Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page > Privatizzazione ENAV

Privatizzazione ENAV

Reply

Old 11th Apr 2018, 17:19
  #61 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2009
Location: italy
Age: 48
Posts: 602
Originally Posted by caciara View Post
Ypsilon a quale forum ti riferisci?
Beh...facile basta cercare con google il miglio forum inerente l’aviazione civile italiana e lo trovi !
Comunque.....forse ultimamente hanno impararo qualche lezione...ora stanno ben zitti e ben attenti a non “....pisciare fuori dal vaso...” con i loro commenti.....
ypsilon is offline  
Reply With Quote
Old 11th Apr 2018, 21:16
  #62 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Quoto in pieno liftman...grazie Ypsilon andró a dare un’occhiata
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 12th Apr 2018, 06:27
  #63 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2010
Location: EUROPE
Age: 48
Posts: 356
Diventerà sempre più eroico fare un circling
DEVILFISH is offline  
Reply With Quote
Old 12th Apr 2018, 17:08
  #64 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
Originally Posted by caciara View Post
...grazie Ypsilon andró a dare un’occhiata
Fammi sapere se occorre del maalox.....
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 16th Apr 2018, 14:01
  #65 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Ce lo chiede l'Europa!!! Così si sente spesso avanzare come giustificazione da parte di qualche esponente del management, riportata "fedelmente" da qualche esponente dei sindacati. Già, perché se è vero che la Commissione Europea nell'ambito del progetto SESAR, chiede di ridurre i costi (su richiesta delle compagnie aeree) facendoli avvicinare nei prossimi anni a quelli degli USA (sebbene abbiano gestioni ed organizzazioni differenti) è altrettanto vero che di sforbiciate di enti ATC si sente parlare solo da noi (guarda caso), sebbene in altri Stati Europei ne abbiano anche di più...
Leggere per credere...
Attached Images
File Type: png
Spain.png (380.2 KB, 12 views)
File Type: png
France.PNG (169.5 KB, 10 views)
File Type: png
Germany.PNG (124.0 KB, 12 views)
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 13:14
  #66 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Trovato l'unico provider europeo di riferimento per ENAV....molte sono le analogie, a partire dalla "partnership" tra pubblico e privato.
Unica differenza sostanziale, il processo di uscita del loro stato dalla Unione Europea denominato "Brexit"...è da ritenersi una differenza di poco conto secondo voi?
Attached Images
File Type: jpg
IMG_0429.jpg (152.1 KB, 7 views)
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 13:38
  #67 (permalink)  
 
Join Date: Sep 2007
Location: BLQ
Posts: 851
Originally Posted by caciara View Post
... chiede di ridurre i costi (su richiesta delle compagnie aeree) facendoli avvicinare nei prossimi anni a quelli degli USA (sebbene abbiano gestioni ed organizzazioni differenti) è altrettanto vero che di sforbiciate di enti ATC si sente parlare solo da noi (guarda caso), sebbene in altri Stati Europei ne abbiano anche di più...
Leggere per credere...
A me fa impressione più che altro che i vari geni che si occupano di queste "ottimizzazioni" possano pensare di comparare il sistema USA con quello Europeo. Spazi diversi, orografia ed estensioni diverse, gestioni obbligatoriamente diversa, cultura aeronautica antitetica l'uno dall'altro ... come mischiare capre e cavoli. Incoraggiante.
EI-PAUL is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 17:41
  #68 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
Il processo di AUTOMAZIONE è iniziato ormai da molti anni in differenti settori. un po' per l'individualismo tipico dell'essere Umano che non si interessa fin tanto non gli tocca....un pochino per altrettanta ignoranza, arriviamo sempre troppo tardi ed impreparati.

I primi a subire un processo di AUTOMAZIONE (lo scrivo grande affinché molti non lo confondano con l'Automatizzazione) è apparso in Italia già nel 1989 con l'introduzione del TELEPASS ed al tempo tutti vedevano la bellezza di eliminare code al casello, ma nessuno sentiva le urla dei poveri casellanti che "andavano a casa" per essere sostituiti da questo aggeggio....

Allo stesso modo nel 2001 passava in sordina il decollo del prototipo dell'MQ 9, primo "velivolo a controllo remoto". La tecnica è andata avanti, l'AUTOMAZIONE ha interessato le Navi, sta interessando i Porti, sono in corso studi anche per Velivoli Civili e nel frattempo....eccoci arrivati alle Torri Remote!

"Il Telepass è arrivato in Aeroporto"........

Nessun Sindacato potrà mai fermare il processo di AUTOMAZIONE, questo è poco ma sicuro, e chiunque prometta di "ostacolare il progetto" prende in giro qualcuno.....

