Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Seconda ondata covid : cosa succederà?

Seconda ondata covid : cosa succederà?

Old 23rd Oct 2020, 17:52
  #1 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 49
Posts: 1,947
Seconda ondata covid : cosa succederà?

Sembra ormai purtroppo evidente che ci troviamo di fronte alla seconda (e speriamo ultima) ondata di covid. La mazzata credo che stavolta sarà ancora più forte, specialmente in termini economici (oltre che sanitari chiaramente) e per il futuro delle compagnie aeree e di tutti noi naviganti. Voi cosa pensate succederà ?
sonicbum is offline  
Old 23rd Oct 2020, 18:30
  #2 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2018
Location: Amantido
Posts: 827
Voglio essere ottimista, ed è facile per me essere un po' più rilassato essendo sul cargo, ma sono fiducioso che a gennaio potremmo finalmente assistere alla diffusione di un vaccino (Pfizer o Astrazeneca). Sarà inizialmente distribuito al personale medico e alle persone più a rischio, ma credo che porterà una buona dose di fiducia e i vari Governi apriranno di nuovo i confini e allenteranno le restrizioni gradualmente.
Banana Joe is online now  
Old 24th Oct 2020, 11:12
  #3 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2006
Location: Required field missing
Posts: 554
E chi lo sa Sonic, mi piacerebbe saper rispondere, ma tutta sta faccenda mi ricorda come cominciò la prima guerra mondiale: una sequenza di eventi in crescendo che conduce là dove nessuno vuole andare eppur vi si giunge lo stesso. O per dirla in termini aeronautici, un volo a minimum block fuel con un RASH+ a destinazione che causa un dirottamento su alternato coperto da TSGRSN, se vi piace la dubbia metafora.
Personalmente spero introducano i test rapidi aeroportuali su tutti i voli il prima possibile: fatto questo l'aviazione potrebbe smarcarsi dall'immagine di untrice dell'umanità che ha acquisito, visto inoltre che gli HEPA filters hanno dimostrato di funzionare sul serio, e riprendere magari in maniera meno condizionata.
Mi chiedo come i giornalisti (o capi redattori) che hanno scelto di dedicarsi alla diffusione del terrore come loro unica luce guida dormano la notte, mi sentirei con la coscienza sporca al loro posto
TheWrightBrother&Son is offline  
Old 24th Oct 2020, 13:57
  #4 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2018
Location: FL398
Posts: 185
Originally Posted by TheWrightBrother&Son View Post
Mi chiedo come i giornalisti (o capi redattori) che hanno scelto di dedicarsi alla diffusione del terrore come loro unica luce guida dormano la notte, mi sentirei con la coscienza sporca al loro posto
Non gliene può fregare di meno, i loro conti in banca aumentano con la stessa velocità esponenziale del covid, mentre i nostri (il mio almeno) stanno in rosso da Aprile...
TheEdge is offline  
Old 24th Oct 2020, 16:29
  #5 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,344
Originally Posted by TheWrightBrother&Son View Post
... visto inoltre che gli HEPA filters hanno dimostrato di funzionare sul serio ...
Curiosità: esistono studi sull’argomento che confermano con dei numeri la tua affermazione? Se si dove li trovo?
EI-PAUL is offline  
Old 24th Oct 2020, 16:56
  #6 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2007
Location: World
Posts: 2,372
https://www.dailymail.co.uk/travel/t...-existent.html
dirk85 is online now  
Old 24th Oct 2020, 18:59
  #7 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,344

Molte grazie dirk85
EI-PAUL is offline  
Old 24th Oct 2020, 20:28
  #8 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 70
Posts: 1,428
Che a bordo il contagio sia un evento remoto è ormai assodato, addirittura altri studi riportano 1 contagio su 27 milioni di passeggeri con una percentuale pari allo 0,0000036% (fonte IATA). Se poi consideriamo canche la possibilità di un test rapido in aeroporto.....possiamo realmente "stare tranquilli".

Ma la vera domanda è: salgo in aereo....ma dove vado?

