Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Can we improve trainee pilot selection to ensure successful training outcomes?

Can we improve trainee pilot selection to ensure successful training outcomes?

Old 12th Aug 2020, 08:31
  #41 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: Milano
Age: 35
Posts: 271
Originally Posted by nibbio86 View Post
Complimenti per la capacita' di usare google

Non posso dire lo stesso per quanto riguarda il seguire un filo logico, ma va bene cosi'
Ma filo logico di che? Di sto tizio? La logica di prendere un concetto giusto, portarlo all'estremo, mischiarlo con cose che non c'entrano e usalo per dimostrare la propria tesi? Prendere statistiche basate sulla propria classe? Ascoltare le tesi di divisione dei sessi di uno che guarda agli anni 50 come esempio di società?
***** grazie a dio certe compagnie si sforzano di cambiare l'atteggiamento di questo settore.
Pensi che l'unico motivo per cui le donne sono meno incentivate a intraprendere questa carriera sia perché preferiscono stirare?

Forse forse dovresti imparare a usare google per ricercare il background delle tue fonti...
I-NNAV is offline  
Old 12th Aug 2020, 09:53
  #42 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2011
Location: Aldebaran
Posts: 275
Originally Posted by I-NNAV View Post
Ciao!
Il punto continua ad essere che la compagnia decide i requisiti quindi fintanto che questo non genera una falla nella sicurezza, mi spiace ma è una loro decisione.
Il fatto che tu ti senta più in diritto di avere un posto rispetto a qualcun altro é un aspetto soggettivo.
Abbiamo dati che dimostrano che il livello medio dei piloti donna assunti è più basso? Abbiamo dati che le piloti donna hanno statistiche di sicurezza peggiori? Siamo in grado di valutare gli altri come piloti senza prendere in considerazione sesso razza e simpatia? Perché se le donne performano bene quanto gli uomini allora torniamo finalmente nel topic del "come selezioniamo cadetti migliori?".
Sul primo punto posso essere d'accordo, ragionamento speculare si potrebbe fare sulle major che richiedono la conoscenza della lingua locale, o chi richiede una laurea, etc. Sono requisiti, legittimi in quanto frutto delle scelte di quell'azienda.
Quello che però non mi torna è sull'esempio che ha fatto Theholdingpoint. Se l'obiettivo è avere tot donne entro tot anni, abbiamo due possibilità: obiettivo centrato o obiettivo non centrato. Se l'obiettivo viene centrato con i criteri selettivi odierni, perfetto così. Ma se l'obiettivo non viene centrato, che si fa? Si ammette che non è stato centrato o si forza la mano per centrarlo?... Ed ecco che quel 75 vs 100 dell'esempio comincia ad assumere toni meno legittimi, perché se la selezione deve tirare fuori i migliori, allora 100 >75 a casa mia. Se al contrario la selezione deve tirare fuori dei numeri per genere, la questione cambia e torniamo ai requisiti scelti dall'azienda. Con la sostanziale differenza però che la conoscenza di una lingua, o una laurea, sono requisiti tecnici, pure opinabili eh, che quantomeno possono avere risvolti pratici nella vita lavorativa di tutti i giorni.
Il sesso invece è un criterio messo lì per seguire il mito, anzi la moda, della pilotessa, e fine. A livello tecnico e umano non vi è niente di niente che giustifichi le quote rosa, e neanche che non le giustifichi. Semplicemente questo è un lavoro che andrebbe scelto consapevolmente e con una grossa dose di passione, cosa che secondo me non nasce prendendo delle ignare ventenni e facendo loro il lavaggio del cervello su quanto sia glamour pilotare un aereo.

