Go Back  PPRuNe Forums > PPRuNe Worldwide > Italian Forum
Reload this Page >

Jetstar fined $90,000 for making cadets pay for own training

Jetstar fined $90,000 for making cadets pay for own training

Old 9th Feb 2014, 11:09
  #1 (permalink)  
Thread Starter
 
Join Date: Oct 2010
Location: over the top
Posts: 58
Jetstar fined $90,000 for making cadets pay for own training

Jetstar has been fined $90,000 for making six cadet pilots pay for their own training.

The Federal Court handed down the fine in Sydney after the airline admitted it breached the Fair Work Act when it deducted $17,500 from the wages of the cadets to cover the training.

The pilots, recruited between October 2010 and January 2011, were employed on individual contracts through a New Zealand-based Jetstar subsidiary while they underwent six months of training.

After their employment was transferred to Australian entity Jetstar Group, Jetstar tried to recover training costs from the pilots despite being advised it was unlawful under Australia's Air Pilots Award 2010, Justice Robert Buchanan found.

Jetstar deducted a total of $17,500 from all six pilots' wages, including one pilot who had refused to agree to it.

The money was returned two months later after a legal challenge by the Australian Federation of Air Pilots (AFAP).

Justice Buchanan said Jetstar had shown a lack of evidence of contrition or remorse over the events.

"The respondents used their vastly superior bargaining power to effectively brush aside any personal resistance by cadet pilots, not desisting until the AFAP stepped in," he said.

"The conduct of Jetstar Group and Jetstar Airways was calculated solely by reference to their assessment of their own commercial interests."

The Fair Work Ombudsman also has ongoing legal proceedings against Jetstar Airways Pty Ltd over its use of cabin crew employed by Singapore company Valuair Limited and Thai company Tour East (TET) Limited.

The airlines are contesting allegations from the Ombudsman the staff were subject to Australian workplace laws.
TMFI is offline  
Old 9th Feb 2014, 17:53
  #2 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2013
Location: Italia
Age: 37
Posts: 6
Da qualche parte nel mondo ci sono istituzioni serie che prendono sul serio questa vergognosa e ignobile moda. Almeno tentano di metterci una pezza.
padremaron is offline  
Old 9th Feb 2014, 19:48
  #3 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,509
Basterebbe una massiccia campagna d'informazione...specialmente in europa dove la gente non è così avvezza a prendere l'aereo...se le compagnie vedessero un bel -30% in un mese tranquilli che dopo 31 giorni nessuno pagherebbe più niente....
shinners is offline  
Old 10th Feb 2014, 09:32
  #4 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Ben detto!! Le compagnie se cominciassero a perdere centinaia di migliaia di euro al giorno, sono sicuro che spenderebbero piu volentieri i 15.000€ necessari per formare i propri piloti.
Ma una istituzione, prenderebbe sul serio un pilota cosi scemo disposto a spenderne 50.000 pur di lavorare?!? Credo di no...a meno che l'interessato non sia il figlio di uno della commissione.
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 10:15
  #5 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2007
Location: Italy
Age: 45
Posts: 63
Buongiorno a tutti,
per quanto mi riguarda sono disposto a fare la mia parte per sensibilizzare e informare chi di dovere. Questa pratica del P2F mi ha danneggiato in passato e mi brucia molto non essere mai stato preso in considerazione per non essermi sottomesso a questa vergogna nonostante alcune selezioni superate.
Ora per me sarà forse troppo tardi ma vorrei fare qualcosa per le future generazioni, che meritano davvero di volare per le loro attitudini e non per il loro portafoglio.
Domanda: come si potrebbe procedere? Carta stampata, internet, televisioni, passaparola........
Ci vorranno forse anni, ma come disse J. F. Kennedy: "Mille miglia iniziano con un passo".
Buona giornata a tutti.


BS0119
Bluesky0119 is offline  
Old 10th Feb 2014, 10:54
  #6 (permalink)  
 
Join Date: Feb 2014
Location: Cuneo
Age: 41
Posts: 62
Personalmente, temo che i passeggeri non sono poi molto interessati se qualcuno paga 90.000 $ o no per lavorare. Basta solo che volino per quattro soldi e in sicurezza. Ovviamente le compagnie come Ryan, non diranno mai che chi paga per volare potrebbe essere piú pericoloso di uno che non paga.

