Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Iscriversi all’università

Iscriversi all’università

Old 21st Oct 2020, 07:53
  #21 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2017
Location: home
Posts: 58
Altro corso di laurea da segnalare: https://bucks.ac.uk/courses/professi...ofessionals-pt . Da quello che scrivono sul sito, se in possesso di una licenza commeciale e FOs da almeno 2 anni, si dovrebbe finire in un anno e, cosa importantissima per il nostro stile di vita, tutto in distance learning.
Reply
crimito is offline  
Old 21st Oct 2020, 09:23
  #22 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2010
Location: Barcelona
Posts: 626
Originally Posted by Eurocargo View Post
li ho contattati e mi hanno mandato il programma ecc. quello che non capisco però è se, a prescindere dal COVID, si può studiare anche solo online e fare eventualmente solo gli esami in sede... tu l’hai capito?




raymundo, interessa anche a me, in quanto la fotografia è mia più grande passione. Avevo visto anche lo IED a roma ma purtroppo non si può proprio conciliare con il lavoro del pilota, in quanto la frequenza è obbligatoria. Peccato..
Se hai voglia di condividere qui sul forum qualche info in più te ne sarei grato ..



ciao Matteo, al momento sono indeciso tra scienze politiche e scienze aeronautiche, quindi qualsiasi info va bene. Non riprendo sicuramente l’università come piano B, ma solo per mia cultura personale, amo leggere i libri e vorrei sfruttare questa mia passione mettendomi un po’ alla prova. Purtroppo però non parlo lo spagnolo, immagino questo corso sia in tale lingua.. ?



ciao. Assolutamente mi interessa. Se ti fa piacere scriviamo qui nel forum, così magari se c’é qualcun altro che è interessato, può racimolare informazioni.
Come ho già accennato più sopra, farei un corso simile solo per mia cultura personale, a prescindere dal pezzo di carta, che ovviamente non potrei nè vorrei sfruttare. Il mio dubbio principale è se un corso che si può affrontare studiando all’80% online, quindi non in presenza, causa ovviamente situazione lavorativa? Non parlo tanto di ora, immagino conseguente al COVID al momento ci saranno solo lezioni online, ma anche del DOPO covid...
Questo dubbio mi fa propendere più verso scienze politiche, anche perché questo corso di laurea lo trovo anche a Roma, mentre scienze aeronautiche c’é solo a napoli. Qualsiasi altro suggerimento tu voglia darmi, ti ringrazio in anticipo
Ciao,
Onestamente non lo so, presumo di sì.

Posso chiedere se sei interessato.