B77L is offline  
Old 12th Aug 2020, 13:11
  #43 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 48
Posts: 1,735
Le c.d. "quote rosa" sono, anche nel nostro mestiere, una minchiata colossale.
Selezioni e valutazioni devono essere aperte ad entrambi i sessi (sì io sono rimasto che ne esistono solo 2) ed i più meritevoli andranno avanti.
Se solo una piccola percentuale di donne/uomini sceglie una determinata carriera, vuoi per la natura della professione e/o lo stile di vita che comporta, so be it.
sonicbum is offline  
Old 12th Aug 2020, 15:50
  #44 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,291
Originally Posted by B77L View Post
Sul primo punto posso essere d'accordo, ragionamento speculare si potrebbe fare sulle major che richiedono la conoscenza della lingua locale, o chi richiede una laurea, etc. Sono requisiti, legittimi in quanto frutto delle scelte di quell'azienda.
Quello che però non mi torna è sull'esempio che ha fatto Theholdingpoint. Se l'obiettivo è avere tot donne entro tot anni, abbiamo due possibilità: obiettivo centrato o obiettivo non centrato. Se l'obiettivo viene centrato con i criteri selettivi odierni, perfetto così. Ma se l'obiettivo non viene centrato, che si fa? Si ammette che non è stato centrato o si forza la mano per centrarlo?... Ed ecco che quel 75 vs 100 dell'esempio comincia ad assumere toni meno legittimi, perché se la selezione deve tirare fuori i migliori, allora 100 >75 a casa mia. Se al contrario la selezione deve tirare fuori dei numeri per genere, la questione cambia e torniamo ai requisiti scelti dall'azienda. Con la sostanziale differenza però che la conoscenza di una lingua, o una laurea, sono requisiti tecnici, pure opinabili eh, che quantomeno possono avere risvolti pratici nella vita lavorativa di tutti i giorni.
Il sesso invece è un criterio messo lì per seguire il mito, anzi la moda, della pilotessa, e fine. A livello tecnico e umano non vi è niente di niente che giustifichi le quote rosa, e neanche che non le giustifichi. Semplicemente questo è un lavoro che andrebbe scelto consapevolmente e con una grossa dose di passione, cosa che secondo me non nasce prendendo delle ignare ventenni e facendo loro il lavaggio del cervello su quanto sia glamour pilotare un aereo.

Ciao B77L,

Credo che l'obiezione che avete fatto tu e theholdingpoint sia del tutto legittima e probabilmente anche la più ricorrente. A me sembra però che il ragionamento sia parzialmente confuso poiché parte da un presupposto errato.
Se infatti vogliamo parlare di selezioni fatte seriamente, allora bisogna partire dal presupposto che queste si auto-regolano; i criteri di selezione interna e gli standard da raggiungere hanno sempre la precedenza su qualsiasi criterio esterno che venga arbitrariamente imposto a priori da chicchessia. Non ci sono numeri imposti che tengano.
Se invece parliamo di selezioni fatte all'acqua di rose, come ahimè se ne vedono tante, allora qualsiasi criterio arbitrariamente imposto dall'esterno sarà iniquo a prescindere, sia esso il sesso, la grandezza del portafogli, il colore della pelle etc.
Per questo credo che discutere sulla parità di genere quando si parla di tornare a selezionare come si deve mi sembra un po' come guardare il dito che indica la luna.
Già che però siamo in argomento...Trovo vera l'affermazione secondo la quale "a livello tecnico e umano non vi è niente di niente che giustifichi le quote rosa, e neanche che non le giustifichi".
In un ambiente da sempre prettamente maschile però provo a guardare le cose da un'altra prospettiva, andando un po' "out of the box". Mi chiedo se quello delle quote, in alcuni casi, non sia un metodo per invogliare l'altro sesso ad ampliare il bacino selettivo così da garantire maggior diversità all'interno delle organizzazioni. Sul fatto che la diversità sia un vantaggio spero non ci siano dubbi. Personalmente, ad esempio, ho sempre notato come le ragazze abbiano un'attitudine innata in alcuni elementi del CRM che invece noi maschietti dobbiamo prima imparare sui libri e poi applicare a mo' di checklist, almeno all'inizio...
EI-PAUL is offline  
Old 12th Aug 2020, 16:56
  #45 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2011
Location: Aldebaran
Posts: 275
Ciao EI-PAUL, capisco il tuo punto di vista e hai ragione, è più un guardare al dito che alla luna. La selezione ideale non esiste, è vero, e lo stesso portafogli è diventato il criterio più iniquo che esista.
Appartenendo però alla generazione dei social comincia a stancarmi questo continuo martellamento sulle donne pilota, sull’aumentare la presenza, su ogni 8 di marzo inondato di foto di equipaggi al femminile, etc. Spero sia giusta la tua analisi sul vero utilizzo delle quote, perché a me purtroppo sembra l’ennesima moda, dettata egregiamente dalle colleghe e dai colleghi che troviamo su Instagram: un mondo fatato in cui fare il pilota è diventato un costoso gioco fra la pubblicità di una crema solare in quota e un video su cosa comprare col primo stipendio da Cpt, un gioco che tanto chiunque può fare, e quindi provate, proviamo, tanto è un gioco...e qui torno on topic sulle selezioni...
E a proposito, relativamente al CRM, su quali aspetti hai notato maggiore attitudine?
B77L is offline  
Old 12th Aug 2020, 23:17
  #46 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2006
Location: too far away from home
Age: 34
Posts: 263
Originally Posted by I-NNAV View Post
Ma filo logico di che? Di sto tizio? La logica di prendere un concetto giusto, portarlo all'estremo, mischiarlo con cose che non c'entrano e usalo per dimostrare la propria tesi? Prendere statistiche basate sulla propria classe? Ascoltare le tesi di divisione dei sessi di uno che guarda agli anni 50 come esempio di società?
***** grazie a dio certe compagnie si sforzano di cambiare l'atteggiamento di questo settore.
Pensi che l'unico motivo per cui le donne sono meno incentivate a intraprendere questa carriera sia perché preferiscono stirare?