Siamo quindi in guai seri.
monviso is offline  
Old 10th Feb 2014, 10:56
  #7 (permalink)  
 
Join Date: Oct 2010
Location: East
Posts: 227
Eh gia' Bluesky, magari si cominciasse ad alzare un santo polverone, anche e soprattutto, al di fuori dell'ambito aeronautico.
Ma non credo che un articoletto in decima pagina faccia chissa' cosa. Tant'e' vero che ogni due per tre, c'e' una malalingua che si mette contro FR su qualche quotidinao nazionale, a volte qualche parentesi in una trasmissione di mezza serata, ma mi pare che il mercato italiano dei voli non sia cambiato poi tanto.
Servirebbe veramente ferrato sulla cosa che cominciasse una propria crociata.
Ma, a parte qualche sfigato pilota, a qualcuno glie ne importa di sto p2f ???
Comunque se vuoi iniziare io te lo appoggio .
FlyingTruckdriver is offline  
Old 10th Feb 2014, 10:58
  #8 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Se posso dire la mia, la televisione è il mezzo più idoneo e arriva a più orecchie e occhi.
Anzi, non capisco come mai trasmissioni come le Iene, Striscia (ma ormai è un pò in discesa) o Report non abbiano mai fatto servizi su queste cose...eppure mi sembrerebbe un argomento piuttosto succulento, vuoi mettere che titoloni si potrebbero scrivere?? "migliaia di passeggeri rischiano la vita ogni giorno a bordo di aerei pilotati da ragazzi inesperti che pagano".
Secondo me.....se ancora non si è fatto alcun servizio sull'argomento, un motivo c'è. Sarò io ad essere troppo sospettoso??
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 11:16
  #9 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2004
Location: bespin, the cloud city
Posts: 1,168
Ci vorranno forse anni, ma come disse J. F. Kennedy: "Mille miglia iniziano con un passo".
Veramente quello era LAO-TZU, ovvero quanto di piu lontano possa esserci da JFK...

Resta comunque il principio, ovvero che in Australia e' intervenuta l' AFAP e gia questo e' un organizzazione che in Italia ci sognamo, basti vedere la loro CAREERS PAGE dove vengono pubblicati annunci x tutti i livelli di esperienza, dal Junior FI all' ATP.

Se posso dire la mia, la televisione è il mezzo più idoneo e arriva a più orecchie e occhi.
Credo sia gia stato fatto in passato ed e' stato un flop. Basti vedere la vicenda del figlio del ministro forzista in AZ...

Io andrei piuttosto in cerca del M5S...

PZ
papazulu is offline  
Old 10th Feb 2014, 11:37
  #10 (permalink)  
 
Join Date: Mar 2007
Location: Italy
Age: 45
Posts: 63
[Veramente quello era LAO-TZU, ovvero quanto di piu lontano possa esserci da JFK...]


Grazie per la precisazione, ero convinto fosse stato JFK. Bello imparare sempre qualcosa.


Saluti.


BS0119
Bluesky0119 is offline  
Old 10th Feb 2014, 11:42
  #11 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Credo sia gia stato fatto in passato ed e' stato un flop.
Non sapevo che una trasmissione avesse già sollevato il problema del pay2fly nelle compagnie aeree. Quando e su che canale è stato?
Quindi se la televisione non è il mezzo piu idoneo per giungere a più occhi e orecchie possibili, quale sarebbe secondo te il mezzo più idoneo per divulgare la questione?
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 11:58
  #12 (permalink)  
 
Join Date: Nov 2012
Location: OTFM
Age: 29
Posts: 73
Ri-tentar non nuoce (credo).

Ciao a tutti,

leggendo i vostri commenti, mi sono messo a girare sui siti internet dei sopra citati programmi televisivi (Le Iene, Striscia La Notizia e Report).

Ed ho trovato questo:

Dillo Alle Iene

Segnalazioni Striscia La Notizia

Home Page Report, sezioni scrivi (si aprira software e-mail)

Secondo il mio piccolo parere se venisse presentata in modo semplice e come suggerito da mau mau ("migliaia di passeggeri rischiano la vita ogni giorno a bordo di aerei pilotati da ragazzi inesperti che pagano") potrebbero cattura l'attenzione di molte più persone del passato.

Sono fuori sede, stasera 2 minuti ce li butto a scrivere ai 3 programmi che vi ho elencato, credo che ri-tentar non nuoce.

m2c.
A presto
Nabbo
Nabbo is offline  
Old 10th Feb 2014, 12:08
  #13 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2004
Location: bespin, the cloud city
Posts: 1,168
Non sapevo che una trasmissione avesse già sollevato il problema del pay2fly nelle compagnie aeree. Quando e su che canale è stato?
Urge rettifica: non volevo dire che e' GIA stato fatto, se non ricordo male era stato pero' tentato un approccio ma vi fu' un "disinteressato diniego" da parte della redazione (forse proprio REPORT?), xke il vespaio che ne sarebbe scaturito sarebbe stato simile al meltdown di Chernobyl...

Di tale approccio lessi proprio qui su PPRuNe se non erro.

