PPRuNe Forums


Reply
 
Thread Tools Search this Thread
Old 11th Aug 2017, 03:23   #81 (permalink)
 
Join Date: May 2014
Location: Indonesia
Age: 42
Posts: 182
"Però faccio la domanda: Se le compagnie, che sono le prime ad avere interesse a non avere problemi con pax, le prime che non vogliono avere incidenti causa sputtanamento planetario, le prime che giocoforza dovrebbero preferire cpt di vera esperienza per minimizzare il pericolo di crash, ....mettono a sinistra cpt dopo 3 anni, cosa vuole dire? Che sono pazze? Che sbagliano i conti? Che in fondo oggi tutta questa esperienza costosa non è necessaria? Avranno fatto sicuramente i loro conti, io posso solo darti la mia lettura del perchè. Comunque, io sono sempre stato e sempre sarò dalla parte dell'esperienza. Lo scotto l'ho pagato su me stesso, in quanto le compagnie alle quale feci centinaia di domande, non ne hanno mai tenuto in considerazione."

Mau Mau, non darei per scontato che le compagnie abbiano fatto tutti i conti, quante volte è successo che la grande industria ha commesso errori macroscopici che poi hanno pagato profumatamente?
Penso all'industria farmaceutica, a quella pesante con l'inquinamento prodotto, al PVC, all'amianto. Stesso enti governativi hanno commesso gravissimi errori sottostimando rischi o intervenendo troppo tardi. Credo che si possano trovare un numero enormi di casi del genere.
Perché? Perché il profitto immediato, il successo, i numeri sono quelli che portano in alto il management, segni tangibili di successo.
Non è detto che chi abbia stabilito ora delle policy azzardate ne debba pagare le conseguenze dopo, perché i dirigenti hanno una spiccata mobilità.

In Garuda Indonesia dove lavoravo io, che ormai da qualche anno è una delle migliori compagnie al mondo, hanno deciso (i sindacati) di far fuori simultaneamente tutti i Cpt expat su ATR, cercando di accelerare i corsi comando di giovani FO provenienti da 737 e 330.
Il risultato è che in 6 mesi hanno avuto 4 eventi in atterraggio, di cui 2 hanno causato ingenti danni strutturali a carrello e fusoliera.

Esempio di compagnia che non ha fatto tutti i conti.

P.S. in ogni caso se dovesse andare male mi offro come apprendista in pasticceria 😜
Il Marchese is offline   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 07:25   #82 (permalink)
 
Join Date: Jun 2004
Location: Just Around The Corner
Posts: 990
Marchese.....appunto...

Jet Airways to phase out all expat pilots to save costs | business-news | Hindustan Times
Nick 1 is online now   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 08:17   #83 (permalink)
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 725
Quote:
Originally Posted by Nick 1 View Post
Sarà senz'altro la decisione di un manager illuminato che poi, a fine anno, scapperà col bottino ( leggasi: bonus per aver fatto risparmiare gli investitori ). Anche le scimmie imparano dai propri errori, siamo davvero una strana razza.
Ed io dovrei scendere a compromessi sul mio compenso per poi essere sottoposto a radiografia rettale qualora dovessi sbagliare qualcosa? E magari dovendo anche tirar fuori denari di tasca mia? Mentre c'è gente che dopo aver fatto più danni della grandine a primavera si gode la buonuscita in Polinesia oppure pseudo-manager, con non si è capito quale competenza specifica, che continuano a scrivere sul bloghetto del taglio e cucito della necessità di piani "lacrime e sangue", quando anche un bimbo dell'asilo ha ormai capito che il problema non è mai stato il costo del lavoro?
Ma negativo proprio.
EI-PAUL is online now   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 10:37   #84 (permalink)
 
Join Date: May 2011
Location: italy
Posts: 26
Quote:
Originally Posted by Il Marchese View Post