Quello che però deve fare il Sindacato è far si che il processo avvenga nel rispetto delle tutele dei Lavoratori e della loro qualità di vita. Traduzione: non si potrà fermare la chiusura di alcuni impianti, ma occorrerà mettere dei "paletti precisi" per garantire "serenità e dignità" alle famiglie interessate da "trasferimenti" piuttosto che processi di riqualificazione per eventuale Personale interessato. Che il tutto avvenga nei tempi dettati da una "transizione in sicurezza" (giusto tempo per qualificazioni e sperimentazioni" e non nel tempo meno costoso....

Se dunque dobbiamo fare una critica (mi cazzino pure i Colleghi ATC...vado per "esperienza indiretta" non essendo coinvolto in prima linea) occorre rilevare che i Colleghi Svedesi, che già operano con le Torri Remote, hanno chiamato ed ospitato i Colleghi Italiani illustrandogli il funzionamento del sistema, i "pro" ed i "contro". La domanda è: se il tutto era fatto in ottica della sicurezza...non poteva essere ENAV a spiegare ai suoi Dipendenti i "pro" ed i "Contro"? (Domanda da estraneo al sistema).
Se il tutto è fatto con "ottica di sviluppo e sicurezza", perché negare tutto questo processo pochi mesi fa?

Secondo me solo delle chiare risposte a queste domande possono svelare l'eventuale "mala fede" e capire in che direzione poter procedere........(non so se sono riuscito a spiegarmi).
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 18:32
  #69 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Secondo me nessuno risponderà mai esaurientemente alla tua domanda Raymundo, di conseguenza non credo si possa mai svelare l’eventuale mala fede di cui parli, basti ricordare che nemmeno 2 anni fa fu firmato un verbale di accordo tra ENAV e sindacati dove si ESCLUDEVA un interessamento per le torri remote...
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 19:25
  #70 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2005
Location: Italy
Posts: 527
Ray...mettiamola così.....chi va questi incontri con...l'estero NON va per vedere quanto è SICURO qualcosa, ma per vedere quanto ECONOMICO possa essere....i "teams" vengono scelti secondo "caratteristiche" ben note a te e a tutti ( tutto il mondo è paese capisci a me...)

Il problema fondamentale è che l'automazione non si ferma e hai ragione, ma deve andare pari passo con la safety.....cosa di cui in molti dubitano fortemente.
liftman is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 19:37
  #71 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
basti ricordare che nemmeno 2 anni fa fu firmato un verbale di accordo tra ENAV e sindacati dove si ESCLUDEVA un interessamento per le torri remote...
qui mi cogli impreparato......
peró la frase da te postata contiene uno spunto di riflessione importante che (se posso) vorrei sottolineare perché credo sia il "cuore del problema" (per tutti)....

Quando tu dici: "non si é firmato un verbele di accordo per escludere un interessamento a....."
Secondo me qui é il problema e l'aspettativa che ognuno di noi ripone nel futuro.....

in Europa le Torri remote sono una realtà (a me non piacciono "epidermicamente" ma ciò lascia il tempo che trova).

La mia domanda è: quale é la volontà dei Colleghi ATC? :
A) Abolore il progetto;
B) Essere coinvolti nel progetto (per essere certi che il tutto avvenga con "tappe e metodi condivisi").

Credo che se la risposta è la A ormai siamo in ritardo e sarà tutta una delusione.....

Se la risposta è la B con un pochino di coesione riuscirete a farcela.....

intanto ieri "qualcuno tra Voi" ha consegnato le carte per promuovere un interrogazione parlamentare (le specifiche cerco poi di dartele in privato...).

PS sottolineo nuovamente che ciò che state vivendo voi.... lo vivremo subito dopo noi.... quindi "non fraintendere le mie parole" se a volte faccio "l'avvocato del Diavolo"
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 19:46
  #72 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
chi va questi incontri con...l'estero NON va per vedere quanto è SICURO qualcosa, ma per vedere quanto ECONOMICO possa essere....i "teams" vengono scelti secondo "caratteristiche" ben note a te e a tutti ( tutto il mondo è paese capisci a me...)
Su questo Liftaman non sono d'accordo. Il problema invece è un altro..... spesso i Delegati Esteri (che ricordo dal sindacato estero accedono poi alle rule making room per titoli e competenze) spesso "se la cantano e se la suonano da soli" e quando avviene il patatrac.... a volte é già tardi....
Non dico di mettere i docs pure su PPRuNe (come spesso faccio io...) ma almeno coinvolgere su liste interne (mailing e wap) le cose non pioverebbero cosi in testa (mio parere ovviamente)
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:12
  #73 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Raymundo I say again: HANNO FIRMATO ENAV e SINDACATI un verbale di accordo completamente disatteso...giá postato in questa discussione. Visto che hai citato la mala fede, più mala fede di così?? Riguardo il fatto che alcuni processi siano irreversibili e che prima o poi riguarderanno tutti, sono leggermente in disaccordo e credo di averlo dimostrato facendo vedere le realtà del resto d’Europa, che non possono essere l’aeroportino in culonia della Svezia, ma sicuramente solo realtá molto più simili alla nostra
come Francia, Spagna o Germania che NON hanno in progetto gli stessi nostri tagli, o quanto meno della stessa nostra portata. Anche perchè, ribadisco, il traffico aereo è destinato a crescere esponenzialmente, e ridurre il numero di enti atc in maniera così drastica a me personalmente (ma non solo) non sembra affatto una ottimizzazione sensata. Mi dispiace per i casellanti, ma ma le automazioni introdotte ai caselli autostradali non hanno impattato in alcun modo sulla sicurezza degli utenti, molto diversa è la realtà del trasporto aereo, come ben sai...
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:14
  #74 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
sono d'accordo....
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:27
  #75 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
Mi dispiace per i casellanti, ma ma le automazioni introdotte ai caselli autostradali non hanno impattato in alcun modo sulla sicurezza degli utenti, molto diversa è la realtà del trasporto aereo, come ben sai...
Conoscendo ormai il modo di lavorare in Europa (o ctedendo io.... di conoscere come ormai funziona)... abbiamo evidenze dell'impatto sulla sicurezza?
Se si..... siamo a cavallo.....
Se no..... il primo step è produrre "studi" in questa direzione. Altrimenti credo che riuscirete a far poco (questo quello che sto cercando di dire).

