View Single Post
Old 12th Aug 2018, 13:51
  #12 (permalink)  
TheWrightBrother&Son
 
Join Date: Sep 2006
Location: Required field missing
Posts: 483
Ma anche perché non lavoriamo nel nostro ambiente naturale, ma anzi spesso percepiamo l'elemento in cui ci troviamo come un ambiente ostile, e quindi spesso ci troviamo in situazioni in cui non siamo a nostro agio, per cui il primo pensiero è quello di tornare a casa ASAP, vale a dire mettere le ruote per terra. Oppure perché siamo stanchi, magari anche inconsapevolmente, ed il pensiero del carico di lavoro che ci aspetta per un go-around e diversion ci spaventa, per cui torniamo alla conclusione di cui sopra.
Ovviamente sono tutti meccanismi che ti fottono inconsciamente, perché inquinano letteralmente un sano processo di "decision making", e può capitare a qualsiasi livello di esperienza, anzi mi verrebbe da dire che i più esperti evidentemente non ne sono per nulla esenti.
Parole sagge! 1/4 del cervello pensa a ciò, l'altro 1/4 del cervello invece, la parte più romantica e idealista diciamo, intanto ritorna per i fatti suoi col pensiero al briefing, fatto 11 ore prima, e a come per legge Prob40 Tempo TS possa essere non preso in considerazione per la pianificazione volo. Questo 1/4 di pensiero di cervello poi si sotto-categorizza, a voler fare i fini, in altre due sotto-categorie di pensiero, una che si mette a recitare a memoria le testuali parole della fuel policy di compagnia cercando, non si sa perché, di cantarle al ritmo di 'Sere nere' di Tiziano Ferro che ascoltavi per sbaglio in radio in macchina mentre cercavi posto al parcheggio aeroportuale, e a pensare nel mentre a quanto bello sia il loro mondo ideale fatto di ERA Alternate e secondi di volo gestiti alla perfezione, e poi c'è l'ulteriore sub-categoria, questa quasi oscura ed innominabile, composta da una domanda mistica: perché esiste il Contingency fuel per la destinazione ma non per il Diversion fuel? All'alternato, secondo la concezione del legislatore, il mondo ti accoglierà a braccia aperte? Sappiamo tutti come basti chiedere al controllore, già incasinato pure lui con 10 voli in prue per evitare e ora in aggiunta pure il tuo appena fatto go around, ovviamente non standard perché c'è il CB proprio in centro al sentiero, basti appunto chiedergli la diversion per sentirsi dire subito "certo amico pilota, re-cleared to 6 miles final per l'aeroporto che mi hai appena chiesto, vai pure al livello che vuoi tu. Come? Lido dice Fl270 per una 80 NM diversion? Certo caro, sali pure là unrestricted", un vettorino diretto, et voilá, eccoti atterrato con ancora un kg di spare sul min fuel, come Lido aveva predetto.
E poi hai infine quel restante 2/4 del cervello, la parte cara, quello che lotta a ceffoni contro le altre due, in sala briefing e in volo
TheWrightBrother&Son is offline