Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Per la gioia di !qualcuno"....

Per la gioia di !qualcuno"....

Old 24th Nov 2019, 15:54
  #21 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2004
Location: the sky
Posts: 51
Da un lato Boeing contesta l’assunto che i casini del MCAS siano il risultato di un “single point of failure” dato che ci sono i piloti a bordo e da un altro EASA dimezza la ridondanza degli stessi in un ritorno al passato con le operazioni single pilot come in “Volo di notte” di Saint Exupery.
E’ evidente che il volo single pilot è fattibile dato che tutti noi siamo addestrati alla pilot incapacitation, quanto sia auspicabile è però tutto da dimostrare. Considerati gli errori degli handlers, dell’atc, dei providers di ogni genere di servizio aeronautico che il doppio controllo in cockpit intercetta quotidianamente nel mondo, forse l’equipaggio da due non è poi così costoso. Si farà una sperimentazione? Se ne sono sperimentate tante di minkiate vedremo se questa finirà come la maggior parte delle altre o riuscirà a sopravvivere. A Darwin l’ardua sentenza.
I-FORD is offline  
Old 24th Nov 2019, 17:40
  #22 (permalink)  

DOVE
 
Join Date: Oct 2003
Location: Myself
Age: 73
Posts: 1,182
Pilot incapacitation

Scusate se oso intervenire.

[COLOR=left=#222222]E' evidente che il volo single pilot è fattibile dato che tutti noi siamo addestrati alla pilot incapacitation, quanto sia auspicabile è però tutto da dimostrare
Vorrei dare più enfasi alla seconda parte del periodo, alla stregua di: Facciamo gli stalli non per imparare a farli ma per riconoscerne l'incipienza ed evitarli[/COLOR]
Se la memoria non m'inganna, quella prevista nella pilot incapacitation è una situazione d'emergenza, da triplo MAYDAY; che sia incapacitato il Comandante o il Copilota.
Da patito amante degli acronimi (grazie ad uno d'essi ricordo ancora i Memory Items della procedura fuoco motore del Viscount) ne avevo uno per l'uopo:
A...utopilota: inserire e riadattare se e come necessario in base al 'LAND TO THE NEAREST SUITABLE AIRPORT'
E...mergenza: dichiarare
I...ncapacitato: rimuovere e sostituirlo con F/S o A/V
O...struisce i comandi
U...rgente atterrare
Salvo errori od omissioni
Romano (old because not bold)
DOVES is offline  
Old 25th Nov 2019, 03:23
  #23 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2005
Location: WORLD
Age: 49
Posts: 944
Catetere o pappagallo per il single pilot ?
I roster cargo LH attuali non sono nemmeno lontanamente sostenibili se tutto 2 men crew.
Non e' question di pilot incapacitation e questione se arrive alla pensione quanti giorni dopo ti prende il coccolone.
bufe01 is offline  
Old 25th Nov 2019, 06:08
  #24 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2008
Location: SS
Posts: 513
La mia domanda su single pilot operation: voli sul water cinturato in caso di operazioni fisiologiche? Il controllore capisce dalla tua voce che sei in un momento intimo e ti fa fare una holding di necessità? Ma il bidet lo mettono?
45ACP is offline  
Old 25th Nov 2019, 07:26
  #25 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2012
Location: 30W
Posts: 244
meglio un manichino/pc di alcuni copiloti.... (ovviamente scherzo, o no?)
snak is offline  
Old 25th Nov 2019, 12:04
  #26 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2013
Location: in the world
Posts: 366
a proposito di single pilot

