Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Spazio aereo controllato e vfr

Spazio aereo controllato e vfr

Old 21st Nov 2017, 18:44
  #1 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Dec 2014
Location: Milano
Posts: 5
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Spazio aereo controllato e vfr

Salve a tutti,

Sono un allievo ppl che sta iniziando a fare le prime navigazioni ma non riesco a chiarirmi alcuni dubbi su come comportarsi volando vfr negli spazi aerei controllati

Se io sto volando in uno spazio aereo controllato sono soggetto a clearance ATC per rotta, altitudine e velocità, quindi sono vincolato a quello per cui sono stato autorizzato.
Ma allora come posso essere responsabile della separazione dagli altri VFR in classe C e D, e dagli IFR in classe D se non posso discostarmi dalle clearance ATC? Mi sembrano due concetti in contraddizione

Scusate per la domanda banale e grazie a chi vorrà rispondermi,
Lorenzo
Lorenzo88 is offline  
Old 21st Nov 2017, 22:15
  #2 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2010
Location: APU muffler - RUSNE
Age: 35
Posts: 268
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Per prima cosa ricorda la prima regola del volo vfr: vedere ed essere visti.
Ora, in uno spazio aereo dove traffici strumentali e a vista volano assieme, i traffici ifr saranno separati dagli altri ifr e dai vfr da parte dell'ATC poiché i primi non hanno il tuo obbligo.
Tu invece, da vfr che servizi ricevi?

-Separazione da ifr in C.
-Informazioni sugli altri vfr.
-Su richiesta "Traffic advoidance advice".

Inoltre ricorda che nei diversi spazi potresti avere o no il servizio radar e quindi le separazioni si basano su riporti di pozione, compreso il tuo, piuttosto che su tracce radar e che quindi non si possono far peso di tale responsabilitá senza una solida base.
I-PIERLU is offline  
Old 22nd Nov 2017, 08:19
  #3 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2017
Location: Rome, Italy
Posts: 28
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Il concetto è che il CTA (o i CTA) che sono responsabili dello spazio aereo, a meno di penetrazione illecita, hanno sotto gestione tutti gli aerei che sono dentro

Di conseguenza sarai informato correttamente e con anticipo rispetto al resto dei traffici, e le autorizzazione emesse dai CTA (che si parli di CTR o ATZ classe D) saranno date nel rispetto della sicurezza
E' vero che il responsabile della separazione sei te ma le informazioni di traffico VFR/IFR ti saranno sempre garantite, e se pensi di interessare altro traffico a quel punto proponi qualcosa te all'ente oppure, come spesso accade, sarà lui ad istruirti
Pertoni is offline  
Old 23rd Nov 2017, 09:33
  #4 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2010
Location: East Europe
Age: 42
Posts: 537
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Ciao Lorenzo...premesso che io chiederei prima all'istruttore di volo che ad un forum di professionisti...le separazioni VFR e dagli ostacoli sono sempre di tua responsabilità (ovvero guardare fuori..il **** sull'aereo è il tuo), altro discorso è il servizio che ti viene fornito di separazione (con i traffici conosciuti) che l'ente di controllo di garantisce; la "clearance" di rotta in realtà altro non è che una serie di quote e punti che agevolano tutto il traffico nel settore...se però per ragioni meteo, di sicurezza della navigazione non le ritieni idonee hai sempre diritto a chiedere variazioni...se una quota autorizzata ti porta ad entrare in IMC chiederai in anticipo una variazione a tuo favore, che ti consenta di rispettare le regole VFR per la tua sicurezza in primis.
Flyfede80 is offline  
Old 24th Nov 2017, 08:37
  #5 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2012
Location: FZFG
Posts: 65
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Mi accodo alla discussione per sottolineare questi punti, già correttamente citati dagli altri:

