PPRuNe Forums

PPRuNe Forums (https://www.pprune.org/)
-   Italian Forum (https://www.pprune.org/italian-forum-94/)
-   -   lavorare in USA?? (https://www.pprune.org/italian-forum/467348-lavorare-usa.html)

shinners 31st Oct 2011 00:37

un altro vantaggio per i piloti in america e' che puoi lavorare part time per delle forze armate o simili (ma anche la guardia nazionale) senza dover lasciare il tuo lavoro principale di pilota di linea o qualunque sia l'attivita'

ovvio vale per gli americani ex militari, ma e' giusto per fare un esempio....

e l'altro grande vantaggio che la vita costa poco in usa, case e auto costano veramente nulla rispetto all'europa, con uno stipendio medio-alto in usa si puo' fare la vita che in europa solo un milionario puo' fare.....

mau mau 31st Oct 2011 15:27

Dipende da dove sei secondo me. Tu dove sei shinners?
Io ricordo che le case non costavano poi cosi meno che in europa, con l'aggravante che in USA vivono nelle baracche di legno che da fuori sembrano case anche belle, in realtà sono fatte di cartongesso e pavimenti di legno. Io ho pochissima stima delle case americane, infatti ogni tromba d'aria tira giù ogni cosa.
E per quanto riguarda le auto, una macchina usata ormai costa due romelle anche in Italia e con 3000-5000 miserabili euro hai una discreta scelta. Avevo un catorcio in USA pagato poco ma alla fine era sempre rotto. Per la benzina ok....li costa decisamente meno.
Però per quanto rigularda prezzo della vita in generale in USA, non non mi esprimo, siete piu aggiornati voi che ci siete ma non penso che con uno stipendio medio fai la vita di un nababbo europeo.

shinners 31st Oct 2011 17:44

un audi q7 in italia 65000 euro
in USA 46000 dollari

Bmw serie 3 coupe italia 45 mila euro
usa 36 mila dollari

whyisitdoingthat 1st Nov 2011 14:07

Caro ra4000 mi fa piacere vedere che mi dai ragione su tutti i miei punti.
1) La pensione (Social Security) esiste è vero ma: le quote che tu citi non sono indicizzate per l'inflazione, sono lorde (ci devi pagare le tasse) e ovviamente reggono solo se continui a lavorare fino alle età da Te riportate. E soprattutto se l'intera Social Security non viene cancellata o comunque riformata drasticamente, entrambi molto probabili da qui al mio o Tuo pensionamento.
Non so quanti anni hai ma se da qui ai 65 hai ancora - diciamo - fra i 20 e i 25 anni capisci Bene che i 1580$ (1100 euro) lordi (900 al netto di tasse) nel 2031/2036 vanno poco lontano. Paragonali a una pensione di un pilota italiano e capisci che la differenza è notevole. Poi menzioni il 401(k). Quello è del Tutto volontario e viene fuori dal tuo stipendio mensile, esattamente il concetto che io volevo chiarire: i soldi che fai qui sono soggetti a spese che non hai in Italia.
2) La mutua. Ancora una volta sei d'accordo con me: non esiste. Tu dici che c'è l'assicurazione. Anche in Italia se vuoi te la paghi ma nessuno lo fa perché ospedale e dottore sono praticamente gratis. Le medicine le paghi ma sempre pochissimo confronto agli USA.
3) Le paghe che riporti sono abbastanza accurate anche se 80,000$ dopo 3 anni è più unico che raro MA dimentichi di dire che quelle sono ancora una volta figure lorde. Dopo le tasse, assicurazione, 401(k), contributi per il sindacato ecc. Di solito ti metti in tasca fra il 70 e il 60% del totale. Che non è molto, soprattutto se hai o vuoi avere famiglia e se devi pagarti un crashpad.
Il tuo ultimo paragrafo cristallizza il punto che volevo fare fin dall'inizio: se fai il pilota per una compagnia regionale e vuoi campare benino farai meglio a trovarti un secondo lavoro, vendere assicurazioni o altro. In Italia, in fatti in Europa, non hai bisogno di una seconda attività se fai il pilota.
Io sono negli USA da quasi 20 anni, ci sto Bene e sono contento di esserci venuto e rimasto. Hai assolutamente ragione a dire che se hai iniziativa e voglia di sbatterti questo è uno dei posti migliori dove provarci. Non mi fraintendere, io volevo soltanto chiarire le cose per qualcuno che apparentemente non ha mai lavorato qui e forse non sa delle differenze con l'Italia e l'Europa.
Se hai altro da dirmi o da correggere puoi mandarmi un pm.
Ciao,
Andrea