https://italiavola.com/2019/11/25/ae...g365vHCACobJqg
bongo bongo is offline  
Old 25th Nov 2019, 13:15
  #27 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,178
C'è anche un'altra considerazione da fare a mio avviso: il controllo da remoto non è banale, dire che in caso di incapacitation si passa al controllo da remoto implica più di una considerazione. La formazione di un operatore UAV sottende conoscenze ed addestramento che - seppur diversi nelle modalità, per ovvie ragioni - non hanno nulla da invidiare a quelli di un pilota. Così come per i piloti si richiedono currency ed addestramento costante. E qui non parliamo di Predator, Triton o Global Hawk dal peso massimo di 14 tons che volano sul deserto ed in teatri di guerra, ma di liner cargo che volano su spazi aerei densamente popolati. Se questi signori pensano che basti un pò di addestramento stile flight simulator per far atterrare da remoto un velivolo cargo con pilota incapacitato , direi che il test se lo possono anche risparmiare ( ammesso che il test stesso nasca come una roba seria ... ). Se invece pensano di formare operatori UAV all'occorrenza, la domanda è: sono Controllori o sono Operatori UAV? le due mansioni, che sono completamente diverse e non possono convivere, come si integrano?

Last edited by EI-PAUL; 25th Nov 2019 at 13:33.
EI-PAUL is offline  
Old 25th Nov 2019, 13:43
  #28 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2018
Location: on theEdge...
Posts: 99
Originally Posted by EI-PAUL View Post
C'è anche un'altra considerazione da fare a mio avviso: il controllo da remoto non è banale, dire che in caso di incapacitation si passa al controllo da remoto implica più di una considerazione. La formazione di un operatore UAV sottende conoscenze ed addestramento che - seppur diversi nelle modalità, per ovvie ragioni - non hanno nulla da invidiare a quelli di un pilota. Così come per i piloti si richiedono currency ed addestramento costante. E qui non parliamo di Predator, Triton o Global Hawk dal peso massimo di 14 tons che volano sul deserto ed in teatri di guerra, ma di liner cargo che volano su spazi aerei densamente popolati. Se questi signori pensano che basti un pò di addestramento stile flight simulator per far atterrare da remoto un velivolo cargo con pilota incapacitato , direi che il test se lo possono anche risparmiare ( ammesso che il test stesso nasca come una roba seria ... ). Se invece pensano di formare operatori UAV all'occorrenza, la domanda è: sono Controllori o sono Operatori UAV? le due mansioni, che sono completamente diverse e non possono convivere, come si integrano?
La cosa più immediata sarebbe magari utilizzare veri piloti commerciali in stby per questi task ?
TheEdge is offline  
Old 25th Nov 2019, 14:16
  #29 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2012
Location: Having a margarita on the beach
Age: 100
Posts: 1,441
Originally Posted by TheEdge View Post
La cosa più immediata sarebbe magari utilizzare veri piloti commerciali in stby per questi task ?
Cioè pagare altri piloti per stare a terra in stby nel caso ci fosse da pilotare da remoto ?
sonicbum is offline  
Old 25th Nov 2019, 15:41
  #30 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,178
I nostri amici Controllori che frequentano il forum magari hanno informazioni in merito?
EI-PAUL is offline  
Old 25th Nov 2019, 15:58
  #31 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 68
Posts: 1,284
Originally Posted by EI-PAUL View Post
I nostri amici Controllori che frequentano il forum magari hanno informazioni in merito?
Non credo perché il Chair degli ATM* (Charles) era seduto accanto a me..... e sono già belli incasinati con progetto CESAR e Torri Remote...*
RaymundoNavarro is offline  
Old 25th Nov 2019, 20:42
  #32 (permalink)  
 
Join Date: Jun 2004
Location: Just Around The Corner
Posts: 1,152
Metteranno un pilota e uno di questi ....

