Self Employed" e "Bogus Self Employed" ho semplicemente asserito che ci sono Dipendenti che vivonon in uno Stato ed usufruiscono dei servizi di questo ma che non pagano le tasse per lo Stato stesso. Questa è una realtà, é all'attenzione della Commissione, e tutta l'Europa si sta muovendo in questa direzione (che piaccia o meno).*

Alzo comunque le mani in quanto non ho interesse ad entrare in polemica.*
RaymundoNavarro is offline  
Old 9th Oct 2019, 10:07
  #184 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by RaymundoNavarro
Ti chiedo scusa, ma c'è un pochino di confusione. Il Sindacato (nessuno)* ha mai agito contro i lavoratori.*

Per quanto riguarda il discorso tasse, premesso che c'è una differenza tra "Self Employed" e "Bogus Self Employed" ho semplicemente asserito che ci sono Dipendenti che vivonon in uno Stato ed usufruiscono dei servizi di questo ma che non pagano le tasse per lo Stato stesso. Questa è una realtà, é all'attenzione della Commissione, e tutta l'Europa si sta muovendo in questa direzione (che piaccia o meno).*

Alzo comunque le mani in quanto non ho interesse ad entrare in polemica.*
Ció che stai dicendo è sacrosanto!
il problema di tutto è in una legge Irlandese ( avvallata dalle doppie imposizioni*, la quale prevede che le tasse vadano pagate in Irlanda.
E’ il motivo della scissione in Malta air e condizione indispensabile per poter pagare le tasse solo
in Italia e non avere doppie imposizioni ( che hanno cercato di affibbiare ai lavoratori dopo le denunce contro Ryanair da parte di fit cisl.
il problema non sono state le denunce, ma il fatto che sono stati lasciati soli i lavoratori! Hanno colpito la parte debole/già lesa ( pensando male per proteggere Ryanair e il governo che aveva fatto i*vari accordicchi con i vari delrio ecc)
One thousand is offline  
Old 9th Oct 2019, 11:15
  #185 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2010
Location: EUROPE
Age: 54
Posts: 592
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand

non è certo il senso di quanto ho scritto furbacchione 🤣
Furbacchione cosa! Vai a rileggerti il tuo post.
DEVILFISH is offline  
Old 9th Oct 2019, 12:34
  #186 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by DEVILFISH
Furbacchione cosa! Vai a rileggerti il tuo post.
dai non fare il permaloso ! Diciamo che quei sindacato si sono mossi in maniera molto goffa e di fatto chi ci ha rimesso sono i dipendenti ! Si capisce meglio ?
One thousand is offline  
Old 9th Oct 2019, 15:08
  #187 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2010
Location: EUROPE
Age: 54
Posts: 592
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand


dai non fare il permaloso ! Diciamo che quei sindacato si sono mossi in maniera molto goffa e di fatto chi ci ha rimesso sono i dipendenti ! Si capisce meglio ?
Tranquillo non me la prendo. Devo dirti che come Ray ha spiegato la cosa, la manovra sindacale a cui ti riferisci mi sembra tutto tranne che goffa.
A scanso di equivoci sono lontano anni luce dai sindacati.
DEVILFISH is offline  
Old 9th Oct 2019, 20:39
  #188 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2013
Location: Italy
Posts: 216
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand

Quando sono arrivati ‘sti fenomeni da carrozzone,*sono iniziati i problemi e le doppie imposizioni. ( emblematica quella di pagare l’inps in 2 stati )
Anpac finora é stata l’unica che ha tolto le castagne dal fuoco. Gli altri si sono dimostrati dei tesserifici tossici.
Per dovere di cronaca l’INPS in due stati non è possibile pagarlo. O paghi il PRSI in Irlanda (4% su praticamente tutto lo stipendio) o paghi il Fondo Volo in Italia (13,247% comprensivo di FSTA sull’imponibile previdenziale calcolato all’Italiana maniera). Se intendi con INPS in due stati il pagamento della USC (tassa incrementale dallo 0,5% all’8%), ti stai sbagliando. Pur chiamandosi Universal Social Charge, non ha nulla a che vedere con la previdenza.
Buzz Fuzz is offline  
Old 9th Oct 2019, 20:50
  #189 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2013
Location: Italy
Posts: 216
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by RaymundoNavarro


Però chi in Italia si è mosso per iniziare a reclamare diritti...beh...non è stato un gruppo di "Colleghi inferocito su una lista WAP" e neppure tanti altri che anzi all'inizio.. si giravano dall'altra parte!

Scusa Ray, ma dalla tua precedente cronistoria manca comunque il movimento RPG, che per quanto discutibile *e infruttuoso, ha visto la prima collaborazione tra piloti Ryan. All’epoca i dipendenti erano si e no il 30%.
Certamente i colleghi inferociti su WAP non sono stati i primi, ma da quelle liste è partita comunque la scintilla e la consapevolezza *che un cambiamento era finalmente possibile. Molti di quei colleghi hanno in prima persona rischiato molto, specialmente agli albori del movimento. Sono certo che non era tua intenzione sminuirli, tenevo comunque a precisarlo.