Quanto al mezzo piu idoneo...web? Alla fine, senza per questo schierarmi, mi pare di capire che i "grillini" lamentino la stessa carenza di visibilita' che potrebbero avere i contestatori del P2F (tra i quali mi sono arruolato lustri fa'...) qualora intendessero iniziare la loro "crociata".

Poi purtroppo c'e da considerare che l' Italiano di solito pensa al suo di orticello e quindi se c'e da masticare sta cacca del P2F x un po, pur di "entrare"...mi sono spiegato?

PZ
papazulu is offline  
Old 10th Feb 2014, 12:49
  #14 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Lo so che c'è la fila di sfigati disposti a pagare pur di entrare...ma infatti il punto non sarebbe quello di far leva su di questi e sulla loro coscienza di smetterla.
Il punto è mettere al corrente l'opinione pubblica, quella che sugli aerei ci sale e paga il biglietto. E se questa cominciasse a viaggiare un pò meno a causa di questo oppure si puntassero i riflettori sul problema in modo che tutti sappiano come funziona l'assunzione in una compagnia aerea, c'è anche il caso che le compagnie si diano una rallentata....con la speranza che se anche un giovane pilota fosse disposto a spendere, non gli sarebbe comunque permesso.
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 14:02
  #15 (permalink)  
 
Join Date: Aug 2005
Location: italy
Posts: 2,509
forse l'errore in passato è stato quello di sottolineare la riduzione degli stipendi.... strategia sbagliata, molta gente (soprattutto riferito ad AZ) se sente una cosa del genere esulta e pensa "finalmente anche questi dovranno andare a lavorare dopo che per decenni non hanno fatto un c***o e sono stati trattati da nababbi".
Se si parlasse più di sicurezza.....

però anche lì...la categoria è talmente frammentata che dopo un servizio del genere arriva subito la smentita da parte di questo sindacato o di quella compagnia che assicura che da loro è tutto perfetto....
shinners is offline  
Old 10th Feb 2014, 14:25
  #16 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Shinners ha ragione!!

Le compagnie si parerebbero certamente il kulo.
Però, purtroppo gli incidenti piu o meno gravi con a destra il pollo spendaccione ci sono stati....se si va a vedere, sarebbe cosi difficile riscontrare se quello a destra si era pagato il training oppure no??
E poi se tutti noi contro al pay 2 fly (che sicuramente abbiamo una moralità piu solida e siamo piu uniti di un bamboccio di 20 anni disposto a spendere i soldi del papi) dicessimo la nostra, sono sicuro che potremmo tirare fuori tanti aneddoti molto carini (e documentati) di stronzate perpetuate, accadute o riscontrate da ognuno di noi.

In piccolo lo vediamo in televisione da striscia o le iene: i "Peccatori" si difendono a spada tratta e sembrano piu grossi dei poveri testimoni che raccontano dei fatti sempre oscurati con la voce camuffata....MAAA....secondo me alla gente da casa poi un dubbio che i "peccatori" con le spalle grosse potrebbero avere torto e i testimoni sfigatelli ragione, potrebbe venire....
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 14:26
  #17 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2009
Location: 12 o'clock opposite direction
Age: 30
Posts: 114
Lungi da me il difendere il p2f ma leggendo mi sono chiesto: da cosa le "imputate" non potrebbero difendersi?

Che sia sbagliata la pratica del pagare per lavorare è giusto ma loro potrebbero comunque dire che non obbligano nessuno a farlo, che loro danno un'opportunità di crescita ecc ecc...

Che gli aerei siano pilotati da gente inesperta e quindi che la vita dei passeggeri sia in pericolo come potrebbe reggere difronte a riscontri di simulatori semestrali e line check eseguiti da personale qualificato che giudica idonei gli equipaggi di condotta?

Far dilagare un panico stile 11 settembre sul fatto che volare in aereo non è sicuro, vuoi perché sull'aereo ci posso piazzare una bomba vuoi perché ai comandi vi è gente inadeguata (e anche questo fin'ora fattura alla mano puoi dimostrare che ha pagato ma come dimostri che è inadeguato se ogni test è stato superato), secondo me non risolverebbe la cosa anzi, creerebbe ancora più disoccupazione così come è successo con il calo del traffico aereo post 9/11.
AirGek is offline  
Old 10th Feb 2014, 14:41
  #18 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Che sia sbagliata la pratica del pagare per lavorare è giusto ma loro potrebbero comunque dire che non obbligano nessuno a farlo, che loro danno un'opportunità di crescita ecc ecc...
Anche Wanna Marchi non obbligava nessuno a spendere varie cifre per i riti magici...eppure se la sono inc****ta.
Secondo me è piu grave lucrare sui sogni dei giovani e su come trovare un posto da pilota.... cosa ben piu tangibile che i pugnetti di sale nell'acqua.