....... lavoravo io, che ormai da qualche anno è una delle migliori compagnie al mondo, hanno deciso (i sindacati) di far fuori simultaneamente tutti i Cpt expat su ATR, cercando di accelerare i corsi comando di giovani FO provenienti da 737 e 330.
Il risultato è che in 6 mesi hanno avuto 4 eventi in atterraggio, di cui 2 hanno causato ingenti danni strutturali a carrello e fusoliera.
��
Per non fare nomi non bisogna nemmeno andare fino in Indonesia
quando nei paraggi nostrani una compagnia che con mobbing raffinato da gines dei primati faceva in modo che decine e decine di piloti scappassero disperati .............
i risultati si vedono su qualche video you tube :-)),
uno ........... da urli !
raptor001 is offline   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 10:42   #85 (permalink)
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 66
Posts: 808
Quote:
nei paraggi nostrani una compagnia che con mobbing raffinato da gines dei primati
Qui non ci crederai......ma su questo il record se lo contendono in parecchie ed è veramente una bella lotta....
RaymundoNavarro is offline   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 19:28   #86 (permalink)
 
Join Date: May 2011
Location: italy
Posts: 26
Quote:
Originally Posted by RaymundoNavarro View Post
Qui non ci crederai......ma su questo il record se lo contendono in parecchie ed è veramente una bella lotta....
sta peggiorando da anno in anno quello sicuramente è vero ma il bello di quella che intendo io è che si credevano di essere di gran lunga superiori a tutte le altre .
lasciamo perdere perchè scrivere le .................... che ho visto lì dentro non basterebbe un libro intero.
raptor001 is offline   Reply With Quote
Old 11th Aug 2017, 20:38   #87 (permalink)
 
Join Date: Apr 2005
Location: WORLD
Age: 47
Posts: 946
Ancora con questa storia ? Più volte e stato postato un video di un credo presodente usalpa o giù di li che diceva/chideva di che tipo di piloti c'è mancanza ? Andate a rivedervelo ragazzi.
Io c'ho messo 20 anni per arrivare ad un wide body oggi c'è gente che lo ottiene in un paio d'anni e rompe pure i coglioni se viene pagata meno di me dicendo facciamo lo stesso lavoro.
È chiaro che per molti versi si fa molto di più il **** un pilota di GA, e probabilmente fa il pilota per davvero e non il conducente, ed é esattamente per quello che si fa la gavetta per anni prima di andare su un wide body a fare ULH e dover risolvere un problema ogni 10 anni, perché da qualche parte c'é un neurone che si ricorda come fare un visual, un circling, un GCA.
Un dossier scritto dalla CAE che vende addestramento, su dai.....
10 su 16 di questi fenomeni prodotti da CAE ed affini trombati al sim come DEFO da queste parti, qualcuno nemmeno c'é arrivato al sim.

Last edited by bufe01; 11th Aug 2017 at 20:57.
bufe01 is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 10:51   #88 (permalink)
 
Join Date: Sep 2005
Location: milky way
Posts: 184
Il problema è di carattere sociologico. Una volta questo mestiere lo facevano i figli della borghesia anche alta e coloro che riuscivano ad entrare in AMI. Le selezioni erano dure anche se una pedata in **** aiutava. Il mercato era ridotto. Poi hanno deregolato. Adesso , a parte eccezioni ioni, il pilota " low cost" medio che vedo arrivare alla professione pagando e senza meriti e' spesso figlio di agricoltori artigiani imprenditori con livelli culturali medio bassi che hanno fatto i soldi magari evadendo il fisco. Qualcuni paragona questo mestiere ad altri ma è una cazzata pazzesca. Il pasticcere ha nelle sue mani la vita di decine di persone?
E semplicemente diventato un mestiere cafone. La qualità delle persone ė calata drammaticamente. Gente senza alcuna cultura ( e non intendo scolastica) senza grandi principi ma leccaculo appecorati al management a volte in modo schifoso, delatori con un sostanziale percentuale di imbecilli, mitomani e frustrati,tutti purtroppo senza alcuno skill o predisposizione. Mentre un tempo il pilota era un potenziale ingegnere, avvocato o altro..oggi ci si parametra all'amico che gira gli hamburger da Mc.Donalds..Gente che non ha mai fatto un ora da sola sull'aereo catapultata con zero esperienza a fare da sacco a comandanti altrettanto in proporzione poco esperti. Il botto ė assicurato.
La soluzione è una. Proibire P2F ..Inserire il requisito della laurea almeno triennale e quello delle 1500 ore e full ATPL prima di accedere alla linea. Almeno se non altro imparano ad atterrare.