- gli spazi di classe C e D sono a tutti gli effetti controllati, quindi noi CTA ti forniamo il servizio di controllo del traffico aereo (oltre a quello di informazione e...sgrat...di allarme), servizio che si declina in maniera diversa a seconda delle circostanze.
Se sei in uno spazio di classe D (credo che di C sotto FL195 ne sia rimasto poco in Italia), riceverai informazioni di traffico su a/m IFR o VFR che interessano o potrebbero interessare la tua rotta di volo.
Su richiesta, ti forniremo anche un "avviso per evitare traffico" (Traffic Avoidance Advice): metti che tu non riesca proprio a vederlo, quell'aereo di cui ti abbiamo informato ormai quasi un minuto fa...non ci pensare più di un nanosecondo, chiedi subito un supporto al CTA, che ti darà con ogni probabilità una prua (se sta fornendo un servizio radar) oppure ti dirà di cambiare livello. A quel punto, dalla nostra prospettiva così come dalla tua, il focus passa dal fornire l'informazione a...evitare una collisione!

- è vero che la clearance ATC è vincolante per te, ma è altrettanto vero (anzi, lo è ancora di più) che tu stai volando VFR, quindi devi per forza mantenere le condizioni VMC per volare. Come dice giustamente Flyfede80, se in qualsiasi momento ti accorgi che la rotta autorizzata non ti permette(rà) di mantenere le VMC, chiedi subito al CTA di poter seguire una rotta diversa, o di salire/scendere come necessario. Siamo qui per fornire un servizio, e soprattutto preferiamo non dover gestire un VFR che si è perso ed è finito in IMC. Quella per noi è una vera e propria emergenza: siamo addestrati a gestirle, ma se possiamo evitarle preferiamo

- ricordati sempre che prima di entrare in uno spazio aereo controllato, "si bussa", ossia si chiede l'autorizzazione all'ingresso, di solito attraverso la frequenza del FIC se provieni da spazio aereo non controllato. A volte, se c'è molto traffico nel settore che interesserai, potresti subire un po' di ritardo, ma non mi è mai capitato di rifiutare l'ingresso di un VFR nel mio settore, né di farlo aspettare più di 5-10 minuti

- non avere paura di aprire il mic ed entrare in frequenza. Te lo dirà meglio di me il tuo istruttore, ma l'importante è essere concisi nelle trasmissioni ed andare subito al punto, senza impegnare la frequenza inutilmente. Per noi è fondamentale sapere subito se qualcosa non ti è chiaro: è molto meglio chiedere "say again?" piuttosto che fare bovinamente il readback di un'autorizzazione che non hai capito e che non sarai in grado di seguire!

In bocca al lupo e se hai altre domande, non esitare a farle!
mebur_verce is offline  
Old 24th Nov 2017, 11:04
  #6 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 5,019
Likes: 0
Received 0 Likes on 0 Posts
Credo che la domanda di Lorenzo vertesse sul fatto che: se attraversando un ctr il cta assegna una quota (o una prua) - per togliersi il vfr dalle pelotas per lo più- e poi notifica al traffico vfr la presenza di altro traffico in rotta opposta (o peggio come avviene spesso, rotta opposta ma quota non verificata), perchè la responsabilità di separarsi dal traffico deve essere di responsabilità del vfr se gli ė stato assegnata una quota precisa e/o una prua? A quel punto, se la responsabilità è del vfr allora potrebbe benissimo dire “ah si? Allora ciao radar, salgo di 1000ft perchè fuori c’è foschia e non vedrei mai un altro traffico” anzichè ripetere la litania “ roger looking” che tanto lookin lookin ma ne vedi sempre 1 su 10 dei traffici che ti dicono Secondo me voleva dire questo. Cioè “se la responsabilità è la mia, decido io la quota e la prua che mi consente di evitare in sicurezza un traffico, altrimenti se mi date una prua e una quota, allora assumetevene voi la responsabilità se mi ci devo attenere”. La domanda io l’ho intesa cosi.
mau mau is online now  

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are Off
Pingbacks are Off
Refbacks are Off


Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell or Share My Personal Information

Copyright © 2023 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.