Matteo
aloa326 is offline  
Old 21st Oct 2020, 09:41
  #23 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 49
Posts: 1,947
Originally Posted by TheWrightBrother&Son View Post
Ahh Sonicbum, ti avrà dato una visione molto più ampia ma ugualmente non ti ha spiegato a rispettare le opinioni altrui.
Io non ho accennato una sola volta a stipendi, e se perdo il lavoro causa Covid qualche cosa la si dovrà fare, o dici che devo sbattere i piedi reclamando 'o pilota o niente' con relativa emoticon da indignato?
Ti farei presente che gli impianti moderni sono di una complessità estremamente elevata e l'installazione di questi richiede una dose di 'professionalismo' (visto che piace tanto la parola) che non si improvvisa certo in due giorni...
Le visioni elitariste è meglio lasciarle stare, non possono fare del bene: qui non si parla di politicamente corretto, bensì di dinamiche molto pratiche dettate dal progredire del mondo e che esulano completamente le nostre singole opinioni. Ma è tutto un fuori tema e mi fermo qui
TheWrightBrother&Son rispettare un'opinione non significa condividerla. Concordo che uno straccio di lavoro bisogna pur trovarlo se si rimane con le chiappe grounded a causa del covid, ma mi sarei aspettato delle azioni di massa un po' più incisive dai miei colleghi che sembrano quasi contenti di lasciare il cockpit per mettersi la tutina da elettricista. I piloti sono professionisti altamente specializzati ai quali è demandata un'elevatissima responsabilità e professionalità ; mi sarei aspettato una class action a livello europeo (quantomeno) con chi di dovere per vedere riconosciuti i propri titoli e poter trasferire le proprie capacità in ambiti più consoni. Francamente l'idea che chi, come te e me, debba rischiare di passare dal fare il nostro lavoro (e sappiamo bene quante rogne ci troviamo a risolvere) a fare un lavoro per il quale serve un decimo di quanto abbiamo studiato noi ed un decimo dei nostri skills, beh mi fa girare le scatole a dir poco.
sonicbum is offline  
Old 21st Oct 2020, 12:32
  #24 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2015
Location: Back in the green
Posts: 981
Originally Posted by sonicbum View Post
TheWrightBrother&Son rispettare un'opinione non significa condividerla. Concordo che uno straccio di lavoro bisogna pur trovarlo se si rimane con le chiappe grounded a causa del covid, ma mi sarei aspettato delle azioni di massa un po' più incisive dai miei colleghi che sembrano quasi contenti di lasciare il cockpit per mettersi la tutina da elettricista. I piloti sono professionisti altamente specializzati ai quali è demandata un'elevatissima responsabilità e professionalità ; mi sarei aspettato una class action a livello europeo (quantomeno) con chi di dovere per vedere riconosciuti i propri titoli e poter trasferire le proprie capacità in ambiti più consoni. Francamente l'idea che chi, come te e me, debba rischiare di passare dal fare il nostro lavoro (e sappiamo bene quante rogne ci troviamo a risolvere) a fare un lavoro per il quale serve un decimo di quanto abbiamo studiato noi ed un decimo dei nostri skills, beh mi fa girare le scatole a dir poco.
ancamente l'idea che chi, come te e me, debba rischiare di passare dal fare il nostro lavoro (e sappiamo bene quante rogne ci troviamo a risolvere) a fare un lavoro per il quale serve un decimo di quanto abbiamo studiato noi ed un decimo dei nostri skills, beh mi fa girare le scatole a dir poco.
per la cronaca ci sono ormai da anni persone con 110/110 e laurea che non essendo parenti/figli/amici/amici degli amici ecc ecc svolgono attività come call center , autisti per consegne , camerieri , manovali , per cui se devi portare il pane in tavola prendi il meglio che trovi al momento .
ma capisco che per qualcuno abituato troppo bene possa suonare come eresia
Ramones is offline  
Old 21st Oct 2020, 13:03
  #25 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 49
Posts: 1,947
Originally Posted by Ramones View Post
per la cronaca ci sono ormai da anni persone con 110/110 e laurea che non essendo parenti/figli/amici/amici degli amici ecc ecc svolgono attività come call center , autisti per consegne , camerieri , manovali , per cui se devi portare il pane in tavola prendi il meglio che trovi al momento .
ma capisco che per qualcuno abituato troppo bene possa suonare come eresia
Che c'entra ? Non è una novità che entrare nel mondo del lavoro, specialmente in Italia, sia molto complicato per usare un eufemismo. Tantissimi piloti neo-brevettati prima di trovare un lavoro serio in aviazione hanno fatto di tutto.
Io parlavo di riqualificazione professionale ; penso che i cosiddetti transferable skills di un pilota di linea con esperienza pluriennale possano offrire di meglio che andare a fare il giardiniere.
sonicbum is offline  
Old 21st Oct 2020, 13:10
  #26 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2015
Location: Back in the green
Posts: 981
Originally Posted by sonicbum View Post
Che c'entra ? Non è una novità che entrare nel mondo del lavoro, specialmente in Italia, sia molto complicato per usare un eufemismo. Tantissimi piloti neo-brevettati prima di trovare un lavoro serio in aviazione hanno fatto di tutto.
Io parlavo di riqualificazione professionale ; penso che i cosiddetti transferable skills di un pilota di linea con esperienza pluriennale possano offrire di meglio che andare a fare il giardiniere.
entrare o riqualificarsi attualmente sono esattamente la stessa cosa.
fatti un giretto su LinkedIn e vedi che molti colleghi stanno attualmente facendo gli autisti per consegne o lavori similari . E magari oltre che essere Comandanti istruttori ecc ecc hanno anche una laurea , quindi come vedi c’entra
Ramones is offline  
Old 21st Oct 2020, 15:15
  #27 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2006
Location: Required field missing
Posts: 554
Servirebbe un protocollo ufficiale europeo per trasferire le competenze dei piloti in altre mansioni riconosciute come idonee: assolutamente d'accordo. Che il tutto avvenga tramite un riconoscimento di laurea a chi ha, esempio, un full atpl è una opzione ma non l'unica.
Oggi la tendenza è il sovra valorizzare le professioni di intelletto ma, come covid prova, sono quelle più manuali e meno glorificate a tenere in piedi l'intera società, specialmente nei momenti di crisi. Bisogna saperlo, come noi sappiamo che il volo manuale, l'eterno disprezzato dai canoni addestrativi moderni, e non la conoscenza a menadito di fcom fctm opsA, potrebbe permetterci di salvare l'aereo e farlo posare sull'Hudson. Ocio a non fare lo stesso errore in campo sociale. Una laurea non è in sé un valore, può esserlo, ma anche no. Anche perché l'invenzione dei corsi di laurea in depilazione corporea e omeopatia è dietro l'angolo, quello di cosmetologia esiste già però. Serviva davvero farla? Boh, ve lo dirò quando la termino, sono al secondo anno e sto frequentando il corso "tecniche rimozione punti neri 2" : interessantissimo; lo sapevate che a FL370, con un delta cabina di 8,1 escono più facili? Provate e ringraziatemi dopo
TheWrightBrother&Son is offline  
Old 21st Oct 2020, 20:21
  #28 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 49
Posts: 1,947
Originally Posted by TheWrightBrother&Son View Post
Servirebbe un protocollo ufficiale europeo per trasferire le competenze dei piloti in altre mansioni riconosciute come idonee: assolutamente d'accordo. Che il tutto avvenga tramite un riconoscimento di laurea a chi ha, esempio, un full atpl è una opzione ma non l'unica.
Oggi la tendenza è il sovra valorizzare le professioni di intelletto ma, come covid prova, sono quelle più manuali e meno glorificate a tenere in piedi l'intera società, specialmente nei momenti di crisi. Bisogna saperlo, come noi sappiamo che il volo manuale, l'eterno disprezzato dai canoni addestrativi moderni, e non la conoscenza a menadito di fcom fctm opsA, potrebbe permetterci di salvare l'aereo e farlo posare sull'Hudson. Ocio a non fare lo stesso errore in campo sociale. Una laurea non è in sé un valore, può esserlo, ma anche no. Anche perché l'invenzione dei corsi di laurea in depilazione corporea e omeopatia è dietro l'angolo, quello di cosmetologia esiste già però. Serviva davvero farla? Boh, ve lo dirò quando la termino, sono al secondo anno e sto frequentando il corso "tecniche rimozione punti neri 2" : interessantissimo; lo sapevate che a FL370, con un delta cabina di 8,1 escono più facili? Provate e ringraziatemi dopo
Hai centrato il punto !
Ma ca...volo è possibile che c’è gente laureata in viticoltura ed enologia (se non ci credete andate su google) e gente che ha ATPL, 2/3 type rating, e magari qualificazioni varie si ritrova in mano un pugno di mosche fuori dal cockpit ? È questo che mi fa inca..volare. Io mi sono sempre battuto su questo punto ma al 90% dei miei colleghi non è mai fregato una mazza, trasversalmente tra tutte le compagnie. L’importante è sempre stato l’aumento di stipendio, anche se la società ti considera accademicamente con un livello educativo inferiore al punkabestia laureato in scienze della comunicazione con 60 di 18 anni fuori corso. Tra l’altro è stato uno dei motivi per i quali ho deciso di prendere una laurea (senza essere punkabestia )