Last edited by furbpilot; 12th Aug 2017 at 11:05.
furbpilot is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 11:12   #89 (permalink)
 
Join Date: Sep 2009
Location: italy
Age: 48
Posts: 547
Quote:
Originally Posted by furbpilot View Post
Il problema è di carattere sociologico. Una volta questo mestiere lo facevano i figli della borghesia anche alta e coloro che riuscivano ad entrare in AMI. Le selezioni erano dure anche se una pedata in **** aiutava. Il mercato era ridotto. Poi hanno deregolato. Adesso , a parte eccezioni ioni, il pilota " low cost" medio che vedo arrivare alla professione pagando e senza meriti e' spesso figlio di agricoltori artigiani imprenditori con livelli culturali medio bassi che hanno fatto i soldi magari evadendo il fisco. Qualcuni paragona questo mestiere ad altri ma è una cazzata pazzesca. Il pasticcere ha nelle sue mani la vita di decine di persone?
E semplicemente diventato un mestiere cafone. La qualità delle persone ė calata drammaticamente. Gente senza alcuna cultura ( e non intendo scolastica) senza grandi principi ma leccaculo appecorati al management a volte in modo schifoso, delatori con un sostanziale percentuale di imbecilli, mitomani e frustrati,tutti purtroppo senza alcuno skill o predisposizione. Mentre un tempo il pilota era un potenziale ingegnere, avvocato o altro..oggi ci si parametra all'amico che gira gli hamburger da Mc.Donalds..Gente che non ha mai fatto un ora da sola sull'aereo catapultata con zero esperienza a fare da sacco a comandanti altrettanto in proporzione poco esperti. Il botto ė assicurato.
La soluzione è una. Proibire P2F ..Inserire il requisito della laurea almeno triennale e quello delle 1500 ore e full ATPL prima di accedere alla linea. Almeno se non altro imparano ad atterrare.
Beh...posso dire che un post del genere, lo,potevi evitare...?
Borghesia alta...ma che vuol dire ? Essere un " borghese alto" e' garanzia di cosa ?
Questa gente, il,piu' delle volte, vale meno di un qualsiasi " borghese basso "....lasciamo perdere
ypsilon is online now   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 11:50   #90 (permalink)
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,912
Quindi un tempo quando c'erano questi popò di comandantoni acculturati figli di borghesi intellettuali, gli incidenti erano molto di meno e il botto era meno assicurato?
Non ne sarei cosi sicuro...
mau mau is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 12:06   #91 (permalink)
 