Un abbraccio
Buzz Fuzz is offline  
Old 9th Oct 2019, 20:58
  #190 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by Buzz Fuzz


Per dovere di cronaca l’INPS in due stati non è possibile pagarlo. O paghi il PRSI in Irlanda (4% su praticamente tutto lo stipendio) o paghi il Fondo Volo in Italia (13,247% comprensivo di FSTA sull’imponibile previdenziale calcolato all’Italiana maniera). Se intendi con INPS in due stati il pagamento della USC (tassa incrementale dallo 0,5% all’8%), ti stai sbagliando. Pur chiamandosi Universal Social Charge, non ha nulla a che vedere con la previdenza.
ah Si mi sto sbagliando ? Ma pensa té ! Vedi che moltissimi contractors hanno pagato prsi e contributi inps contemporaneamente ( non fondo volo ma altre gestioni )
ah non dimenticare che da contractor paghi anche la parte del datore di lavoro quindi totale circa 24%
One thousand is offline  
Old 9th Oct 2019, 20:58
  #191 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2013
Location: Italy
Posts: 216
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand

Ti *assicuro che dopo aver pagato tutte le tasse fino all’ultimo, in uno stato dove le aliquote sono più alte che da noi.
Ni, in realtà le aliquote in Irlanda non sono più alte. Sono solo 2, una al 20% e una al 40% a cui si somma la USC, incrementale come spiegato prima. Se paghi social in Irlanda si aggiunge un altro 4%. Al max sei al 52%. In Italia, le aliquote partono dal 23% e arrivano al 43%. Se paghi il fondo volo aggiungi il 13% circa (ma su circa metà stipendio), se facessi un lavoro normale, pagheresti circa un 10% su tutto.
Buzz Fuzz is offline  
Old 9th Oct 2019, 20:59
  #192 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2013
Location: Italy
Posts: 216
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand

ah Si mi sto sbagliando ? Ma pensa té ! Vedi che moltissimi contractors hanno pagato prsi e contributi inps contemporaneamente ( non fondo volo ma altre gestioni )
Scusa ma non avevi specificato contractors. Io parlo di dipendenti diretti. Per loro non è possibile.
Buzz Fuzz is offline  
Old 9th Oct 2019, 21:17
  #193 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 73
Posts: 1,447
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by Buzz Fuzz


Scusa Ray, ma dalla tua precedente cronistoria manca comunque il movimento RPG, che per quanto discutibile *e infruttuoso, ha visto la prima collaborazione tra piloti Ryan. All’epoca i dipendenti erano si e no il 30%.
Certamente i colleghi inferociti su WAP non sono stati i primi, ma da quelle liste è partita comunque la scintilla e la consapevolezza *che un cambiamento era finalmente possibile. Molti di quei colleghi hanno in prima persona rischiato molto, specialmente agli albori del movimento. Sono certo che non era tua intenzione sminuirli, tenevo comunque a precisarlo.

Un abbraccio
Si Buzz, assolutamente vero. Iobmi riferivo alla parte "prettamente nazionale".

Un abbraccio
RaymundoNavarro is offline  
Old 10th Oct 2019, 06:17
  #194 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by Buzz Fuzz


Scusa ma non avevi specificato contractors. Io parlo di dipendenti diretti. Per loro non è possibile.
Lo davo per scontato perché all’epoca erano quasi tutti contractor! Ma le tasse venivano sottratte alla fonte in Irlanda, come ad un normale dipendente. E quindi tutto ciò che concerneva la dichiarazione Italiana era un casino. ( compreso il fatto che non ci si poteva iscrivere al fondo volo, ma bisognava usare gestioni diverse )
One thousand is offline  
Old 10th Oct 2019, 14:38
  #195 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2013
Location: Italy
Posts: 216
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by One thousand

Lo davo per scontato perché all’epoca erano quasi tutti contractor! Ma le tasse venivano sottratte alla fonte in Irlanda, come ad un normale dipendente. E quindi tutto ciò che concerneva la dichiarazione Italiana era un casino. ( compreso il fatto che non ci si poteva iscrivere al fondo volo, ma bisognava usare gestioni diverse )
Io davo per scontato i dipendenti, mea culpa. Quindi nel cedolino del contractor fornito da O’Connor e simili, si aveva il PAYE, USC e PRSI? Si, per iscriversi al fondo volo bisogna essere dipendente di una compagnia aerea, cosa che non era il contractor.
Comunque un conto è la dichiarazione dei redditi fatta in Italia, con cui fai un conguaglio e via, ma parliamo di IRPEF. L’inps, perdonami, chi lo chiedeva e in che forma veniva pagato? Di che anni stiamo parlando?
Grazie,
Buzz Fuzz is offline  
Old 10th Oct 2019, 21:33
  #196 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: Italy
Posts: 391
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by Buzz Fuzz