Forse forse dovresti imparare a usare google per ricercare il background delle tue fonti...
Il fatto che condivido l'opinione di una persona su un argomento non significa necessariamente che condivida tutte le sue opinioni su tutti gli argomenti.
Se Toto' Riina avesse fatto un video in cui spiega il teorema di Pitagora, avrei dovuto essere d'accordo con lui almeno su quel soggetto. Sarei comunque rimasto in disaccordo sullo sciogliere bambini in vasche piene di acido.

Per quanto riguarda la diversita' di interessi, questo e' uno studio dell'Universita' di Melbourne che prende una snapshot di tutte le universita' del Paese nel 2016.










nibbio86 is offline  
Old 13th Aug 2020, 09:02
  #47 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: Milano
Age: 35
Posts: 271
Fantastico Nibbio, senza entrare nel aspetto del perché le donne non sobo attratte da alcuni campi, nell'IT, il campo meno richiesto, rappresentano il 14%.
Le donne pilota sono il 5%, è per te rappresentativo?
Per quanto riguarda il "prof" io contenesto tanto la persona quanto l'argomentazione.

Torniamo poi al punto di partenza, io mi sono incazzato perché qualcuno ha associato la scarsa performance di uno specifico pilota al suo genere, pensi che sia corretto?

Infine l'argomento sarebbe come selezioniamo migliori piloti, trovi che il problema centrale nella qualità dei nuovi entranti sia il numero di donne che vogliono assumere?


I-NNAV is offline  
Old 13th Aug 2020, 11:16
  #48 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
Originally Posted by I-NNAV View Post
Mi piace come nel forum inglese tu abbia provato a portare avanti la tua teoria sessista e nessuno ti abbia dato corda. Quindi per te se uno è donna o nero è passato sicuramente per un doppio standard. Tu sei il tipo di troglodita che spero gli HR smettano di assumere, perché di certo non avrei piacere di dividere con te il mik cockpit.

ma invece di continuare a dare consigli agli HR dicendogli chi dovrebbero assumere perchè non diventi tu un HR??????? troppo difficile????