Join Date: Aug 2010
Location: Worldwide
Posts: 1,378
Quote:
Originally Posted by furbpilot View Post
Il problema è di carattere sociologico. Una volta questo mestiere lo facevano i figli della borghesia anche alta e coloro che riuscivano ad entrare in AMI. Le selezioni erano dure anche se una pedata in **** aiutava. Il mercato era ridotto. Poi hanno deregolato. Adesso , a parte eccezioni ioni, il pilota " low cost" medio che vedo arrivare alla professione pagando e senza meriti e' spesso figlio di agricoltori artigiani imprenditori con livelli culturali medio bassi che hanno fatto i soldi magari evadendo il fisco. Qualcuni paragona questo mestiere ad altri ma è una cazzata pazzesca. Il pasticcere ha nelle sue mani la vita di decine di persone?
E semplicemente diventato un mestiere cafone. La qualità delle persone ė calata drammaticamente. Gente senza alcuna cultura ( e non intendo scolastica) senza grandi principi ma leccaculo appecorati al management a volte in modo schifoso, delatori con un sostanziale percentuale di imbecilli, mitomani e frustrati,tutti purtroppo senza alcuno skill o predisposizione. Mentre un tempo il pilota era un potenziale ingegnere, avvocato o altro..oggi ci si parametra all'amico che gira gli hamburger da Mc.Donalds..Gente che non ha mai fatto un ora da sola sull'aereo catapultata con zero esperienza a fare da sacco a comandanti altrettanto in proporzione poco esperti. Il botto ė assicurato.
La soluzione è una. Proibire P2F ..Inserire il requisito della laurea almeno triennale e quello delle 1500 ore e full ATPL prima di accedere alla linea. Almeno se non altro imparano ad atterrare.
Oh mamma
flydive1 is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 12:51   #92 (permalink)
 
Join Date: May 2011
Location: italy
Posts: 26
Quote:
Originally Posted by furbpilot View Post
E semplicemente diventato un mestiere cafone. La qualità delle persone ė calata drammaticamente. Gente senza alcuna cultura ( e non intendo scolastica) senza grandi principi ma leccaculo appecorati al management a volte in modo schifoso, delatori con un sostanziale percentuale di imbecilli, mitomani e frustrati,tutti purtroppo senza alcuno skill o predisposizione.

Non tutto il resto del tuo post è condivisibile ma la descrizione qui sopra corrisponde purtroppo alla triste realtà :
elementi lecca......, falsi,viscidi e tanto ma tanto complessati che fuori dalla vita professionale sono dei gran poveretti .......
e chiudono il cerchio di un ambiente spessissimo ...................
Si vantano di applicare sempre e solo lo standard ovunque e meno male perchè oltre diventerebbero immediatamente pericolosi.
raptor001 is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 12:55   #93 (permalink)
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 66
Posts: 808
Condivido! Tu e quell'altro ne siete un esempio!
RaymundoNavarro is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 14:08   #94 (permalink)
 
Join Date: Mar 2012
Location: mmm
Age: 67
Posts: 518
Quote:
Originally Posted by furbpilot View Post
Il problema è di carattere sociologico. Una volta questo mestiere lo facevano i figli della borghesia anche alta e coloro che riuscivano ad entrare in AMI. Le selezioni erano dure anche se una pedata in **** aiutava. Il mercato era ridotto. Poi hanno deregolato. Adesso , a parte eccezioni ioni, il pilota " low cost" medio che vedo arrivare alla professione pagando e senza meriti e' spesso figlio di agricoltori artigiani imprenditori con livelli culturali medio bassi che hanno fatto i soldi magari evadendo il fisco. Qualcuni paragona questo mestiere ad altri ma è una cazzata pazzesca. Il pasticcere ha nelle sue mani la vita di decine di persone?
E semplicemente diventato un mestiere cafone. La qualità delle persone ė calata drammaticamente. Gente senza alcuna cultura ( e non intendo scolastica) senza grandi principi ma leccaculo appecorati al management a volte in modo schifoso, delatori con un sostanziale percentuale di imbecilli, mitomani e frustrati,tutti purtroppo senza alcuno skill o predisposizione. Mentre un tempo il pilota era un potenziale ingegnere, avvocato o altro..oggi ci si parametra all'amico che gira gli hamburger da Mc.Donalds..Gente che non ha mai fatto un ora da sola sull'aereo catapultata con zero esperienza a fare da sacco a comandanti altrettanto in proporzione poco esperti. Il botto ė assicurato.
La soluzione è una. Proibire P2F ..Inserire il requisito della laurea almeno triennale e quello delle 1500 ore e full ATPL prima di accedere alla linea. Almeno se non altro imparano ad atterrare.
Post "impopolare" ma condivido quasi tutto. Tra i vari punti sui quali non concordo ci sono le 1500 ore prima della linea, ma condivido il punto sulla laurea triennale ed il P2F. I programmi Cadet SERI fatti da Compagnie SERIE funzionano e senza difficoltà si può mandare in linea un ragazzo con 200 ore. Ne addestro ed esamino quotidianamente e chi ha le carte in regola va avanti. La questione socio-culturale è un nodo delicato ma che bisogna per forza considerare e sicuramente ha un forte impatto sulla direzione che sta prendendo questa professione. Ragazzi qui nessuno vuole fare il maestrino, ma spesso anche qui si leggono post totalmente sgrammaticati che farebbero impallidire un bambino delle elementari.
I famosi 2 cents senza polemica ma con spirito costruttivo.

