Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

proposta sindacale

proposta sindacale

Old 23rd Jun 2012, 08:51
  #1 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: May 2006
Location: ITALY
Posts: 93
proposta sindacale

contratto unico di settore del trasporto aereo ........
UN BENE O UN MALE ?
stallwing is offline  
Old 23rd Jun 2012, 09:06
  #2 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2004
Location: italy
Posts: 204
magari se si fosse fatto qualche decennio fà sarebbe stato meglio ......
ma anpac non voleva......
( altrimenti sarebbe stata depauperata !!! sic! poverini !! )...
io personalmente andai a parlare qualche decennio orsono con i vertici di allora ....
mi dissero che LORO non avevano bisogno di in ccnl ......
" nel trasporto aereo italiano - sostenevano - esiste solo alitaglia tutto il resto è m***a.......
ridicoli solamente poveri ridicoli...ecco i risultati

Last edited by graziani; 23rd Jun 2012 at 09:08.
graziani is offline  
Old 23rd Jun 2012, 10:37
  #3 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2004
Location: Just Around The Corner
Posts: 1,203
La domanda che dovevi fare e' QUALE ??
Se ci devono appioppare a tutti l'ulitmo escremento uscito dalla mente contorta di qualche manager , allora la risposta e': meglio la giungla!
Anzi la risposta e' quella che ha dato un mio collega alla proposta di un salvatore dell' isola che proponeva il suo magnifico contratto continentale scritto di suo pugno " Grazie ma la carta igienica a casa non ci manca....."
Nick 1 is online now  
Old 23rd Jun 2012, 11:18
  #4 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2009
Location: MOER
Age: 41
Posts: 99
E' quello che vogliono le tre sorelle, per spazzare via la concorrenza dei sindacati specializzati, che gli impediscono di spadroneggiare del tutto.

Dopo di che le sigle autonome (buone o cattive) spariranno, perchè unificando il settore, rispetto alle tre sorelle avranno numeri ridicoli.

E rimarremo in mano a gente alla quale, in fin dei conti del settore interessa poco, ma vuole più torta possibile e non vuole scontentare i propri principali tesserati...i pensionati!!!

Av salut

Last edited by Drex; 23rd Jun 2012 at 13:59.
Drex is offline  
Old 23rd Jun 2012, 14:24
  #5 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2005
Location: Roma
Posts: 383
Danger

ah quindi meglio i contratti di fantastiche realtà, i "regolamenti aziendali" delle blasonate britanniche.

Poi che il CCNL sia la morte dell'associazione professionale, è solo un enorme BENE. Mettiamoci in testa di essere tutti LAVORATORI SUBORDINATI di AZIENDA DI TRASPORTO AEREO. E' finito da un pezzo il periodo dell'uomo che non deve chiedere mai, come appunto veniva risposto tempo fa. La categoria è disunita, siamo delle me**e, ognuno che si venderebbe la madre pur di fare il passaggio, il corso comando, il line trainer e così via. Ben venga un regolamento unitario con Assistenti di Volo e Terra. Ben venga il contratto di settore. Almeno stabiliamo un minimo, che certo non sarà quello dello schiavismo che abbiamo visto formarsi negli ultimi anni e chiaro, nessuno dice il contrario e sciocco sarebbe pensarlo, il CCNL d'elite de LA CATEGORIA anni 70, 1 volo al mese 15 mila euro e villa in sardegna, tanto per capirsi. Ogni tanto qualcuno dovrebbe svegliarsi dal torpore e scendere sulla Terra, volare tanto fa male e questi sono i risultati
Pennellino is offline  
Old 24th Jun 2012, 22:40
  #6 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: far
Age: 66
Posts: 42
Però, tu si che hai capito tutto! Chissà quante ne hai viste...
"...voi credete di sapere e non sapete, io so di non sapere!".
Not in my name!
jet commander 64 is offline  
Old 25th Jun 2012, 10:14
  #7 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: SS
Posts: 555
I-FORD hai espesso il concetto molto semplice, mi impressiono come molti dei nostri colleghi non ci siano arrivati. Se passa il contratto collettivo è andata, bingo tombola sbancatutto per l'azienda; voglio vedere un operaio/impiegato da 1,4K mese a lottare anche per noi da 10K mese...
45ACP is offline  
Old 25th Jun 2012, 11:25
  #8 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2005
Location: Roma
Posts: 383
vedi I-FORD, parlare bene ovvero in modo forbito, non mi impressiona poiché senza esprimere concetti tangibili si cade nel qualunquismo e quindi nell'errore. Chi difenderà i tuoi diritti non sarà il bigliettaio a 1.2 K al mese, ma un pilota a 10.0 k al mese, figo come te. Il punto è un altro, è che SENZA CCNL oggi abbiamo piloti da 1.2 K al mese in molte realtà e piloti da 10.0 k, belli come il Sole come a te, in altre. E' per questo che è indispensabile che si vada in un'unica direzione, di equità, non di abbassamento dei diritti normativi e salariali, una base per tutti. Ripeto, tu sei altamente specializzato e tranne per l'anomalia "regalo" dell'associazione professionale (alias circolo della caccia) anpac, sei dirigente (o meglio, assomigliante moltissimo a un contratto partita iva di fatto). Tutti gli altri sono impiegati, lavoratori dipendenti subordinati, specializzati quanto vuoi, ma "sotto la cappella" della proprietà.
Pennellino is offline  
Old 25th Jun 2012, 11:54
  #9 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: SS
Posts: 555
Devo dire che le ragioni da i due lati sembrano validissime, ma a mio avviso visto che i sindacati prendono forza dal numero degli iscritti e non dalla "qualità" degli iscritti la vedo molto dura per la nostra categoria.