Notizia di oggi che l'Olanda ha raggiunto un accordo con la Germania per riproteggere i malati che necessitano di terapia intensiva in quanto ormai colma all'interno del Paese.La situazione di Spagna e Francia è già nota.....anche quella dell'Inghilterra. Anche il Belgio sta risalendo vertiginosamente in queste ore...insomma.....va bene il tampone, va bene che si sta lavorando su regole comuni per l'attraversamento dei confini geografici MA....se continua così.......chi viaggia?
RaymundoNavarro is online now  
Old 24th Oct 2020, 21:20
  #9 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2018
Location: Amantido
Posts: 827
Se non arriverà un vaccino ( ma sono fiducioso) allora si arriverà al punto, facendosi molto male, che i Governi non potranno più implementare restrizioni e lockdown per meri motivi economici. È brutto da dire, ma è così. E a quel punto l'aviazione si riprenderebbe perché se si può viaggiare si viaggerà.
Banana Joe is online now  
Old 24th Oct 2020, 22:33
  #10 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2019
Location: Elsewhere
Posts: 182
Si potrebbe fare un "mini lockdown" vero e proprio, come hanno fatto in Cina, ma per soli 14gg.
Al termine di ciò, tampone a tutti, ed esce chi è solo negativo, il cibo e i medicinali vengono forniti a casa.
In teoria dovrebbero circolare solo negativi all'aperto, quindi senza possibilità di contagio.
Pinuz89 is offline  
Old 25th Oct 2020, 11:03
  #11 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2009
Location: Italy
Age: 33
Posts: 60
Originally Posted by Pinuz89 View Post
Si potrebbe fare un "mini lockdown" vero e proprio, come hanno fatto in Cina, ma per soli 14gg.
Al termine di ciò, tampone a tutti, ed esce chi è solo negativo, il cibo e i medicinali vengono forniti a casa.
In teoria dovrebbero circolare solo negativi all'aperto, quindi senza possibilità di contagio.
Questa sarebbe senz'altro la risposta più efficace. Purtroppo considerando la facilità del contagio, questa via è tecnicamente percorribile solamente in uno stato di dittatura (es Cina), non c'è verso di realizzare qualcosa del genere in una democrazia, tanto meno in Italia con il senso civico medio che conosciamo tutti. A scanso di equivoci, il mio non è un apprezzamento verso le dittature, ci mancherebbe solamente questo...




​​
darksideofthemoon is offline  
Old 25th Oct 2020, 12:15
  #12 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2019
Location: Elsewhere
Posts: 182
Originally Posted by darksideofthemoon View Post
Questa sarebbe senz'altro la risposta più efficace. Purtroppo considerando la facilità del contagio, questa via è tecnicamente percorribile solamente in uno stato di dittatura (es Cina), non c'è verso di realizzare qualcosa del genere in una democrazia, tanto meno in Italia con il senso civico medio che conosciamo tutti. A scanso di equivoci, il mio non è un apprezzamento verso le dittature, ci mancherebbe solamente questo...
​​
Assolutamente, sarebbe impossibile applicare una cosa del genere in Italia. Come disse Giolitti: governare gli italiani non è difficile, è inutile.

Poi ci sarebbero molte altre problematiche legate alla diffusione in larga scala dei tamponi, il costo, e tante altre ancora.
Ma a mali estremi, estremi rimedi, dovremmo convincerci che meglio una scelta dura ma rapida, piuttosto che essere perennemente in balia del numero dei contagi, e magari continuare per mesi od anni.




Pinuz89 is offline  
Old 25th Oct 2020, 19:27
  #13 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2009
Location: Italy
Age: 33
Posts: 60
Originally Posted by I-FORD View Post
I numeri della propaganda terroristica hanno poco a che fare con il rischio sanitario e molto con il controllo della popolazione per mascherare le inadeguatezze dei governi e dei sistemi sanitari. In Cina, come in Corea del nord , si muore di covid solo se autorizzati dal governo, i numeri rispecchiano questa realtà. Per cortesia evitiamo la becera affermazione che gli italiani di qui e gli italiani di la, stiamo esattamente nella media dei paesi europei, dal mediterraneo alla scandinavia, indipendentemente dalle misure piùo meno restrittive applicate. Il Belgio restringe e fa più morti della Svezia che non lo fa. Per gli amanti delle statistiche qui c’è ampio materiale per riflettere https://www.worldometers.info/coronavirus/ Altra cosa da evitare sarebbe quella di mischiare contagio con positività, io sono positivo al raffreddore ma non starnutisco, quindi non sono malato perchè non ho sintomi e quindi per definizione del termine non sono contagiato.
​​​che cosa mangi oggi? Domani vado al mare...
darksideofthemoon is offline  
Old 28th Oct 2020, 10:30
  #14 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2015
Location: Back in the green
Posts: 981
Originally Posted by Pinuz89 View Post
Assolutamente, sarebbe impossibile applicare una cosa del genere in Italia. Come disse Giolitti: governare gli italiani non è difficile, è inutile.