shinners 1st Nov 2011 14:29


Anche in Italia se vuoi te la paghi ma nessuno lo fa perché ospedale e dottore sono praticamente gratis. Le medicine le paghi ma sempre pochissimo confronto agli USA.
questo e' vero ma fino ad un certo punto....in italia le cose stanno molto cambiando e "la regione piu' virtuosa d'italia" (cosi' dicono) ad esempio attua una politica criminale che ti fa pagare quasi qualsiasi cosa..... mi spiego...pochi mesi fa tornato in italia ne ho approfittato per fare un po' di esami perche' appunto 'la sanita' e' gratis" ed e' venuto fuori che per una visita specialistica (dato che quella incapace della dottoressa di base non era nemmeno in grado di ordinare degli esami dopo i problemi che le avevo spiegato e diceva che tutto andava bene) piu' tutta una serie di ticket da pagare sugli esami, il conto e' stato di 300 euro (piu' di 400 dollari) e se consideri quanto si paga di tasse in italia (la pressione fiscale media e' al 43%) in usa dopo aver pagato l'assicurazione quasi sicuramente avrei pagato meno.....e considerando che l'italia e' ormai a un passo dal fallimento (non so se in italia i media continuano a raccontare boiate come hanno fatto fino all'altro ieri ma la realta' e' questa) vedrete che nel giro di poco tempo le poche cose che avevate ve le toglieranno tutte, perche' la classe dirigente non accettera' mai di tagliare sugli infiniti sprechi, quindi resta in usa che e' meglio......

ra4000 1st Nov 2011 17:08

Whyisdoitthat
le cifre che ti dato del social security sono in base ai contributi
che ho pagato fino ad oggi,quindi se da domani guadagno 1000$ al mese
arrivato a 65 anni vado in pensione quelle sono la cifre che prenderei.
la madre di mia moglie che non ha mai mosso un dito in vita sua
due anni fa' ha raggiunto 65 anni di eta' e prende dal governo
650$ al mese (senza aver lavorato un giurno in vita sua [sta' parassita]).
il 401(k) e' vero che e' volontario ma il datore di lavoro aggiunge extra soldi,succede in Italia?
l'assicurazione medica in italia non e' gratis (oggi come oggi di gratis non c'e nulla),pagano il 45% di tasse sullo stipendio
tu come me paghi 20-27% se hai famiglia e 31% se sei single.
se sei commuter pilot e' vero che prendi poco i primi anni,hai 20-23 anni
singlre e ti diverti,dopo 4-5 anni arrivi intorno ai 90-100000 $ all'anno
e molto probabilmente vai alle major o all'estero
nell 1999 eravamo 5 instruttori di volo oggi 2 sono alla Cathay,1emirates,
1 jet bluee io nel corporate.
in italia ti fai atp frozen,ti pagi un type su 320 o 737 e speri di andare alla ryan o windjet.
il motivo di avere doppie carriere e' perche' non c'e' nessun altro lavoro
che ogni 6 mesi rischi di perdere il lavoro.
io non so che fai di lavoro qui,altra truffa italiana o europea ti fanno
un bond di 3-5 anni se ti pagao il type,come fanno a costringerti ad avere un bond di 3-5 anni se ogni 6 mesi devi fare un reccurent (se non lo passi
la compagnia ti continua a pagare lo stipendio?.
comunque anche io mi chiamo ANDREA.
e abbiamo la stessa eta"
ciao

whyisitdoingthat 1st Nov 2011 17:34

Grazie a shinners e ra4000 per avermi dato una prospettiva piu` attuale di come vanno le cose in Italia. Io l'ultima volta che ho avuto a che fare con la sanita` pubblica italiana e` stato 4 o 5 anni fa quando ho portato mio padre al pronto soccorso per una caduta dalla bicicletta mentre ero la` in vacanza. Radiografie, esame, medicazione e medicine. Spesa: zero. Ma chiaramante le cose cambiano e non me ne ero reso conto.
E per quanto riguarda l'aviazione non ci sono dubbi che purtroppo nel Bel Paese le cose siano terribili. Non a caso io sono e resto in America.
Per quanto mi piaccia qui` pero` se avessi 20 anni di nuovo e dovessi ricominciare una carriera come pilota non guarderei soltanto agli USA come feci vent'anni fa. Guarderei anche al medio e estremo oriente. Forse mi sbaglio ma le cose qui` continuano a cambiare per il peggio per i piloti, spero di sbagliarmi.
Grazie comunque di nuovo per la stimolante conversazione.