Last edited by sonicbum; 21st Oct 2020 at 20:35.
sonicbum is offline  
Old 22nd Oct 2020, 12:31
  #29 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,344
Originally Posted by Eurocargo View Post
grazie, ottimi spunti! Soprattutto la university of London. Costi altini ma sostenibili, immagino sia per la qualità e il prestigio della medesima?




ciao Ei Paul, grazie infinite per le ottime riflessioni, consigli vari e per la saggezza delle tue parole. Sono d’accordo su tutto, soprattutto sul dover fare qualcosa che mi piaccia, sennò quando sarà il momento di tornare a fare 4 tratte tutti i giorni, i giorni off col cavolo che li passo a studiare
Infatti vedrai che alla fine propenderò per qualcosa di più aeronautico.
Quando dici “evita le cose online”, non intendi le università private straniere tipo University city of London, ma quelle italiane stile CEPU “basta che paghi e passi” , giusto? Perché secondo me c’é Università e università... quelle private telematiche italiane le eviterei ma quelle in UK sembrano veramente buone.
Ora cerco di capire le differenze tra le università pubbliche nostrane, che permettono corsi anche ai lavoratori, e quelle in UK.
un saluto, grazie ancora per avere speso minuti a scrivere consigli utilissimi .
Ciao Eurocargo. Non posso giudicare l’università in questione poiché non la conosco, n’è, tanto meno, conosco quale tipo di attività didattica utilizzi.

Posso però dirti qual’è stata la mia esperienza. Io ho frequentato un’ Università Statale lavorando; mi sono quindi trovato a poter frequentare determinate materie ed a doverne seguire a distanza altre in funzione della mia disponibilità.

In tutte le materie che sono riuscito a seguire in presenza, per ostiche che fossero, ho sempre trovato molta più facilità di apprendimento e generalmente i risultati sono sempre stati migliori con molta meno fatica rispetto a quelle studiate “a distanza”.

La differenza più grande dal punto di vista didattico la fa a mio avviso la possibilità di confrontarsi e discutere non tanto con i Docenti, quanto con i propri compagni di studio. Nel mio caso (così come sarà nel tuo) il fatto che essi potessero essere quasi miei figli ha aggiunto ulteriori stimoli per il mio apprendimento.

Aggiungo che il fatto di aver esperienza in un settore come quello aeronautico vuol dire aver accumulato competenze che spaziano molto, andando da competenze prettamente umanistiche a quelle più scientifiche. Questo lascia senz’altro un ampio spettro di scelta che vale la pena considerare.




EI-PAUL is offline  
Old 10th Nov 2020, 09:53
  #30 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2005
Location: WORLD
Age: 51
Posts: 966
Anch’io avevo cominciato a trasformare una passione in una professione ma era per quando sarò in pensione !
L’impossibilita’ di viaggiare e i molti meno soldi a disposizione hanno mandato tutto a puttane per ora.
Ma lo farò.
bufe01 is offline  

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are Off
Pingbacks are Off
Refbacks are Off


Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell My Personal Information -

Copyright © 2021 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.