Io davo per scontato i dipendenti, mea culpa. Quindi nel cedolino del contractor fornito da O’Connor e simili, si aveva il PAYE, USC e PRSI? Si, per iscriversi al fondo volo bisogna essere dipendente di una compagnia aerea, cosa che non era il contractor.
Comunque un conto è la dichiarazione dei redditi fatta in Italia, con cui fai un conguaglio e via, ma parliamo di IRPEF. L’inps, perdonami, chi lo chiedeva e in che forma veniva pagato? Di che anni stiamo parlando?
Grazie,
si esattamente ! Paye usc prsi! Non mancava nullla. Inps andava regolarizzato ( i più prudenti su tutto, I bilanciati solo sulle tratte italiane, i più avvezzi al rischio non lo pagavano ) su una gestione scelta a ***** dal commercialista . Insomma una frustrante Jungla.
One thousand is offline  
Old 26th Mar 2020, 09:20
  #197 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Posts: 2,435
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Per la rubrica dare a Cesare quel che è di Cesare : mi sembra che Ryanair sti affrontando questa situazione con una comunicazione ed una strategia ampiamente superiore ai suoi competitors, nello specifico easyJet.
sonicbum is offline  
Old 26th Mar 2020, 12:32
  #198 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2007
Location: World
Posts: 2,594
Likes: 0
Received 3 Likes on 2 Posts
Mah, in Italia Ryanair ha assegnato unpaid leave a tutti, pur non essendo previsto dal contratto. Per il resto ha chiesto la CIGS contemporaneamente a easyJet, che al momento paga tutto fino all'approvazione, per cui decidi tu chi si è comportato più correttamente.
In tutti paesi ezy sta facendo domanda per i sussidi previsti dalle varie legislazioni locali, più o meno generosi che siano.
Non essendoci il concetto di cigs in UK han provato a proporre un contratto temporaneo agli inglesi che non hanno accettato, e in ogni caso un giorno dopo è uscita la proposta del governo inglese, per cui avranno anche loro, al momento per due mesi, poi si vedrà, una forma di aiuto statale.
Molti contractor in Buzz sono stati lasciati a casa senza preavviso, mentre gli altri sono stati costretti ad accettare una riduzione significativa del volato minimo garantito. Quelli che non hanno accettato hanno avuto lettera di licenziamento.

Last edited by dirk85; 26th Mar 2020 at 15:14.
dirk85 is offline  
Old 26th Mar 2020, 14:39
  #199 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Posts: 2,435
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Originally Posted by dirk85
Mah, in Italia Ryanair ha assegnato unpaid leave a tutti, pur non essendo previsto dal contratto. Per il resto ha chiesto la CIGS contemporaneamente a easyJet, che al momento paga tutto fino all'approvazione, per cui decidi tu chi si è comportato più correttamente.
In tutti paesi ezy sta facendo domanda per i sussidi previsti dalle varie legislazioni, più o meno generosi che siano.
Non essendoci il concetto di cassa in UK han provato a proporre un contratto temporaneo agli inglesi che non hanno accettato, e in ogni caso un giorno dopo è uscita la proposta del governo inglese, per cui avranno anche loro, al momento per due mesi, poi si vedrà, una forma di aiuto statale.
Molti contractor in Buzz sono stati lasciati a casa senza preavviso, mentre gli altri sono stati costretti ad accettare una riduzione significativa del volato minimo garantito. Quelli che non hanno accettato hanno avuto lettera di licenziamento.
Grazie per le delucidazioni. Io mi baso su quello che leggo sui giornali / forum o quanto sento da radio galley non lavorando in nessuna delle due compagnie, quindi se anche in easy la strategia è giusta meglio così.
sonicbum is offline  
Old 26th Mar 2020, 15:19
  #200 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2007
Location: World
Posts: 2,594
Likes: 0
Received 3 Likes on 2 Posts
Giusta fino a un certo punto. Alcune compagnie hanno previsto un'integrazione degli stipendi degli equipaggi, laddove le forme di aiuto erano particolarmente penalizzanti, mentre easyJet al momento non sembra voler fare lo stesso.
In particolare i colleghi spagnoli, e in minor misura i tedeschi sembrano essere messi peggio, ma la colpa più che della compagnia è delle leggi locali, che garantiscono solo livelli minimi di sussistenza.
In Italia come in Francia DOVREMMO essere messi non malissimo, ma si aspettano ancora conferme ufficiali.
Sarebbe una beffa non avere lo stesso trattamento dei colleghi AZ, visto che paghiamo tasse e contributi in Italia come loro da moltissimi anni ormai.
dirk85 is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service

Copyright © 2024 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.