Che gli aerei siano pilotati da gente inesperta e quindi che la vita dei passeggeri sia in pericolo come potrebbe reggere difronte a riscontri di simulatori semestrali e line check eseguiti da personale qualificato che giudica idonei gli equipaggi di condotta?
Ce ne sarebbe da discutere. In ogni caso oggi, anche colui che un tempo sarebbe stato segato, è in grado di sedersi a destra. E comunque nessuno vuole dire che quello che è a destra è un totale inetto.
La questione è a monte: come mai hanno preso quello con 200 ore e che si è pagato tutto il training anzichè quello con 3000 ore di volo? E come mai al "colloquio" non è stato nemmeno chiamato quando il suo CV parlava chiaro e avrebbe dato 10 a 0 a quello del giovane con 200 ore?
Nessuno vuole far esplodere il caso 11 settembre, ma le cose come le cambi se non in modo drastico? Per far finire il p2fly l'unico modo è focalizzare l'attenzione della gente sul fatto che le compagnie prendono solo piloti inesperti purchè si pagano il type e il line training. QUesto è un dato certo.

In soldoni: Come lo spieghi a una persona normale, che una compagnia preferisce uno di 20 anni con 200 ore di volo, zero esperienza che si paga 50.000€ anzichè uno di 35, con 1500 ore di volo di esperienza?
La persona normale secondo te cosa penserebbe? che cosi "la compagnia lo forma e lo forgia come più gli piace"??
Ma ancora qualcuno degli addetti ai lavori crede a questa minkiata?!
Perchè le compagnie favoriscono gente senza esperienza penalizzando quella che invece ce l'ha?
mau mau is offline  
Old 10th Feb 2014, 15:04
  #19 (permalink)  
 
Join Date: Jan 2009
Location: 12 o'clock opposite direction
Age: 30
Posts: 114
A mio avviso il caso Vanna Marchi ha poco a che fare con il p2f. Quella era una truffa a tutti gli effetti.

Detto questo tu consideri la base del problema le compagnie. E se la base del problema fossero invece le scuole?

Perché se il percorso viene iniziato deve per forza terminare positivamente?

Io ho visto gente cannare tutti gli esami cannabili, eppure ora hanno lo stesso pezzo di carta mio quindi sulla carta sono al mio stesso livello e una licenza non è un diploma con scritto "valutazione finale xxx" ma riporta semplicemente la qualifica.

Già c'è un'offerta ridicola (in eccesso) in rapporto alla domanda. Se in più questa offerta la si alimenta con gente che ha il pezzo di carta solo perché ha pagato (non so se noti la similitudine con il "classico" p2f) è ovvio che l'azienda pensando ai suoi interessi cerca (e riesce) a prendere 2 piccioni con una fava.
AirGek is offline  
Old 10th Feb 2014, 15:22
  #20 (permalink)  
 
Join Date: Dec 2006
Location: Between CJ610-8As turbojet
Posts: 4,953
Detto questo tu consideri la base del problema le compagnie. E se la base del problema fossero invece le scuole?
Guarda te lo dico sinceramente... già mi sembri un pò troppo favorevole al p2F e già non potremo andare molto daccordo se è cosi, te lo dico subito!!
Cmq: le scuole di volo ti formano, come tutte le scuole del mondo. Non assicurano nessun posto di lavoro. Ed è normale che sia cosi. Tu paghi, per ricevere la formazione e i brevetti.
Se fai l'università in medicina è uguale: paghi ti laurei e sei dottore.

Però non ci sono ospedali che permettono al neo-dottore di aprire le persone in due. "Salve, vi do 50 mila euro, mi sono appena laureato, mi lasciate aprire una persona? tanto vicino a me ci sono medici esperti che eventualmente mi correggono".

Ti sembrerebbe etico farsi esperienza in questo modo?? Io di ospedali che fanno cosi non ne ho mai sentiti.
Quindi perchè invece le compagnie assumono persone a zero esperienza di volo preferendole a chi invece di esperienza ne ha? La differenza la fa il soldo. E questo trend deve finire.

Avrei preferito che fossero i piloti a mettere un fermo a questo modo di fare, rifiutandosi categoricamente......ma visto che invece gli stronzi che pagano sono cosi tanti che oggigiorno è diventata prassi comune (per colpa loro) allora non resta altro da fare che vietarlo alle compagnie.

Last edited by mau mau; 10th Feb 2014 at 15:34.
mau mau is offline  

Thread Tools
Search this Thread

Contact Us - Archive - Advertising - Cookie Policy - Privacy Statement - Terms of Service - Do Not Sell My Personal Information

Copyright © 2018 MH Sub I, LLC dba Internet Brands. All rights reserved. Use of this site indicates your consent to the Terms of Use.