Nick 1 is offline  
Old 26th Nov 2019, 14:12
  #33 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2006
Location: Required field missing
Posts: 508
Saremo noi in futuro il co-pilota dell'autopilota, e quando lui (loro) si romperanno toccherà a noi il take over. C'è AP1, controllato da AP2, ognuno in grado di fare tutto, dal decollo all'atterraggio, poi ci siamo noi a controllare, come fanno gli operatori controllo qualità nelle catene di montaggio, e infine un centro a terra con controlli in remoto ad agire come ultimo back up, dove un pilota (incaricato ad esempio di 10 o più voli) può riportare a terra l'aereo con controlli quali quelli dei Predators, come fosse un red warning in caso di avaria. La ridondanza esisterà eccome, eccola lì. L'operatore volante (ossia i futuri noi) saranno addestrati in corsi puramente al simulatore con 10 ore di volo vero (come le MPL oggi ma con simulatori più realistici nel feeling del volo, dove ancora non ci siamo proprio). I controllori da terra impartiscono separazioni in CPDLC agli aerei azionate da AP1 e controllate da AP2 e verificate da noi. Avremmo come sui treni un tasto da schiacciare ogni 60 secondi per confermare al sistema che non dormiamo. Il check per l'incapacitation viene fatto ogni 20 minuti dalle CC. Se fallisce hanno un tasto per dire ad AP1 e AP2 (e in extremis al centro operativo a terra) di portare a terra l'aereo al nearest suitable. Non vedo nessun particolare problema a realizzare ciò. Mi piacerebbe vederli, ma non mi sembra. Per i tentativi di hackeraggio c'è l'operatore a bordo. La doppia avaria catastrofica di incapacitation + hackeraggio non viene presa in considerazione (come oggi la doppia eng failure causa birds in decollo o atterraggio), troppo statisticamente irrilevante.
È ovvio che sarà così, più o meno. Chi riporta il MCAS come esempio per evidenziare la necessaria presenza umana, in realtà avvalora le tesi sull'automazione, l'MCAS è proprio figlio della non mancata automazione, e dimostra come la strada è solo il FBW. FBW è da sempre sinonimo per i piloti di essere, nel lungo periodo, accompagnati alla porta dal computer. È comunque un futuro distante, manca ancora in parte la tecnologia. Per ora aspettiamo le RNP RF, che alla fine della fiera non sono poi così distanti da quanto detto sopra
TheWrightBrother&Son is offline  
Old 26th Nov 2019, 16:45
  #34 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2005
Location: Italy
Posts: 590
Mi inserisco...EASA in realtà ha detto una mezza verità....il piano è primi voli in maniera AUTONOMA entro il 2025, con sperimentazione appunto da metà 2020 in appositi spazi aerei segregati...il tutto con sperimentazione a terra di ‘sorveglianza’ da parte di ATC coadiuvata da alcuni piloti di una casa costruttrice...è tutto molto più avanti di quello che dicono*
liftman is offline  
Old 26th Nov 2019, 17:52
  #35 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 68
Posts: 1,284
Originally Posted by liftman View Post
il piano è primi voli in maniera AUTONOMA entro il 2025, con sperimentazione appunto da metà 2020 in appositi spazi aerei segregati...
E' esattamente quello che ho detto (e che hanno detto…)

[color=left=#000000]i costruttori avranno terminato la "tecnologia necessaria" per la sperimentazione non oltre la metà del 2020!!![/color]
quindi inizio della sperimentazione…

[color=left=#000000]il progetto dovrebbe poi concretizzarsi entro la fine del 2028[/color]
Loro hanno detto 2025/2028 …...io ho messo direttamente la data più "ultima"

Quello che non si ha ancora in mano….sono i "documenti" utilizzati finora e per questo abbiamo inoltrato formale richiesta di accesso e soprattutto di attivare la rule making room che ad oggi...non c'è (ossia se la sono fatta sotto banco con i costruttori…).
RaymundoNavarro is offline  
Old 26th Nov 2019, 19:13
  #36 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,956
mau mau is offline  
Old 26th Nov 2019, 19:27
  #37 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 68
Posts: 1,284
Originally Posted by mau mau View Post
@Mau,
Sempre che non le dispiaccia mi dovrebbe usare una cortesia: mi dovrebbe attivare l'autopilota col "Q" e.... sempre che non le dispiaccia... zufolando su questo fischietto mi abbassi i flaps!