Last edited by sonicbum; 12th Aug 2017 at 17:29.
sonicbum is online now   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 18:29   #95 (permalink)
 
Join Date: Sep 2005
Location: milky way
Posts: 184
Quote:
Originally Posted by sonicbum View Post
Post "impopolare" ma condivido quasi tutto. Tra i vari punti sui quali non concordo ci sono le 1500 ore prima della linea, ma condivido il punto sulla laurea triennale ed il P2F. I programmi Cadet SERI fatti da Compagnie SERIE funzionano e senza difficoltà si può mandare in linea un ragazzo con 200 ore. Ne addestro ed esamino quotidianamente e chi ha le carte in regola va avanti. La questione socio-culturale è un nodo delicato ma che bisogna per forza considerare e sicuramente ha un forte impatto sulla direzione che sta prendendo questa professione. Ragazzi qui nessuno vuole fare il maestrino, ma spesso anche qui si leggono post totalmente sgrammaticati che farebbero impallidire un bambino delle elementari.
I famosi 2 cents senza polemica ma con spirito costruttivo.
Non intendo offendere nessuno. Ma stiamo arrivando a livelli infimi. Un tizio alla domanda sul perché avesse scelto di fare questo mestiere mi ha risposto.." per scopare le AV". I pochi buoni sono quelli con cultura superiore e quelli che hanno fatto un po' di gavetta. Con 200 ore non puoi e non potrai mai essere in grado di gestire il volo da solo....magari col tempo di *****. E come ben sappiamo le incapacitation sono l'evento più comune. Se poi ci metti selezioni fatte on line e addestramento alla bersagliera...madonna del Carmine ( meglio? ) qui si sta giocando con la vita dei passeggeri. Se questo è' il trend meglio il pilotless cockpit..e darsi all'agricoltura.

Last edited by furbpilot; 14th Aug 2017 at 10:01.
furbpilot is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 21:14   #96 (permalink)
 
Join Date: May 2011
Location: italy
Posts: 26
Quote:
Originally Posted by RaymundoNavarro View Post
Condivido! Tu e quell'altro ne siete un esempio!
complimenti, eccoci qui un altro esempio di questi ......
imagino che ambiente bazzichi
raptor001 is offline   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 21:19   #97 (permalink)
 
Join Date: Mar 2012
Location: mmm
Age: 67
Posts: 518
Quote:
Originally Posted by furbpilot View Post
Non intendo offendere nessuno. Ma stiamo arrivando a livelli infimi. Un tizio dopo alla domanda perché avesse scelto di fare questo mestiere mi ha risposto.." per scopare le AV". I pochi buoni sono quelli con cultura superiore e quelli che hanno fatto un po' di gavetta. Con 200 ore non puoi e non potrai mai essere in grado di gestire il volo da solo....magari col tempo di *****. E come ben sappiamo le incapacitation sono l'evento più comune. Se poi ci metti selezioni fatte on line e addestramento alla bersagliera...madonna buona qui si sta giocando con la vita dei passeggeri. Se questo è' il trend meglio il pilotless cockpit..e darsi all'agricoltura.
Per quanto mi riguarda ribadisco che un buon addestramento associato ad una buona selezione preventiva ti consente di fare degli ottimi Cadet program. Questi ultimi due punti sono molto (molto) rari purtroppo ma esistono.

