PPRuNe Forums - View Single Post - Eurojet Italia Scoppia Il Caso!
View Single Post
Old 30th Sep 2006, 17:49
  #16 (permalink)  
papazulu
 
Join Date: Aug 2004
Location: bespin, the cloud city
Posts: 1,168
Originally Posted by Henry VIII View Post
Strano Paese l'Italia...
Non piu di tanti altri, ma qui pensiamo sempre di essere i migliori e anche quando ci accorgiamo che non è cosi, ci consoliamo con il fatto che se da noi si piange altri non ridono. Basta fare caso alla faziosità di Tg, programmi sportivi e format vari che non perdono l'occasione di sottolineare come il politico di tal paese ha messo un piede in fallo, la famiglia reale di quell'altro ha fatto o detto ecc, ecc...

Se finalmente ENAC non fosse più la cupola mafiosa che è e le Compagnie rispettassero davvero la legge credete proprio che tutte le società chiuderebbero?!
No, anzi. Ma il caos odierno non è frutto solo dell'omertà della nostra CAA. E' nel DNA di questo paese, basti pensare a tangentopoli, calciopoli e via andare. Il sistema è stato creato da chi lo usa e da chi ne abusa e a un certo punto dovrà collassare, ma siamo davvero tutti pronti a un reset generale e a riavviare il sistema? Riflettiamo un pò sul sistema AZ: si parla di una fine imminente da decenni ma, pur all'ossigeno, è sempre li...

Conosco Eurojet da anni xke inizia proprio da li a toccare con mano il sistema pay-per-work che oggi è di gran voga tra i wannabes. Grazie al cielo allora ero appena PPL e lemme, lemme me ne tornai al mio cessnino e completai non senza peripezzie il CPL. Da allora se ne sono viste e sentite di tutti i colori e prezzi ma la mia opinione è rimasta tale: NO WAY! Chi lavora x niente vale...Quando al telefono o via mail mi sento fare certe proposte ascolto attentamente e rispondo sempre allo stesso modo: "...grazie x il suo tempo, ci penso e mi rifaccio vivo...". A che servirebe guastarsi il fegato con una pioggia di vaffan...? E' un mondo piccolo che nonostante tutto cambia quotidianamente anche se poco, e non si sà mai di chi si potrebbe avere bisogno domani.

Quando lavoravo all'estero (non in aviazione) conobbi un ragazzo siciliano che mi mi raccontava del senso di frustrazione che provava quando tornava nella sua terra e respirava nuovamente la rassegnazione degli amici che li erano rimasti, immersi in una mentalità che convive con la realtà mafiosa, quella vera. E lui stesso confessava che il suo malessere provveniva dalla sua scelta di voler respirare un'aria diversa, dal volersi sottrarre a quella condizione, ma che cosi facendo aveva dato a se stesso l'opportunità di vedere un'altro sistema, non perfetto ma che funzionava, permetteva di fare delle scelte, vivere con le proprie forze e avanti cosi, senza il timore che un giorno gli venisse chiesto di pagare per quella sua autonomia.

Che succederebbe se certi parassiti un giorno non trovassero piu da mangiare se xke tutti se ne sono andati e nessuno porta piu loro la linfa vitale? La JAA, EASA o come la volete chiamare lo consente, purchè non si vada a "predicare" poi il credo nostrano in casa altrui...

Wish U all good luck.

PZ

ps:

Già, me lo chiedo anch'io...In Italia non ci sarebbero ponti a sufficenza sotto i quali dormire o dai quali buttarsi.
....
SIGNORI, DECIDETEVI.
Volete migliorare il Bel Paese, oppure preferite continuare a sguazzare in mezzo ai soliti casini ?
Henry...la mia era la solita,amara ironia che mi accompagna da quando ho scoperto il volo professionistico(?). In fondo siamo o non siamo nel paese dei girotondi, solo col bel tempo ovviamente?

Last edited by papazulu; 30th Sep 2006 at 18:00. Reason: typo
papazulu is offline