Un esempio palese, in CAI i piloti sono 1500 circa e gli impiegati sono più o meno 8000 (non lo so ma presumo un numero simile). L'azienda che ama la tecnica di dividere le categorie con un contratto unico si presenta con 100€ in più e 5gg di ferie aggiunte per gli impiegati e per i piloti 200€ in meno e 10 gg in meno di ferie. Se si votasse domani il rappresentante sindacale ha 8000 si per accettare subito e 1500 no, che fa? Vince la minoranza? Il peso politico è maggiore dei 1500 piloti oppure dei 8000 impiegato? Meglio perdere 1500 iscritti che 8000 con anche una buona scusa, pilota 10k mese non riuncia a niente io impiegato che arrivo a mala pena fine mese 100€ mi aiutano tanto. Secondo me si andrebbe più in basso del contratto CityLiner o Air Italy, poi gli FTO si chiedono perché non ci sono gli allievi...
45ACP is offline  
Old 25th Jun 2012, 13:47
  #10 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2008
Location: Italy
Posts: 202
I-FORD:

I medici ospedalieri si trovano in una situazione analoga, però noi non abbiamo la possibilità di esercitare extramoenia come loro, quindi per me la realizzazione di questa scellerata proposta sarebbe un altro chiodo nella bara del nostro bel mestiere.
Non è proprio così: i medici ospedalieri sono dirigenti e svincolati dalla "malloppa"; chi l'ha preso nel secchio sono stati gli infermieri che sono laureati e con competenze e grandi responsabilità a 1500€ al mese, a confronto per esempio gli autisti d'ambulanza che prendono 1300€ al mese...

Resta il fatto che sentirei più volentieri parlare di "Contratto di Categoria"

B767Capt
B767Capt is offline  
Old 25th Jun 2012, 14:10
  #11 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2007
Location: on my cloud
Posts: 63
precisazione....

per info, per quanto di mia conoscenza, ... nel caso, auspicabile, nel quale si riuscisse finalmente a giungere ad un contratto nazionale che superi le giungle aziendali varie questo sarà il ccnl naz.le Piloti, diverso nelle sue specificità dal ccnl Assistenti di Volo e dal ccnl Personale di Terra.
Il problema del " pilota vs baggagista " ( nel rispetto di entrambe le categorie ) è superata da tempo.... tranne che nella testa di qualche nostalgico....

buona discussione
fastfly69 is offline  
Old 25th Jun 2012, 16:40
  #12 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: SS
Posts: 555
@Fastfly69 per favore puoi argomentare meglio la tua idea "baggagista vs pilota"? Sai mi ricordo della canzone "pilota metti la firma" non tanto tempo fa...
45ACP is offline  
Old 25th Jun 2012, 16:51
  #13 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2008
Location: Italy
Posts: 202
per info, per quanto di mia conoscenza, ... nel caso, auspicabile, nel quale si riuscisse finalmente a giungere ad un contratto nazionale che superi le giungle aziendali varie questo sarà il ccnl naz.le Piloti, diverso nelle sue specificità dal ccnl Assistenti di Volo e dal ccnl Personale di Terra.
Infatti questo è il contratto di categoria; Quello dove "tutto" il trasporto aereo dovrebbe confluire è il contratto di settore, ed è il contratto che i sindacati confederali vorrebbero...per i noti motivi.