comunque la storia del 20-25% di female pilots è una stronzata abissale, non ci saranno mai così tante donne pilota, inutile negarlo..... lì ha iniziato una compagnia che voleva fare la furba e pensava di prendersi da sola la quasi totalità di donne esistenti solo per farsi pubblicità (perchè fa molto figo fare il "metoo" o il politically correct estremo specialmente nell'idiota mondo anglosassone, ma dato che hanno iniziato a farlo tutti alla fine la percentuale rimane sempre quella: 1 su 20. Poi che questo 1 su 20 debba avere un' accesso preferenziale è una cosa da far mettere le mani nei capelli.

Last edited by shinners; 13th Aug 2020 at 13:32.
shinners is offline  
Old 13th Aug 2020, 14:33
  #49 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2004
Location: Just Around The Corner
Posts: 1,212
Quindi se nella compagnia delle quote rosa un anno non si presenta nessun candidato femminile cosa fanno ?
Le reclutano tipo leva obbligatoria ?
Oppure bastera presentarsi e dire " sono donna " per essere assunto ?
In 108 di Aeronautica Militare c'e stato solo un caso Giulia Schiff , che genere era la tipa che voleva far passare il lancio nella fontana di Latina dopo il primo solo come molestie ?
Nick 1 is offline  
Old 13th Aug 2020, 15:14
  #50 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,291
Originally Posted by B77L View Post
Ciao EI-PAUL, capisco il tuo punto di vista e hai ragione, è più un guardare al dito che alla luna. La selezione ideale non esiste, è vero, e lo stesso portafogli è diventato il criterio più iniquo che esista.
Appartenendo però alla generazione dei social comincia a stancarmi questo continuo martellamento sulle donne pilota, sull’aumentare la presenza, su ogni 8 di marzo inondato di foto di equipaggi al femminile, etc. Spero sia giusta la tua analisi sul vero utilizzo delle quote, perché a me purtroppo sembra l’ennesima moda, dettata egregiamente dalle colleghe e dai colleghi che troviamo su Instagram: un mondo fatato in cui fare il pilota è diventato un costoso gioco fra la pubblicità di una crema solare in quota e un video su cosa comprare col primo stipendio da Cpt, un gioco che tanto chiunque può fare, e quindi provate, proviamo, tanto è un gioco...e qui torno on topic sulle selezioni...
E a proposito, relativamente al CRM, su quali aspetti hai notato maggiore attitudine?
La mia più che un'analisi è un mero punto di vista personale ed anche un tentativo di offrire un'altra faccia della medaglia. Le mode vanno e vengono, ma una volta passate non è poi detto che quel che è stato sia tutto da gettar via.

Originally Posted by B77L View Post
​​​​​E a proposito, relativamente al CRM, su quali aspetti hai notato maggiore attitudine?
Più che maggiore attitudine la definirei una maggior capacità relazionare, che quindi genera un minore sforzo a fare determinate cose. Ma qui la premessa necessaria è che sto facendo una generalizzazione, come tale va presa con le molle onde evitare di "stereotipare" troppo.
Quello che ho notato fino ad un paio di anni fa è una maggiore creatività nel problem solving, anche se non è scontato che questo scaturisca poi in un miglior decision making.
In generale, ho notato una maggior propensione alla collaborazione ed alla cooperazione, soprattutto rispetto a situazioni che vedono invece presenti due "galli" nella gabbia (non dimentichiamoci mai il significato etimologico della parola cockpit...). In generale ho notato una maggior propensione alla comunicazione, anche se quest'ultimo elemento non sempre può avere connotazioni del tutto positive.
EI-PAUL is offline  
Old 13th Aug 2020, 15:23
  #51 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,291
Originally Posted by Nick 1 View Post
Quindi se nella compagnia delle quote rosa un anno non si presenta nessun candidato femminile cosa fanno ?
Le reclutano tipo leva obbligatoria ?
Oppure bastera presentarsi e dire " sono donna " per essere assunto ?
Beh no Nick, se la selezione è seria e non ci sono ragazze in numero sufficiente che riescano a ricoprire i requisiti allora non si reclutano o si reclutano solamente quelle idonee. Se invece la selezione non è seria verranno reclutate persone inidonee, a prescindere che essi siano ragazze o ragazzi.​​​​​​