Poi ci sarebbero molte altre problematiche legate alla diffusione in larga scala dei tamponi, il costo, e tante altre ancora.
Ma a mali estremi, estremi rimedi, dovremmo convincerci che meglio una scelta dura ma rapida, piuttosto che essere perennemente in balia del numero dei contagi, e magari continuare per mesi od anni.
giusto per precisione la frase citata è stata detta sia da Giolitti che da Mussolini .
detto ciò in Cina l’altra settimana hanno trovato 10 positivi e hanno fatto immediatamente (48 ore ) i tamponi a tutta la città interessata , 9 MILIONI .
Ecco così magari una idea chiara te la fai .
in Italia mischiamo pere mele cetrioli , la statistica non funziona così e si va verso il disastro
Ramones is online now  
Old 28th Oct 2020, 20:09
  #15 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2019
Location: Elsewhere
Posts: 182
Originally Posted by Ramones View Post
detto ciò in Cina l’altra settimana hanno trovato 10 positivi e hanno fatto immediatamente (48 ore ) i tamponi a tutta la città interessata , 9 MILIONI .
Ecco così magari una idea chiara te la fai .
in Italia mischiamo pere mele cetrioli , la statistica non funziona così e si va verso il disastro
Appunto, così le cose dovrebbero funzionare.
Pinuz89 is offline  
Old 6th Nov 2020, 07:50
  #16 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2004
Location: Just Around The Corner
Posts: 1,328
https://www.theguardian.com/business...ope-unemployed
Nick 1 is online now  
Old 6th Nov 2020, 10:32
  #17 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2015
Location: Back in the green
Posts: 981
Fake news, stanno assumendo tutti a nastro con contratti stupendi.
​​​​​​
Ramones is online now  
Old 6th Nov 2020, 14:26
  #18 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 49
Posts: 1,947
Originally Posted by LorisBatacchi View Post
Direi che ormai non esistono più argomenti per giustificare un qualsivoglia ottimismo.
Il settore è collassato. I mesi a venire saranno ancora peggio, se possibile. E altre compagnie cadranno, inevitabilmente.
Alla faccia degli ottimisti/negazionisti che pensavano di mangiarsi il panettone in montagna per natale.
Consiglio vivamente a tutti quelli che come me sono a spasso di crearsi e attuare un piano B il prima possibile, sperando sempre che le cose prima o poi si rimettano in moto.
Ma la cosa sarà molto, molto lunga.
Sono in linea con questa analisi.
Aggiungerei che il piano B serve anche a chi attualmente lavora, perché il futuro è incerto per tutti purtroppo. Altro problema è che, se nel pre covid non era facile disegnare un piano B extra aviazione, nell’era covid è estremamente complicato perché decide e decine di professionisti oggi hanno gli stessi problemi del comparto aeronautico e cercano quindi l’alternativa.
sonicbum is offline  
Old 7th Nov 2020, 14:02
  #19 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2015
Location: Back in the green
Posts: 981
https://www.wetravel.biz/2020/11/07/...adetti-piloti/

Così perché non pensino che siamo noi italiani i soli a dirlo
Ramones is online now  
Old 7th Nov 2020, 22:46
  #20 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2019
Location: Elsewhere
Posts: 182
Stavo facendo una riflessione, non per tirar fuori altro pessimismo, o affondare il coltello nella piaga, ma semplicemente per vedere cosa ne pensavate di questo.

Gli over 50, tra chi si è ritirato facendo dell'altro, chi ha raggiunto la pensione, chi magari ancora no (gli auguro di riprendere presto), in ogni caso si sono goduti una bella fetta di vita in aviazione.
I 20enni, per quanto possa perdurare la crisi covid, hanno ancora tutta la vita davanti, e anche se vedranno un cockpit a 24 / 26 anni, poco male.

Quello che mi chiedevo è: quelli che sono tra i 30 e i 40 che stavano per mettere piede nel cockpit, ma non ci sono riusciti, secondo voi che fine faranno ?
Nè possiamo dire di esserci goduti un frangente in aviazione, e quando la situazione migliorerà, nemmeno saremo dei freschi ragazzini di corso.

Scusate la negatività, ma sto cominciando a pensare non che mi serva un piano B per ora, ma per tutta la vita.
Voi che pensate ?
Pinuz89 is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell My Personal Information -

Copyright © 2021 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.