B767Capt
B767Capt is offline  
Old 27th Jun 2012, 09:12
  #14 (permalink)  
 
Join Date: Oct 2011
Location: AFRICA
Age: 41
Posts: 68
contratto nazionale collettivo !!!!!!

now it's too late !!!

si doveva fare prima ( ma in passato sua maestà anpac non voleva ! ) ora mi viene solo da pensare : " si salvi chi può"
dantealighieri is offline  
Old 27th Jun 2012, 12:43
  #15 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2010
Location: in a dirty cockpit
Posts: 420
Un CCNL potrebbe aiutare a migliorare la situazione generale delle compagnie italiane.
Non potendo proporre contratti da 1200 €/m immagino che le cosidette "compagnie minori" garantiscano una certa solidità e un piano aziendale serio con prospettive di sviluppo; le "presunte compagnie" (perché negli ultimi anni sono nate "cose" che di Compagnia Aerea hanno ben poco) molto probabilmente non nascerebbero proprio.

Magari anche la selezione del personale sarebbe più accurata e, anche se non sparirà mai, l'assunzione di "certi personaggi" sarebbe ridotta visto che se la compagnia dovrà dare più soldi e benefits preferirebbe darli a persone preparate e affidabili.

Ci sono anche i contro, ma in questo siete più bravi voi
Breakthesilence is offline  
Old 27th Jun 2012, 17:21
  #16 (permalink)  
 
Join Date: Oct 2011
Location: AFRICA
Age: 41
Posts: 68
Magari anche la selezione del personale sarebbe più accurata e, anche se non sparirà mai, l'assunzione di "certi personaggi" sarebbe ridotta visto che se la compagnia dovrà dare più soldi e benefits preferirebbe darli a persone preparate e affidabili.
che intendi ......magari con diversi parametri di assunzione tu potresti benissimo rimanere fuori e non idoneo ..che ne sai ????
persone preparate ed affidabili ...e chi sono ???
oggi le compagnie mica vogliono piloti mega ? i requisiti di base sono :
1) non lamentarsi mai dei turni, ftl e non ftl che siano .....
2) non bloccare l'aereo dall' altraparte del mondo e portarlo sempre a casa ,mel non mel che sia....
quindi che dici !!!!
dantealighieri is offline  
Old 27th Jun 2012, 19:49
  #17 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2010
Location: in a dirty cockpit
Posts: 420
che intendi ......magari con diversi parametri di assunzione tu potresti benissimo rimanere fuori e non idoneo ..che ne sai ????
persone preparate ed affidabili ...e chi sono ???
oggi le compagnie mica vogliono piloti mega ? i requisiti di base sono :
1) non lamentarsi mai dei turni, ftl e non ftl che siano .....
2) non bloccare l'aereo dall' altraparte del mondo e portarlo sempre a casa ,mel non mel che sia....
quindi che dici !!!!
Che dici te! Secondo te uno deve esprimere le proprie idee premettendo che lui non verrebbe fatto fuori a una selezione se venissero applicati parametri diversi? Se non rientro nelle caratteristiche e non ho le qualità per passare una selezione dovrei cambiare idea e pensare che dovrebbero essere più morbidi così anche io posso fare il pilota? Ma che ragionamento è?

Se non passo una selezione è perché non sono stato all'altezza e devo impegnarmi a migliorare e non cambiare pensiero su quello in cui credo.

Che le compagnie vogliano quel tipo di gente è vero, hai perfettamente ragione, ma spiegami come fai a un colloquio o a una selezione seria a sapere se uno ti molla l'aereo fuori base o ti farà il favore di volare fuori ore; glielo leggi negli occhi?

La colpa di questa tendenza è solo nostra. Finché la gente partirà di riposo, farà quello che vuole con le FTL, partirà fuori MEL e chi più ne ha più ne metta, ci rimetteranno solo quelli che la legge la rispettano.
Sai inoltre qual è la cosa peggiore? Che oltre a quelli che volontariamente vanno "fuori", ci sono quelli che non sanno neanche leggere le FTL o che pensano di volare ancora in aeroclub.
Breakthesilence is offline  
Old 13th Jul 2012, 09:20
  #18 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2010
Location: milano
Posts: 41
contratto nazionale si, contratto nazionale no....

vecchia storia, ma riassumiamo un po di storia, a scanso di equivoci

è vero che il contratto nazionale non interessava molto a chi comandava nel sindacato di riferimento di allora (Anpac a maggioranza Az), ma non interessava neppure a noi esterni ( es. AirEurope, Volare, AirOne...) entrambe per delle ragioni;

i primi perché sapevano bene che un contratto di "settore" (cioè comprendenti assistenti di volo, tecnici, etc...) avrebbe completamente snaturato l'autonomia dei piloti, relegandoli all'ultima seggiola in fondo al tavolo, con le conseguenze del caso (cioè un AA/VV di CGIL decideva cosa è bene o male per un contratto di un pilota, compresa l'allocazione dei denari... serve altro a capire?)