Caciara non fraintendermi..... questo è lo stesso problema vissuto da noi con i nostri limiti di impiego (ad esempio)........ ecco perché secondo me.... andrebbe piu messo alle strette chi "lavora su"...... fornendo "supporto e materiale"..... il lavoro grande va fatto li..... se il freno non c'è in europa.... a "casetta" si può ritardare.... ma non si fugge......

E ripeto per l'ennesima volta. SONO CON VOI!!!! SIAMO CON VOI!!!!! Cerco solo di passsarti alcune "esperienze dirette" ".........
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:30
  #76 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
Proprio per il "verbale firmato" e la mala fede.... é evidente. Ovvio che é evidente. Su questo si puo (si deve) indagare..... ma dubito che porti a "risolvere" un problema.....
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:41
  #77 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Nov 2011
Location: Italy
Posts: 209
Ok ora è chiaro Raymundo, e sono d’accordo con te. Mi auguro, ci auguriamo, e dovrebbero augurasi anche tutti gli utenti, che gli studi di cui parli li PRETENDANO sindacati ed associazioni di categoria, nonchè la autoritá competente magari sollecitata da alcuni report giá esistenti a livello europeo...buonanotte
caciara is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:47
  #78 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2005
Location: Italy
Posts: 527
Ray mi sa che non riesce a passare un concetto, che sarebbe bene invece gridare ai quattro venti e per benino ma ahimè temo sia impossibile. Della sicurezza non frega un fico secco a nessuno (detto in maniera ...diretta), TUTTE le implementazioni avvengono ormai con in mente in primis il fatto che porti a RISPARMI.

E ci sono sindacati e sindaca....listi che su questo concetto ci hanno fatto carriera e anche tanta. ;-)

ti faccio un esempio, un sogno che ho fatto stanotte ;-)....ho sognato che ci fosse un bel vento al traverso sull'aeroporto X, tipo 30 knots ora non ricordo bene :-)....e ho sognato che quell'aeroporto ha tre piste di cui una guarda caso con quel vento sarebbe perfetta perchè sarebbe frontale.

E poi ho sognato che però la pista non veniva cambiata continuando a far atterrare gli aerei con il vento al traverso, perchè con l'altra pista si sarebbe ridotta la capacità oraria dell'aeroporto, e ho sognato un capo che diceva che una cosa del genere non si può fare pena decurtazioni economiche.

E so di molti controllori che fanno sogni ben più strani....sognano flussi che non vengono emessi perchè bisogna essere il provider più efficiente d'Europa, sognano addestramenti per la nuova realtà degli APP trasferiti nei centri di controllo fatti alla bella e meglio ecc ecc ecc....

un libro di sogni credimi.....
liftman is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:48
  #79 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
.... notte caciara
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote
Old 18th Apr 2018, 20:52
  #80 (permalink)  
 
Join Date: Apr 2012
Location: Between Marte and Giove
Age: 67
Posts: 1,086
ti faccio un esempio, un sogno che ho fatto stanotte ;-)....ho sognato che ci fosse un bel vento al traverso sull'aeroporto X, tipo 30 knots ora non ricordo bene :-)....e ho sognato che quell'aeroporto ha tre piste di cui una guarda caso con quel vento sarebbe perfetta perchè sarebbe frontale
"Loud and clear"..... 5/5.....

Domani parto 5 gg.... ci sentiamo con calma
RaymundoNavarro is offline  
Reply With Quote

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us Archive Advertising Cookie Policy