Andrea

Tony77 13th Nov 2011 14:20

maumau, hai scritto:

la verita' e' che adesso le regional prendono con 500 ore (1 anno fa erano minimo 1000) secondo me arriveranno a un punto in cui faranno i visti (li fanno per i ricercatori universitari non vedo perche' non dovrebbero farli per i piloti
Il fatto che le regional abbiano abbassato i requisiti minimi per l'assunzione come FO SIC, non significa che ci sia penuria di piloti. Tra l'altro, l'unica compagnia che sta assumendo in massa e' American Eagle, che e' stata messa in vendita da AMR Corp., la holding che possiede anche AA. Detto cio', i visti per i ricercatori sono per lo piu' non immigrant (ossia J1 o H1B), raramente sponsorizzano per le green card. Ma i motivi per cui prendono ricercatori dall'estero sono molti e molto diversi dalla situazione del mercato dei piloti. Innanzitutto, gli "Americani" (compresi gli stranieri naturalizzati) non farebbero mai ricerca in quanto e' pagata quanto se non meno di un lavoro da neolaureato. Secondo, l'accesso alla ricerca e' molto selettivo, per cui scelgono i piu' qualificati. Terzo, seppur poco pagata la ricerca in USA, e' sempre una carriera piu' gratificante di quanto possa essere in Europa o altre zone. Ultimo, tranne che in Italia ovviamente, un ricercatore che fa esperienza in USA ha buone possibilita' di trovare un impiego decente nella propria nazione dopo 2-3 anni.
Il succo del discorso e' che non faranno mai visti per piloti; anche il programma J1 e' stato cancellato per le scuole di volo.

Tony77 13th Nov 2011 14:26

shinners:

per una visita specialistica .... il conto e' stato di 300 euro
Le visite specialistiche, comprese quelle effettuate in intramoenia non sono gratuite a meno che non ricada entro certe categorie. Confronta con i prezzi americani, e anche tenuto conto della pressione fiscale, e' sempre piu' economica. Prova a fare un giro al pronto soccorso in US per una radiografia (ospedale pubblico), uscirai con un conto di minimo 1000 USD. In Italia te la cavi con il ticket o gratis. Comunque, chiunque abbia la green card o risieda all'estero per lavoro o altri motivi, deve iscriversi all'AIRE e rinunciare all'assistenza sanitaria in Italia, fatte salve le emergenze.

Tony77 13th Nov 2011 14:27

ra4000:

la madre di mia moglie che non ha mai mosso un dito in vita sua
due anni fa' ha raggiunto 65 anni di eta' e prende dal governo
650$ al mese
Come in Italia, la pensione sociale e' intorno ai 450 euro se non sbaglio.

Tony77 13th Nov 2011 15:10

bettiglio:

Vi state dimenticando che oltre alla green card in America serve il college degree per lavorare in una major. Non so per le regional.
Credo che sia una specie di leggenda metropolitana. Le esperienze mi dicono che non e' sempre cosi' per le major e mai per le regional.

whiisitdoingthat:

Ci sono migliaia di piloti americani senza lavoro e quelli che lavorano per le regionals fanno una vitaccia e sono pagati noccioline senza un gran che di possibilita` di avanzamento.
Verissimo.

Non ci sono molti modi per qualificarsi per una carta verde altro che il matrimonio purtroppo
Per quanto riguarda i piloti si, e' cosi'. Ma non e' vero in generale.

L'unico modo per una compagnia per sponsorizzarti e` di dimostrare che non hanno candidati americani per quel lavoro.
Esatto, funziona un po come i concorsi in Italia. Il datore di lavoro dice che ha bisogno di uno che abbia un certo titolo, un certo numero di pubblicazioni, un certo numero di peli nel c... insomma tutte scuse per dire voglio lui e basta. Questo e' tollerato nelle professioni in quanto l'immigration sa che evidentemente c'e' un vantaggio ad assumere quello straniero piuttosto che un americano. Nel mondo dei piloti questo e' impossibile in quanto non c'e' nulla che possa essere usato come scusa, e comunque si farebbe in fretta a trovare un americano che abbia qualifiche pari o migliori.

lavorare negli USA non ti da nessun diritto a pensione, assicurazione medica (la mutua non esiste) o assicurazione sul lavoro
Dipende da quale lavoro fai, i piloti da questo punto di vista sono abbastanza protetti in quanto hanno anche sindacati (cosa non comunissima). In linea di massima, qualsiasi lavoro "serio" garantisce quei diritti anche se (in parte) sono pagati da te stesso, come accade anche in Italia. Infatti il datore di lavoro contribuisce con una quantita' uguale o superiore a quella che versa il dipendente.