Last edited by sonicbum; 12th Aug 2017 at 22:06.
sonicbum is online now   Reply With Quote
Old 12th Aug 2017, 21:56   #98 (permalink)
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 66
Posts: 808
Quote:
Un tizio dopo alla domanda

madonna buona qui si sta...

che ambiente bazzichi
.....non il tuo...😉
RaymundoNavarro is offline   Reply With Quote
Old 13th Aug 2017, 04:18   #99 (permalink)
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 725
Quote:
Originally Posted by sonicbum View Post
Per quanto mi riguarda ribadisco che un buon addestramento associato ad una buona selezione preventiva ti consente di fare degli ottimi Cadet program. Questi ultimi due punti sono molto (molto) rari purtroppo ma esistono.
Infatti, caro sonic, sono una goccia nell'oceano come tu stesso hai detto e sai bene. La maggior parte dei "neofiti" continua ad entrare dalla finestra, dopando l'esperienza mettendo mano al portafogli ed acquistando pacchetti di ore come fossero sigarette. La conseguenza è, come giustamente sottolinea furbpilot, che per i primi due anni ti porti a spasso un passeggero seduto al 0B. Ed a volte il mix potrebbe essere tutt'altro che salutare.
Continuo a sostenere che il cardine del problema non sono loro, ma chi lo consente. Personalmete - leggendo qualche sillabus - ho qualche dubbio anche su alcuni programmi MPL.
Non sono invece affatto d'accordo sulla settarietà del mestiere. Si dovrebbe tornare al "numero chiuso", costringere chi ha bisogno di piloti a formarseli per conto suo a sue spese, questo a prescindere dalla classe sociale e dalla fedina penale di mamma e papà se si dimostrano attitudine, moralità e competenza.
EI-PAUL is online now   Reply With Quote
Old 13th Aug 2017, 07:43   #100 (permalink)
 
Join Date: Apr 2005
Location: WORLD
Age: 47
Posts: 946
Appunto definiamo cos'é un buon cadet programme.
Da queste parti entrano ragazzi in gambissima, laureati, non hanno passione perché e' semplicemente un lavoro (asia) ma studiano come pazzi e sanno tutto.
Alla fine sempre 200 ore c'hanno, la metá su un sim, una manciata di ore IFR e bimotore.
2-4 anni di relief, e c'è gente che non si alza a pisciare x non lasciarli soli e non li biasimo, poi fanno l'upgrade e parte il macello.
Quando va bene fanno 30-40 tratte in più e ti sei speso tutto quello che avevi risparmiato in addestramento o quasi.
10 anni a dx a 1.2 atterraggi al mese e fanno il corso comando.
Io non ce l'ho con loro bada, il sistema é sbagliato e tutti lo sanno, non c'é un pilota manager che non sia d'accordo a riguardo eppure la strada é quella.
Perché fanno il cadet programme ? Perché producono piloti con meno soldi e li pagano meno soldi offrendo contratti inferiori.
La vecchia scuola AZ era forse un buon modello ma quei costti oggi vengono ritenuti non accettabili.
Soluzioni ? Un sistema come quello delle 1500 ore ? Forse, il problema é che chi ha speso oltre 100000 euri non vuole andare a fare la gavetta a 1200 euro (che btw era il mio stipendio da S.Ten. Pilota militare e stavo tanto bene!), almeno in Italia mi sembra.
bufe01 is offline   Reply With Quote
Reply


Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are Off
Pingbacks are Off
Refbacks are Off



All times are GMT. The time now is 12:44.


© 1996-2012 The Professional Pilots Rumour Network

SEO by vBSEO 3.6.1