i secondi (cioè noi, in altre compagnie) vedevamo il contratto nazionale bene, ma nessuno aveva alcuna voglia di iscriversi in un sindacato professionale, "rischiando" di fare brutta figura con la dirigenza... si guadagnava bene, c'erano i corsi comando, le belle soste all'estero, l'espansione rapidissima... chi ce lo faceva fare di cercare rogne? certo poco lungimiranti, difficile immaginare un Cpt di 747 Alitalia che fa sciopero per il contratto nazionale di categoria per un pilota che manco fa lo sforzo di iscriversi... (esattamente l'opposto di quello che hanno fatto TUTTI i nostri colleghi stranieri)

ma arriviamo al dunque che è attuale; una cosa è il Contratto Nazionale che copre una categoria (i piloti), un'altra quello di un intero Settore

il primo viene (sarebbe stato...) trattato da rappresentanti dei piloti, il secondo no, se non marginalmente

sulla base delle attuali leggi sulla rappresentanza credo che si voglia andare verso la seconda ipotesi, cioè un enorme scatolone in cui le segreterie dei tre maggiori sindacati nazionali CGIL-CISL-UIL (con UGL che fa la ruota di scorta del Governo, come in caso delle vicende Az del 2008 se una delle altre sigle dissente...) decidono per tutti

sarebbe il primo caso europeo in cui la rappresentanza dei piloti scompare, diventa una sorta di dopolavoro ferroviario in cui la testa di legno di turno siede a fianco del "nazionale" per poter dire "un pilota c'era"

ma veramente sarebbe meglio di ora?

chi lo dice?

a me sembra di ricordare che sono almeno 20 anni che le tre sigle confederali non sognano altro, cioè di levarsi la rottura di scatole dell'indipendenza dei piloti di torno..... magari chiediamoci il perché, poi andiamo avanti con le idee più chiare

già immagino i mille distinguo della serie "io c'ero con Angioletti bla bla bla..." ma conviene rimanere al tema del futuro; se immaginate che sia il contratto nazionale a salvarci.... io mi doterei di paracadute ad apertura automatica
kilstron is offline  
Old 13th Jul 2012, 12:04
  #19 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2004
Location: italy
Posts: 204
quadretto perfetto .....preciso ,esatto e conciso che raccoglie 20 anni di storia..

ma dici bene , quale sarà lo scenario se non se farà nulla ......pensi di rimanere al contratto attuale ????? nooooo

io non credo ....se vige la regola di mercato siamo spacciati :

contratti pseudo individuali , piloti ( figli di papà) disposti a lavorare gratis pur di coronare "il sogno" , primi ufficiali a vendersi la moglie ed autoridursi lo stipendio pur di guadagnare il sogno 4 striscia , non parliamo di titoli TRI/TRE ( molti attualmente lavorano gratis nei vari uffici ) ......e cosi via....

è chiaro il contratto nazionale doveva essere fatto qualche decennio fa ..now too late .....però il contratto di settore magari metterà un miserabile freno ad un processo erosivo che attualmente sembra non aver fine ....

il risultato sarà :
un comandante TRI/TRE stipendiato come un AVR......!!!! è vero magra consolazione , ma se continuiamo cosi lo stipendio del cpt tri/tre sarà come quello di bagagista !!!!!! io sinceramente preferisco quello dell avr !!!
graziani is offline  
Old 14th Jul 2012, 09:53
  #20 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2010
Location: milano
Posts: 41
A mio parere il "processo erosivo" non lo ferma un contratto nazionale; se ci sono piu' piloti che aeroplani sul mercato... Contratto o non contratto sei sempre con il cappello in mano a elemosinare un posto di lavoro

se per avere un contratto che riflette esattamente il peggiore dei contratti attuali mi devo incaprettare per i prossimi venti anni con rappresentanze che non mi appartengono, di fatto ponendo le basi per stare ancora peggio.... Ne vale la pena?

ma la domanda e' retorica: in un certo senso la risposta ce la siamo dati da soli, essendo l'unica realtà europea che si divide in 6 o 7 sigle, di cui 4 di non piloti

I colpevoli siamo noi

Piangiamo dopo esserci volontariamente suicidati dividendoci
kilstron is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell My Personal Information

Copyright © 2018 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.