Io non consiglio mai la via del matrimonio di comodo pero`. Ne ho visti tanti e nessuno ha mai funzionato. Lei di solito si scoccia di essere legalmente sposata senza avere un vero marito e inizia a volerne uscire ben prima che la carta verde arrivi (ci vogliono anni, a volte fino a 5) e vuole un divorzio. Le cose vanno di male in peggio da li in poi.
Concordo con lo sconsigliare questa via, ma in questo campo gli Italiani sono attori da Oscar (contrariamente al mondo del cinema, in cui i nostri attori di oggi sono penosi) e le signorine Americane sono molto facili... da prendere in giro. Comunque la green card arriva ora in tempi piu' ristretti, tra i 3 ed i 15 mesi in genere.

Togli le tasse che devi pagare comunque e se porti a casa 1000$ al mese sei fortunato come primo ufficiale su un Embraer 145 o RJ200.
Mi hanno parlato di cifre intorno ai 2,000 di recente.
Dulcis in fundo, ra4000:

Bada bene Che qui non ci sono raccomandazioni
O conoscenze.
Non ci sono? Qua si va avanti a raccomandazioni e conoscenze. Le chiamano "letters of recommendation" e "networking". Questo per noi comuni mortali. Ma ai piani alti va come in Italia, ci sono nomine fatte da politici eccetera. Per esempio, alla FAA ci sono Safety managers (a livello nazionale) che hanno una laurea in scienze politiche.


Questo vuol dire fare conoscere e parlare L' inglese molto bene.
Per fare il pilota non devi parlare per nulla un inglese perfetto, anzi. Paradossalmente, se vuoi venire a studiare in USA (pagando di tasca tua cifre anche quadruple rispetto ad un CPL), devi passare 2 esami di lingua inglese tostissimi (TOEFL e GRE, quest'ultimo obbligatorio anche per gli americani e difficilissimo anche per loro).

shinners 13th Nov 2011 23:47


Non ci sono? Qua si va avanti a raccomandazioni e conoscenze. Le chiamano "letters of recommendation" e "networking". Questo per noi comuni mortali.
si ma mica sono le raccomandazioni stile italiane, specifica. ho lavorato per una mutlinazionale in USA e per averla quella "raccomandazione"che dici tu bisognava farsi un mazzo cubico....poi ovvio dopo ti prendevano da qualsiasi altra parte ma perche' sapevano che se avevi ottenuto un buon punteggio in quel posto vuol dire che il lavoro lo sapevi fare...e non parlo di aviazione.

Tony77 14th Nov 2011 04:28


mica sono le raccomandazioni stile italiane
Certo, ufficialmente le lettere dovrebbero essere sudate, ma alla fine dei conti le scrivono per cani e porci. Il networking e' esattamente la raccomandazione all'italiana e i politici hanno enorme influenza anche qua sulle nomine e posti di lavoro. Poi, se vogliamo dire che in USA il mondo e' perfetto, facciamolo, d'altronde e' quello che loro vogliono che si pensi.

mau mau 14th Nov 2011 09:23


maumau, hai scritto:
TONY, prendi meglio la mira perchè non l'ho mica scritto io, l'ha scritto shinners.
Io penso che gli USA non andranno mai in cerca di piloti non statunitensi!!!!

Tony77 14th Nov 2011 14:09

Ho sbagliato perche' l'ha scritto in risposta a te, pardon!

shinners 14th Nov 2011 15:59


Certo, ufficialmente le lettere dovrebbero essere sudate, ma alla fine dei conti le scrivono per cani e porci. Il networking e' esattamente la raccomandazione all'italiana e i politici hanno enorme influenza anche qua sulle nomine e posti di lavoro. Poi, se vogliamo dire che in USA il mondo e' perfetto, facciamolo, d'altronde e' quello che loro vogliono che si pensi.
va beh se vogliamo dire "e' tutto uguale" diciamolo, ma non lo e'

per cio' che ha detto mau mau, funziona come in tutti i settori, se non ci sono piloti li prenderanno dall'estero, semplice, di sicuro non lasciano gli aerei fermi perche' non vogliono gli stranieri

mau mau 14th Nov 2011 16:28

Shinners, stai pure sereno che prima che li prendano dall'estero, sarai già sulla sedia a dondolo col panarino che racconterai storie di aviazione dimenticate ai tuoi nipotini. :}
Lo ridico, sposati un'americana se vuoi fare il pilota in USA altrimenti vieni via da li perchè perderesti solo del tempo in quel senso.

cbern 23rd Nov 2011 13:14

wow...interessa anche me...c'è modo di ricevere le stesse info??
[email protected]

Tony77 23rd Nov 2011 18:50

cbern, di quali info parli???

Coldwing 30th Nov 2011 20:54

Per chi lavora/vive negli US, questa panoramica è veritiera o no?
Airline Pilots, Copilots, and Flight Engineers


All times are GMT. The time now is 14:45.


Copyright © 2018 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.