Originally Posted by Nick 1 View Post
In 108 di Aeronautica Militare c'e stato solo un caso Giulia Schiff , che genere era la tipa che voleva far passare il lancio nella fontana di Latina dopo il primo solo come molestie ?
Io non conosco la storia del Sergente Schiff, quindi preferisco non commentare nel merito. Quello che però posso dire con certezza è che in AMI ormai ci sono ragazze ai comandi praticamente in tutte le linee volo. Ci sono cacciatrici sia su EFA, AMX che su Tornado. È auspicabile anche su F35. Molte hanno partecipato ad operazioni reali e non hanno nulla da invidiare ai loro colleghi maschi.
EI-PAUL is offline  
Old 13th Aug 2020, 16:36
  #52 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
Originally Posted by Nick 1 View Post
Quindi se nella compagnia delle quote rosa un anno non si presenta nessun candidato femminile cosa fanno ?
Le reclutano tipo leva obbligatoria ?
Oppure bastera presentarsi e dire " sono donna " per essere assunto ?
In 108 di Aeronautica Militare c'e stato solo un caso Giulia Schiff , che genere era la tipa che voleva far passare il lancio nella fontana di Latina dopo il primo solo come molestie ?

esatto l' ho letto caso inquietante.... immagina un rimprovero in cockpit, "mi ha palpata" molestie sessuali, stalking carcere preventivo????
shinners is offline  
Old 13th Aug 2020, 16:38
  #53 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
Originally Posted by EI-PAUL View Post
Beh no Nick, se la selezione è seria e non ci sono ragazze in numero sufficiente che riescano a ricoprire i requisiti allora non si reclutano o si reclutano solamente quelle idonee. Se invece la selezione non è seria verranno reclutate persone inidonee, a prescindere che essi siano ragazze o ragazzi.​​​​​​



Io non conosco la storia del Sergente Schiff, quindi preferisco non commentare nel merito. Quello che però posso dire con certezza è che in AMI ormai ci sono ragazze ai comandi praticamente in tutte le linee volo. Ci sono cacciatrici sia su EFA, AMX che su Tornado. È auspicabile anche su F35. Molte hanno partecipato ad operazioni reali e non hanno nulla da invidiare ai loro colleghi maschi.
donne capaci 100 volte più degli uomini ce ne sono ovvio, ma non si sta parlando di quello , si parla che CI DEVONO essere donne, una cosa moooolto diversa
shinners is offline  
Old 13th Aug 2020, 16:46
  #54 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: Milano
Age: 35
Posts: 271
Shinners, continui a dimostrare le tue mancanze.
Io non ho mai scritto chi deve assumere l'HR, anzi, io ho scritto che l'HR è libero di assumere chi ritiene idoneo e in linea con i desideri della compagnia, se il desiderio è assumere più donne possibile allora dovrebbero essere liberi di farlo, cosa che a molti fa tirare il ****.
Non mi sembra ci voglia un genio a capire che se l'obiettivo di un certo numero di donne capaci di passare la selezione non dovesse essere raggiungibile vorrà dire che assumeranno uomini.

Il tuo commento poi che le donne usino le molestie sul lavoro come arma svela la tua bassezza e ignoranza, visto che la maggior parte di questi eventi NON vengono denunciati, soprattutto quando riguardano assistenti di volo che sono spesso lavoratori più vulnerabili.