Last edited by RaymundoNavarro; 26th Nov 2019 at 19:38.
RaymundoNavarro is offline  
Old 27th Nov 2019, 13:31
  #38 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,956
Originally Posted by RaymundoNavarro View Post
@Mau,
Sempre che non le dispiaccia mi dovrebbe usare una cortesia: mi dovrebbe attivare l'autopilota col "Q" e.... sempre che non le dispiaccia... zufolando su questo fischietto mi abbassi i flaps!
Ma certo...la sua soddisfazione è il mio miglior premio
mau mau is offline  
Old 29th Nov 2019, 06:14
  #39 (permalink)  
 
Join Date: Jul 2012
Location: Up side down
Posts: 87
Assurdo ed impossibile.
Mi vengono in mente almeno 50 situazioni in cui un solo pilota anche se assistito da terra non potrebbe gestire la situazione.
Bisogna smembrare l' Europa ,che sempre più evidentemente é un complotto alieno all' Europa stessa ordito da una lobby i
che mira al predominio della sua visione prettamente economica del mondo.
Dal dopoguerra ad oggi vi hanno vendutouna marea di sofisticatissime quindi credibilissime balle.
Questa è un altra atta a farvi accettare condizioni sempre peggoti.
Io dico è ora di reagire.. in modo analogico.
EASA è stata un incredibile boomerang una massa di burocrati nelle mani dei lobbisti e trafficoni e di.proxy tipo O ' Leary .Torniamo all' Italia e gli italiani prima di tutto basta buonismi del caxxo e paneuropeismo venduto da gente scaltra con solo il denaro in testa.
​​​​
​​​​​​

Last edited by STEXUP; 29th Nov 2019 at 06:37.
STEXUP is offline  
Old 29th Nov 2019, 13:27
  #40 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 1,178
Originally Posted by STEXUP View Post
Assurdo ed impossibile.
Mi vengono in mente almeno 50 situazioni in cui un solo pilota anche se assistito da terra non potrebbe gestire la situazione.​​​​​​
Forse non ti è chiara una cosa; non si tratta di un pilota che viene assistito o coadiuvato da terra, se da terra arrivano a metterci le mani è perché il pilota è già andato. Sottile differenza. Non c'è solamente il fatto che il concetto di "single pilot" su macchine complesse venga completamente ridisegnato e stravolto, ma anche che un 737, A300, B757 etc diventa di fatto uno UAV, stravolgendo anche la filosofia per cui lo UAV è nato.

Originally Posted by STEXUP View Post
Bisogna smembrare l' Europa ,che sempre più evidentemente é un complotto alieno all' Europa stessa ordito da una lobby i*che mira al predominio della sua visione prettamente economica del mondo.
Dal dopoguerra ad oggi vi hanno vendutouna marea di sofisticatissime quindi credibilissime balle.
Questa è un altra atta a farvi accettare condizioni sempre peggoti.
Io dico è ora di reagire.. in modo analogico.
EASA è stata un incredibile boomerang una massa di burocrati nelle mani dei lobbisti e trafficoni e di.proxy tipo O ' Leary .Torniamo all' Italia e gli italiani prima di tutto basta buonismi del caxxo e paneuropeismo venduto da gente scaltra con solo il denaro in testa.
​​​​
​​​​​​
Ma ancora con 'sta storia del complotto globale, Europa brutta e cattiva ed "Italia agli Italiani"? Se siamo messi così è proprio perché la maggior parte degli Italiani e buona parte di alcune nazioni europee la pensa in questo modo. Il problema vero parte dal fatto che i nostri Rappresentanti in Europa sono la diretta manifestazione di chi li ha eletti, in alcuni casi anche peggio. Questo comporta una totale assenza di lungimiranza ed un menefreghismo spinto riguardo a tutto quello che non sia elettoralmente accattivante ed appetibile nel brevissimo termine. Il che, a sua volta, comporta dei vuoti a livello della varie Commissioni non solo a livello di presenza, ma spesso anche di competenza, che poi diventano vuoti normativi che se non fossero parzialmente colmati da persone come colui il quale ha aperto il thread sarebbero ancora più evidenti. Vuoti nei quali parti datoriali e case costruttici approfittano ovviamente per intrufolarsi. Eppure ci si continua a nascondere dietro a slogan tipo "Italia agli Italiani" e Nazionalismi vari, come se la soluzione fosse quella. Che poi fa anche ridere, perché sistematicamente capisci che chi si riempie la bocca di certi slogan e coccarde poi non ha mai nemmeno fatto il militare, ma vabbè.
EI-PAUL is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us Archive Advertising Cookie Policy Privacy Statement Terms of Service

Copyright © 2018 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.