I-NNAV is offline  
Old 13th Aug 2020, 18:11
  #55 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,291
Originally Posted by shinners View Post
donne capaci 100 volte più degli uomini ce ne sono ovvio, ma non si sta parlando di quello , si parla che CI DEVONO essere donne, una cosa moooolto diversa
In realtà si cercava di parlare di come migliorare il processo selettivo in funzione degli attuali sillabi in vigore nella
maggior parte delle Compagnie, ma poi si è finito col parlare di quote rosa...
EI-PAUL is offline  
Old 13th Aug 2020, 23:11
  #56 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2006
Location: too far away from home
Age: 34
Posts: 263
Originally Posted by I-NNAV View Post
fantastico nibbio, senza entrare nel aspetto del perché le donne non sobo attratte da alcuni campi, nell'it, il campo meno richiesto, rappresentano il 14%.
Questo e’ un punto fondamentale, per cui ti prego di entrare nel discorso e darmi una spiegazione del fenomeno.
Riferendosi anche ai dati qui sotto proveninenti dallo UK sulle iscrizioni universitarie (questa e’ la fonte), mi devi pero’ anche spiegare il dominio delle donne nei campi della medicina, biologia, veterinaria, studi sociali, legge, lingue, arti creative & design ed educazione.
E visto che ci sei, mi potresti dire perche’ nel mondo universitario si sta osservando un divario crescente tra donne e uomini, dove le prime rappresentano una maggioranza in continua espansione?
Ricorda che devi far combaciare il tutto con la tua teoria di base secondo la quale il mondo occidentale moderno e’ fondamentalmente maschilista e discriminatorio nei confronti delle donne.
Buona fortuna.




Originally Posted by I-NNAV View Post
le donne pilota sono il 5%, è per te rappresentativo?
Rappresentativo della popolazione generale? No.
Perche’ ti preoccupa cosi’ tanto e perche’ senti il bisogno di forzare una diversita’ che al momento non si manifesta in maniera naturale?
Se un giorno il campo dell’aviazione sara’ composto da donne per l’80% non avro’ il minimo problema. Basta che non ci si arrivi tramite forzature.

Originally Posted by I-NNAV View Post
torniamo poi al punto di partenza, io mi sono incazzato perché qualcuno ha associato la scarsa performance di uno specifico pilota al suo genere, pensi che sia corretto?​
No, concordo pienamente con te.

Originally Posted by I-NNAV View Post
infine l'argomento sarebbe come selezioniamo migliori piloti, trovi che il problema centrale nella qualità dei nuovi entranti sia il numero di donne che vogliono assumere?​
Diventa un problema quando il genere e’, in un modo o in un altro, considerato un criterio di selezione.



nibbio86 is offline  
Old 13th Aug 2020, 23:30
  #57 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
[QUOTE]Il tuo commento poi che le donne usino le molestie sul lavoro come arma svela la tua bassezza e ignoranza, visto che la maggior parte di questi eventi NON vengono denunciati, soprattutto quando riguardano assistenti di volo che sono spesso lavoratori più vulnerabili[/QUOTE]

peccato che sia un caso che ho visto negli usa e dato che l'esaminatore era un vero pezzo di ***** (ma per niente stupido) sono quasi certo che fosse una balla per colpirlo e gli andò pure bene perchè era prima del metoo, fosse successo adesso, sarebbe stato molto peggio, forse la bassezza e l'ignoranza ce li ha qualcun altro non trovi? soprattutto nel giudicare gente che non si conosce su un forum con epiteti e invettive varie

[QUOTE]Io non ho mai scritto chi deve assumere l'HR[/QUOTE]


qua c'è un problema di sdoppiamento della personalità.......o di carenza di memoria a breve termine, scrivi delle cose e te ne dimentichi? non mi riferivo alle donne pilota, era un chiaro riferimento ad altri insulti che hai rivolto a me e ad un altro utente, ma chi ***** ti conosce? ma chi ti ha chiesto niente? puoi anche evitare di rivolgerti a me

ti rinfresco comunque la memoria perchè sembra che scrivi le cose e poi fai finta di non averle mai scritte

questa credo fosse riferita a Banana joe

"Tu sei il tipo di troglodita che spero gli HR smettano di assumere, perché di certo non avrei piacere di dividere con te il mik cockpit."



e questa a me

"Ps

Penso che assumerei ogni singolo HR che abbia mai segato shinners alle selezioni"


e poi hai scritto questo




Io non ho mai scritto chi deve assumere l'HR


a me sembra proprio un caso di personalità multipla, non proprio una cosa positiva......forse anche questa andrebbe segnalata agli HR no??

Last edited by shinners; 13th Aug 2020 at 23:54.
shinners is offline  
Old 13th Aug 2020, 23:37
  #58 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
Originally Posted by B77L View Post
Sul primo punto posso essere d'accordo, ragionamento speculare si potrebbe fare sulle major che richiedono la conoscenza della lingua locale, o chi richiede una laurea, etc. Sono requisiti, legittimi in quanto frutto delle scelte di quell'azienda.
Quello che però non mi torna è sull'esempio che ha fatto Theholdingpoint. Se l'obiettivo è avere tot donne entro tot anni, abbiamo due possibilità: obiettivo centrato o obiettivo non centrato. Se l'obiettivo viene centrato con i criteri selettivi odierni, perfetto così. Ma se l'obiettivo non viene centrato, che si fa? Si ammette che non è stato centrato o si forza la mano per centrarlo?... Ed ecco che quel 75 vs 100 dell'esempio comincia ad assumere toni meno legittimi, perché se la selezione deve tirare fuori i migliori, allora 100 >75 a casa mia. Se al contrario la selezione deve tirare fuori dei numeri per genere, la questione cambia e torniamo ai requisiti scelti dall'azienda. Con la sostanziale differenza però che la conoscenza di una lingua, o una laurea, sono requisiti tecnici, pure opinabili eh, che quantomeno possono avere risvolti pratici nella vita lavorativa di tutti i giorni.
Il sesso invece è un criterio messo lì per seguire il mito, anzi la moda, della pilotessa, e fine. A livello tecnico e umano non vi è niente di niente che giustifichi le quote rosa, e neanche che non le giustifichi. Semplicemente questo è un lavoro che andrebbe scelto consapevolmente e con una grossa dose di passione, cosa che secondo me non nasce prendendo delle ignare ventenni e facendo loro il lavaggio del cervello su quanto sia glamour pilotare un aereo.
se guardi quella cretinata della easyjet lì sembra che ci siano più del 50% di donne pilota, già il contenuto di marketing si basa su una bugia (e soprattutto questa bugia dovrebbe rappresentare per l'azienda un vanto)
shinners is offline  
Old 13th Aug 2020, 23:51
  #59 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,527
Comunque il settore degli spurghi è un settore dominato dagli uomini, urge subito una quota rosa (ma lì mi sa che non la chiederebbe nessuno e nessuno griderebbe al sessismo vero??? )
shinners is offline  
Old 15th Aug 2020, 18:38
  #60 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2008
Location: mediterraneo
Age: 44
Posts: 38
Originally Posted by shinners View Post
ma invece di continuare a dare consigli agli HR dicendogli chi dovrebbero assumere perchè non diventi tu un HR??????? troppo difficile????

comunque la storia del 20-25% di female pilots è una stronzata abissale, non ci saranno mai così tante donne pilota, inutile negarlo..... lì ha iniziato una compagnia che voleva fare la furba e pensava di prendersi da sola la quasi totalità di donne esistenti solo per farsi pubblicità (perchè fa molto figo fare il "metoo" o il politically correct estremo specialmente nell'idiota mondo anglosassone, ma dato che hanno iniziato a farlo tutti alla fine la percentuale rimane sempre quella: 1 su 20. Poi che questo 1 su 20 debba avere un' accesso preferenziale è una cosa da far mettere le mani nei capelli.
Ao fino a du anni fa te volevi sposà co un Americana per quanto eri disperato che non c'avevi lavoro e mo vieni a fa la ramanzina sulle quote rosa, aripijate
surfino is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell My Personal Information -

Copyright © 2018 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.